Tarasio di Costantinopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Tarasio" rimanda qui. Se stai cercando il nome proprio di persona, vedi Tarasio (nome).
San Tarasio
Rappresentazione del patriarca Tarasio
Rappresentazione del patriarca Tarasio
Nascita 730
Morte Costantinopoli, 25 febbraio 806
Venerato da Chiesa cattolica, Chiesa cristiana ortodossa
Ricorrenza 18 febbraio (Chiesa cattolica)
25 febbraio (Chiesa ortodossa e Cattolici tradizionalisti)
Attributi Vesti episcopali, omoforio, mano alzata in atto di benedire

Tarasio di Costantinopoli (Costantinopoli, 730Costantinopoli, 25 febbraio 806) è stato un vescovo bizantino, patriarca di Costantinopoli dal 25 dicembre 784 sino alla morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Organizzò un sinodo per risolvere la disputa sulle immagini. Il concilio di Nicea I si tenne nel 787 e decretò, in opposizione all'iconoclastia dell'imperatore Leone III conosciuto anche come Leone III l'Isaurico, la liceità del culto delle immagini sacre.

Sepolto nel santuario di Tutti i martiri, presso un monastero da lui stesso fondato sul Bosforo, il corpo è oggi conservato a Venezia, presso la chiesa di San Zaccaria.

Predecessore Patriarca di Costantinopoli Successore Cruz ortodoxa.png
Paolo IV 25 dicembre 784 - 25 febbraio 806 Niceforo I