Alfredo Castelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfredo Castelli

Alfredo Giuseppe Castelli[1] (Milano, 26 giugno 1947) è un fumettista e critico letterario italiano. È noto soprattutto per aver ideato, nel 1982, la sua serie di maggior successo: Martin Mystère, il detective dell'impossibile, tuttora pubblicata da Sergio Bonelli Editore con cadenza bimestrale. È anche uno storico del fumetto e di letteratura popolare.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1965 avviene il suo esordio in campo professionale, appena diciottenne, con la creazione del personaggio di Scheletrino, striscia umoristica di cui cura testi e disegni, pubblicata in appendice a Diabolik. Per l'editore Astorina svilupperà in seguito anche soggetti (e poi sceneggiature) del Re del Terrore.

Nel 1966, prima ancora di compiere vent'anni inventa la prima rivista amatoriale (fanzine) del fumetto italiano: Comics Club 104, esperimento che poi ripeterà, con maggiore maturità e profondità, in altre riviste in cui si occupa di parlare commentare e divulgare il fumetto italiano (Tilt ne è un esempio).

A partire dal 1966 e per gli anni successivi Castelli realizza numerose storie di Cucciolo e Tiramolla per le Edizioni Alpe e alcune di Topolino per la Mondadori.

Sempre tra gli anni sessanta e settanta Castelli ha inoltre scritto i testi di alcune serie televisive della RAI e di alcuni caroselli a cartoni animati.

Il 1967 vede Castelli impegnato con la casa editrice Universo, per la quale scrive episodi di Pedrito el Drito, Rocky Rider e Piccola Eva.

Nel 1969, con Pier Carpi (altro autore di Diabolik) e Luigi Cozzi, crea Horror, rivista che raccoglie fumetti, articoli, interviste e notizie accomunate dal tema dell'orrore. Pubblicata dalla Sansoni di Gino Sansoni (marito di Angela Giussani, la creatrice di Diabolik), raccoglie interviste ai registi Lamberto Bava e Dario Argento e notizie riguardo al cinema non italiano e indipendente; inoltre canalizza un buon pubblico nonostante l'inesperienza della redazione, grazie anche al personaggio creato da Castelli espressamente per la rivista, Zio Boris, protagonista di una serie a strisce horror comica. Sempre nel 1969, con Mario Gomboli, Marco Baratelli e Carlo Peroni crea Tilt, inizialmente come fanzine che dura però un solo numero, prima di essere ricostituita dalla redazione del Corriere dei Ragazzi con gli stessi autori a cui si aggiungerà Tiziano Sclavi.

Nel 1970 comincia la sua collaborazione con Il Corriere dei Ragazzi, periodo durante il quale crea numerose serie, cui lavorano talenti come Sclavi, Bonvi, Ferdinando Tacconi e Carlo Peroni, con personaggi bizzarri e fuori dai canoni, animati da una fervida ironia e sagacia. L'Ombra, Otto Kruntz, L'Omino Bufo (disegnato da lui stesso), personaggio autoparodico, e anche i fortunatissimi Gli Aristocratici, su disegni di Tacconi (1973). Con Supergulp, poi idea Allan Quatermain, personaggio che servirà da modello per la successiva creazione di Martin Mystère, e in cui si evidenzia l'inclinazione dell'autore per un mix di generi fantastico, avventuroso e storico, all'insegna della fascinazione per tutto ciò che è "mistero", e per la ricerca in senso lato.

Per Bonelli Editore, prima di Martin Mystère, Castelli scrive per Zagor (1971 e poi 1976). A partire dal 1976 comincia una collaborazione stabile con l'editrice, cominciando a sceneggiare Ken Parker ma soprattutto Mister No, di cui scrive oltre sessanta numeri, fra cui Destinazione Haiti, Eldorado, Accusa di omicidio, Intrigo internazionale, Cinema crudele, La città del crimine, Le montagne della luna e La diga del deserto.

Castelli inoltre dirige, crea e collabora a numerose riviste: oltre alle già citate Il Giornalino e Corriere dei Ragazzi, Tilt e Horror, anche Eureka, da lui diretta insieme a Silver per una dozzina di numeri a cavallo tra il 1983 e il 1984.

Castelli ha ideato nel 1991 il mazzo Martin Mystère: Tarocchi di Atlantide, disegnato da Giancarlo Alessandrini e pubblicato da Lo Scarabeo di Torino con la supervisione di Pietro Alligo e Giordano Berti.

In anni recenti, infine, ha affiancato alla sua attività di autore e di redattore quella di storico del fumetto. Castelli ha infatti svolto una lunga ricerca storica e filologica dedicata alla fase delle "origini", pubblicando in particolare un ampio volume illustrato - intitolato Eccoci ancora qui (2006) - dedicato al fumetto americano tra fine Ottocento e primi del Novecento.

Negli anni gli sono state dedicate diverse pubblicazioni biografiche da parte di varie associazioni ed enti legati al mondo del fumetto, tra cui Castelli 25 (Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell'Illustrazione) per i 25 anni di carriera, Alfredo Castelli – Storie e Mysteri di un grande narratore (Napoli Comicon)[2] e Castelli di Carta (Associazione Culturale Nipoti di Martin Mystère)[3], entrambi per il quarantennale di carriera.

Opere[modifica | modifica sorgente]

(elenco non esaustivo)

Saggi e monografie[modifica | modifica sorgente]

  • (con L. Bertini) Fantomas. Un secolo di terrore, dicembre 2011
  • Fumettisti d'invenzione. Gli autori di fumetti nella fiction: al cinema, in televisione. nella narrativa, nella letteratura disegnata, alla radio e in altri media, 2010
  • Martin Mystère - La sceneggiatura N.1 - Il mystero delle nuvole parlanti, 2009
  • L'altro Yellow Kid - L'altro Little Nemo, Comicon, 2010 [48 pagine, col., 21 x 29,5 cm, spillato, con allegato. Pubblicato in occasione della XII edizione del salone internazionale del fumetto e dell'animazione, Napoli 30 aprile - 2 maggio 2010.] - ISBN 978-88-88869-32-2
  • Chicago Sontag Tribune. Gli autori tedeschi del Chicago Tribune, Boopen [48 pagine, col., 21 x 29,7 cm, spillato, con allegato] - ISBN 978-88-6223-086-5
  • Eccoci ancora qui, 2006
  • L'omino bufo. 33 anni per niente!, 2006
  • Il segreto delle Ande, Oscar Mondadori, 2001
  • L'isola dei morti, mostra "L'Arcadia di Arnold Bocklin" a Firenze, mar/apr 2001
  • In viaggio sui Navigli, per la mostra omonima a Pavia - 1 giu 2001
  • La macchina pensante mostra Fantascienza, Trento 1999 (litografia allegata)
  • I classici del fumetto: Martin Mystere, Ed. Bur, 1999
  • I mondi segreti di Martin Mystere, Oscar Mondadori, 1998
  • Jumbo: da ramarro a Martin Mystere, speciale "Cartoon 2000", Bologna 1998
  • Che fine ha fatto Kurt Katzenjammer?, Salone del libro di Torino, 1997
  • Codici, archivi, reti & misteri, Salone del libro di Torino, 1997
  • Gulp! mostra Genova Comics, 1997
  • I mondi impossibili di Martin Mystere, Oscar Mondadori, 1997
  • Il cielo dei sargassi, Deiva Marina, 1996
  • La fine del mondo: I misteri di Martin Mystere (allegato a "I Misteri" n.11/1996 - ediz. Cioè)
  • Il mistero delle nuvole parlanti (Sceneggiatura) - Ed. Centro fum. A. Pazienza, 1996
  • Come un libro stampato, Salone del libro di Torino, 1995
  • Illesrob eladepso (Ospedale Borselli), con R. Roda, G. Alesandrini, F. De Vescovi, ed. Megalito di Tosi, comune di Bondeno, Sergio Bonelli Editore in collaborazione col Centro Etnografico Ferrarese, 1995
  • Le macchine impossibili, allegato a "I Misteri" n.6/1995 - ediz. Cioè
  • I sentieri della paura (Bonelli/il megalito di Tosi/centro etnografico ferrarese, 1995)
  • Il carnevale a fumetti, comune di Foiano, 1994
  • I misteri di Bondeno, comune di Bondeno, 1994
  • Il ritorno dell'etrusco, Hazard ed. per la mostra su Spina, 1994
  • Il mistero della camera rossa, suppl. alla collana Grandi avventure, Caf 1994
  • Come si racconta l'impossibile, comune di Ferrara e Provincia di Vercelli, 1994
  • L'amuleto di Tin Hinan, suppl. Albi Grandi Avventure, Caf 1994
  • Al di là della morte, Hazard ediz., 1993
  • I misteri del vercellese, provincia di Vercelli, 1993
  • Immagini & Parole, Tornado Press, 1993 (Speciale su Alessandrini)
  • I mondi magici di Martin Mystere, Oscar Mondadori, 1993
  • I misteri del delta del Po', comuni valli di Comacchio nonché comune e provincia di Ferrara, 1992
  • Il mistero delle nuvole parlanti e sovra copertina Mr. Java per ExpoCartoons
  • Il mondo di Martin Mystere, espansione per il gioco di ruolo di Dylan Dog - Das Product, Firenze 1992
  • Il viaggiatore del tempo, Sorrisi & Canzoni TV, 1992
  • Index enciclopedico di Martin Mystere, n. 4/1996 - ed.lo Scarabocchio
  • Indice analitico - aprile 1982-marzo 1992, Glamour International Production, 1992
  • I mondi perduti di Martin Mystere, Oscar Mondadori, 1992
  • La storia mysteriosa del mondo (L'integrale speciale fuori serie) Hazard, 2001
  • L'enciclopedia dei misteri, Oscar Mondadori, 1993
  • Lo strano caso del prof. Martin Mystere e del dottor Allan Quatermain (suppl. a Il fumetto, 1990)
  • Martin Clystere, Ed. Zero Press, ott. 1996
  • Martin Mystere e i misteri del mar Ligure
  • Martin Mystere e Dylan Dog, Oscar Mondadori, 1995
  • Martin Mystere "Detective dell'impossibile", Mondadori, 1993 (volume gigante)
  • Martin Mystere Trivia, Graffiti, 1991
  • Martin Mystere: il detective dell'impossibile (Romanzo - collana le due lune, 1991)1ª ed.: Malipiero, 1991; 2ª ed.: Franco Panini, 1992; 3ª ed.: Franco Panini, 1993
  • Martin Mystere: la spada di re Artù (Romanzo), Panini & le due lune ed., 1992
  • Martin Mystere e Zona X, A. Tesauro ed., 1996
  • Milano esotica - Le guide insolite di Martin Mystere (ed. Epierre) + allegato albetto guida a 232 ristoranti
  • Martin Mystère - The Book, Phoenix (1999) - con le storie disegnate da Palumbo
  • Misteri: istruzioni per l'uso di Martin Mystere (ed. Uniclopi, 1996)
  • Mistero a Pompei, Ferrara arte, 1997
  • Mistero a Copan, Skira/Bonelli, 1998
  • Mysteri a Milano, Comiconvention, Milano 26 novembre 93
  • Mysteriosamente: 10 casi impossibili per Martin Mystere (salone del libro di Torino, 1998)
  • Nel tempio dei misteri - Glamour, 1993 (+ allegato albetto "indice analitico 2")
  • Nostra signora degli enigmi (mostra Mystfest di Cattolica, 1997)
  • One pagers (suppl. Collana grandi avventure, 1996)
  • Raccontare Martin Mystere (Alessandro distribuzioni, 1992)
  • Scendendo altrove (di Castelli-Palumbo) ed. Phoenix-Bonelli, 1995
  • Se a Milano ci fosse il mare (ass. Amici dei Navigli e comune di Milano, 1995) + cartellina con copertina
  • Spina la città ritrovata (omonima mostra, Ferrara 93/94)
  • The secret books of Glamour, 1990 (+ allegato albetto "invasione elettronica")
  • The secret books of Glamour, 1991 (+ allegato albetto "il buon vecchio zio Marty")
  • The secret books of Glamour 1, 1991 (formato lungo)
  • The secret books of Glamour 2, 1992 (formato lungo + allegato albetto "Indice Analitico")
  • Una storia impossibile (albo speciale n.6 di Cronaca di Topolinia, marzo 2000)

Serie Martin Mystère - L'integrale[modifica | modifica sorgente]

La casa editrice milanese Hazard Edizioni [1] ha pubblicato i primi episodi della lunga saga di Martin Mystère in un’edizione prestigiosa di volumi disponibili in versione cartonata e brossurata, ognuno dei quali raccoglie uno o più racconti completi. La serie si è interrotta col nono volume.

  • L'integrale 1 "Gli uomini in nero", novembre 1999, brossura, ISBN 88-86991-30-4
  • L'integrale 2 (Hazard ed.)
  • L'integrale 3 (Hazard ed.)
  • L'integrale 4 (Hazard ed.)
  • L'integrale 5 (Hazard ed.)
  • L'integrale 6 (Hazard ed.)
  • L'integrale 7 (Hazard ed.)
  • L'integrale 8 (Hazard ed.)
  • L'integrale 9 (Hazard ed.)
  • L'integrale Speciale Fuori serie ISBN 88-86991-58-4

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Moreno Burattini, Trent'anni dopo, Freddo cane in questa palude, 18 aprile 2012. URL consultato il 1º luglio 2013.
  2. ^ Scheda di Alfredo Castelli – Storie e mysteri di un grande narratore, dal sito del Comicon
  3. ^ Castelli di Carta: il primo libro di A.Mys, articolo di postcardcult.com, del 12 ottobre 2012

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Castelli 25, ANAF, 1991
  • La testa nel fumetto, Lo Scarabeo, 1995 (edizione cartonata)
  • AA.VV., Alfredo Castelli – Storie e Mysteri di un grande narratore", a cura di Napoli Comicon, giugno 2012, ISBN 88-88869-31-X
  • AA.VV., Castelli di carta, I libri di Amys, ottobre 2012 - omaggio ad Alfredo Castelli dell'Associazione Culturale Nipoti di Martin Mystère

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2467761 LCCN: n/95/4012