Giovanni X di Costantinopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Giovanni Camatero (latino: Joannes Camaterus, greco: Ἰωάννης Καματηρός, patriarca di Costantinopoli col nome di Giovanni X; Bisanzio, XI secoloBisanzio, 1206) è stato un arcivescovo ortodosso bizantino, Patriarca ecumenico di Costantinopoli dal 1198 al 1206.

Il suo patriarcato, iniziato sotto il caotico regno di Alessio III Angelo, fu segnato dall'invasione di Costantinopoli nel corso della Quarta Crociata (1204) che pose fine all'impero romano d'oriente instaurando al suo posto l'Impero Latino. Giovanni si rifugiò in Tracia con il deposto imperatore Alessio V Ducas. Nel 1206 Teodoro I Lascaris, che aveva fondato l'impero di Nicea come continuazione di quello bizantino, chiese a Giovanni di instaurare un patriarcato di Costantinopoli a Nicea da contrapporre al Patriarcato latino di Costantinopoli instaurato dai crociati; ma Giovanni morì lo stesso anno.

Predecessore Patriarca di Costantinopoli Successore Cruz ortodoxa.png
Giorgio II Xilifino 1198 - 1206 Michele IV Autoreiano