Aeroporto Internazionale Generale Edward Lawrence Logan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto Internazionale Generale Edward Lawrence Logan
KBOS Aerial NGS.jpg
IATA: BOS – ICAO: KBOS
Descrizione
Nome impianto Aeroporto Internazionale Logan
Tipo civile
Esercente Massachusetts Port Authority
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Massachusetts Massachusetts
Posizione Vicino alla città di Boston
Altitudine AMSL 6 m
Coordinate 42°21′47″N 71°00′23″W / 42.363056°N 71.006389°W42.363056; -71.006389Coordinate: 42°21′47″N 71°00′23″W / 42.363056°N 71.006389°W42.363056; -71.006389
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
KBOS
Sito web http://www.massport.com/logan/about_stati.html
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
4L/22R 2 396 m asfalto
4R/22L 2 134 m asfalto
9/27 2 134 m asfalto
14/32 1 524 m asfalto
15L/33R 779 m asfalto
15R/33L 3 073 m asfalto
Statistiche (2011)
Passeggeri in transito 28 907 938

[senza fonte]

L'Aeroporto Internazionale Generale Edward Lawrence Logan (IATA: BOSICAO: KBOS) è situato a est di Boston, Massachusetts, negli Stati Uniti.

È attualmente uno dei venti aeroporti più trafficati degli Stati Uniti d'America con circa 28 milioni di passeggeri che vi transitano ogni anno. E' scalo di primaria importanza per le compagnie aeree AirTran Airways, American Airlines, JetBlue Airways e US Airways.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Originariamente chiamato Boston Aiport, lo scalo aprì le proprie attività il 23 settembre 1913, e fu inizialmente utilizzato dalla Massachusetts Air Guard e dalla Army Air Corps. I primi voli commerciali passeggeri ebbero inizio nel 1919 con la Colonial Air Trasport, che inaugurò una linea diretta a New York. Nel corso degli anni l'aeroporto si espanse di circa 730 ettari, sviluppandosi nelle zone del porto di Boston. Conseguenza di questo processo è che lo scalo ancora attualmente è circondato dal mare. Nel 1943 lo scalo prese la denominazione di "Edward Lawrence Logan International Airport", dal nome del generale che condusse l'esercito nella guerra contro la Spagna del 1898. Nel 1952, l'aeroporto divenne il primo negli Stati Uniti, con un rapido sistema di connessioni indirette. Nel 1970 nel Logan Airport venne inaugurata l'era dei Jumbo con una rotta verso Londra-Heathrow operata dalla Pan Am. Quando il terminal E venne aperto nel 1974, esso costituiva la seconda aerostazione internazionale più grande degli Stati Uniti. Da allora, il traffico dei passeggeri internazionali al Logan Airport si triplicò. A causa di questa crescita, le autorità del Massachusetts progettarono un piano di espansione dello scalo per il periodo 1994-2006, che comprendeva un nuovo parcheggio auto, un nuovo hotel, l'espansione e il miglioramento dei terminal e due nuovi sistemi stradali, uno per gli arrivi e l'altro per le partenze. Nel 2007, la FAA pubblicò un progetto per la costruzione di una nuova via di rullaggio, per diminuire il congestionamento del traffico nello scalo. La nuova taciway divenne operativa nel 2009.

Il Logan International Airport visto dal porto di Boston mentre decolla un aereo della Air Canada Jazz

Nell'ottobre 2009, la US Airways annunciò di voler chiudere la sua base degli equipaggi a partire dal maggio 2010. Le ragioni sono da ricercarsi nel "riassestamento operativo" della compagnia. Durante questa operazione, più di 400 posti di lavoro vennero trasferiti o eliminati.

L'ultimo collegamento con l'Asia venne chiuso nel 2001, quando la Korean Air decise di cancellare la rotta per Seoul. Nell'ottobre 2008, la Hainan Airlines chiese alle autorità locali l'autorizzazione ad operare una rotta verso Boston da Pechino usando il Boeing 787. Poiché la consegna del B787 alla Hainan Airlines è stata ritardata fino al 2011, la rotta non è ancora operativa. Nel maggio 2011, la Japan Airlines annunciò l'apertura di un collegamento verso Tokyo-narita a partire da aprile 2012 con i Boeing 787. Dopo più di dieci anni, il Logan Airport ritornerà ad essere collegato con l'Asia. Nel febbraio 2010, il Logan Airport ospitò per la prima volta nella sua storia l'Airbus A380. Dopo questo evento, molti altri voli vennero programmati con questo aeromobile, in particolare quelli Air France.

Da questo aeroporto sono partiti due dei quattro aerei di linea dirottati l'11 settembre 2001. I due voli, nello specifico il volo American Airlines 11 e il volo United Airlines 175, entrambi diretti inizialmente a Los Angeles, si sono schiantati invece contro le Torri Gemelle.

Traffico e statistiche[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010, nel Logan International Airport sono transitati 27.428.962 passeggeri, 3.681.739 sono internazionali. La prima compagnia dello scalo è la JetBlue Airways, che ha trasportato il 62,21% dei passeggeri totali nel periodo fra marzo 2010 e febbraio 2011. Gli altri vettori con una notevole presenza nell'aeroporto sono la US Airways e le sue controllate, con il 13,11% dei passeggeri totali, il gruppo Delta Air Lines, la cui percentuale sui passeggeri totali si attesta al 12,99% e il gruppo con a capo la American Airlines, che ha trasportato il 12,45% dei passeggeri.

Il traffico nel corso degli anni
Passeggeri Variazione % Movimenti
1998 26.526.708 507,449
1999 27.052.078 Green Arrow Up.svg2,0% 494.816
2000 27.726.833 Green Arrow Up.svg2,5% 487.996
2001 24.474.930 Red Arrow Down.svg11,7% 463.125
2002 22.696.141 Red Arrow Down.svg7,3% 392.079
2003 22.791.169 Green Arrow Up.svg0,4% 373.304
2004 26.142.516 Green Arrow Up.svg14,7% 405.258
2005 27.087.905 Green Arrow Up.svg3,6% 409.066
2006 27.725.443 Green Arrow Up.svg2,4% 406.119
2007 28.102.455 Green Arrow Up.svg1,4% 399.537
2008 26.102.651 Red Arrow Down.svg7,1% 371.604
2009 25.512.086 Red Arrow Down.svg2,3% 345.306
2010 27.428.962 Green Arrow Up.svg7,5% 352.643
Fonte: Massport[1]
Le rotte internazionali più trafficate del Logan International Airport(2009–2010)
Aeroporto Passengeri Compagnie
1 Regno Unito Londra-Heathrow, Regno Unito 848.853 American, British Airways, Delta, Virgin Atlantic
2 Francia Parigi-Charles de Gaulle, Francia 335.602 Air France, American, Delta
3 Germania Francoforte, Germania 246.253 Lufthansa
4 Canada Toronto-Pearson, Canada 215.895 Air Canada, Air Canada Jazz, American Eagle
5 Paesi Bassi Amsterdam-Schiphol, Paesi Bassi 210.873 Delta
6 Irlanda Dublino, Irlanda 158.196 Aer Lingus
7 Germania Monaco, Germania 140.846 Lufthansa
8 Svizzera Zurigo, Svizzera 137.084 Swiss
9 Italia Roma-Fiumicino, Italia 129.883 Alitalia
10 Aruba Aruba, Aruba 118.186 JetBlue, US Airways
Le rotte domestiche più trafficate del Logan International Airport (Marzo 2010-Febbraio 2011)
Airport Passengers Carriers
1 Flag of Illinois.svg Chicago (O'Hare), Illinois 785.000 American, JetBlue, United
2 Flag of Georgia (U.S. state).svg Atlanta, Georgia 728.000 AirTran, Delta
3 Flag of Maryland.svg Baltimora, Maryland 587.000 AirTran, JetBlue, Southwest
4 Flag of Virginia.svg Washington (National), DC 525.000 Delta, JetBlue, US Airways
5 Flag of California.svg San Francisco, California 504.000 Continental, JetBlue, United, Virgin America
6 Flag of New York.svg New York (LaGuardia), New York 494.000 American, Delta, US Airways
7 Flag of North Carolina.svg Charlotte, North Carolina 482.000 JetBlue, US Airways
8 Flag of Pennsylvania.svg Philadelphia, Pennsylvania 475.000 Southwest, US Airways
9 Flag of California.svg Los Angeles, California 454.000 American, JetBlue, United, Virgin America
10 Flag of New York.svg New York (JFK), New York 424.000 American, Delta, JetBlue

I terminal e le compagnie aeree[modifica | modifica sorgente]

Il Logan International Airport dispone in totale di 103 gates, divisi nei quattro terminal A, B, C ed E. Tutti i terminal sono collegati attraverso dei bus navetta e i terminal A, B ed E anche con dei tappeti mobili disposti prima della zona dei controlli di sicurezza.

Terminal A[modifica | modifica sorgente]

Il Terminal A, costruito per sostituire un edificio degli anni settanta, è stato aperto il 16 marzo 2005. Esso è suddiviso in un terminal principale, che contiene i gates dall'A1 all'A12, e in un edificio satellite, nel quale vi sono i gates dall'A13 all'A22. I due impianti sono collegati fra di loro attraverso una metropolitana. Attualmente il terminal A ospita le lounges delle compagnie Continental Airlines e Delta Air Lines. Le sale di quest'ultima sono collocati al 3º piano, che è accessibile soltanto per i soci del programma di fidelizzazione Delta Sky Club. L'edificio è il primo terminal aeroportuale degli Stati Uniti ad essere costruito nel rispetto dell'ambiente. Le sue caratteristiche sono, infatti, i tetti e le finestre termoriflettentie i rubinetti a basso flusso, che riducono i consumi.

Le compagnie che operano nel terminal sono:

Terminal B[modifica | modifica sorgente]

Il terminal B è suddiviso in due edifici, Nord e Sud, in mezzo ai quali vi è un parcheggio per le auto. I gates dell'edificio sud sono divisi in tre gruppi: B1-B3, B4-B14 e B15-B21. Questi ultimi due gruppi sono collegati fra loro da un passaggio post-sicurezza. I gates del terminal nord (principalmente occupato dalla American Airlines) sono divisi in due parti: B22-B36 e B37-B38.

Le compagnie che partono e arrivano nel terminal B sono:

Terminal C[modifica | modifica sorgente]

Il terminal C ha tre gruppi di gates: C1-C21, C25-C36 e C40-C42. I due posti di blocco di sicurezza fanno da accesso per i gates C11-C21 a sinistra e per le uscite C25-C36 a destra. Dal 28 febbraio 2006, i tre gates del terminal D, che stanno nella parte nord del terminal C, sono stati rinominati e considerati come parte del terminal C. Il terminal C ospita la lounge Red Carpet Club della compagnia United Air Lines.

Le compagnie aeree operanti nel terminal C sono:

  • Stati Uniti AirTran Airways (Akron/Canton, Atlanta, Baltimora, Fort Myers [stagionale], Milwaukee, Newport News/Williamsburg, Orlando [stagionale], Sarasota [stagionale])
  • Stati Uniti Cape Air (Albany (NY), Augusta (ME), Hyannis, Lebanon, Martha's Vineyard, Nantucket, Provincetown, Rockland, Rutland, Saranac Lake)
  • Stati Uniti JetBlue Airways (Aruba, Austin, Baltimora, Bermuda [stagionale], Buffalo, Cancún, Charlotte, Chicago-O'Hare, Denver, Fort Lauderdale, Fort Myers, Jacksonville (FL), Las Vegas, Long Beach, Los Angeles, Montego Bay, Nassau, New Orleans, New York-JFK, Newark, Oakland [stagionale], Orlando, Phoenix, Pittsburgh, Portland (OR) [stagionale], Providenciales [stagionale],Punta Cana, Raleigh/Durham, Richmond, St. Maarten, San Diego, San Francisco, San Jose (CA), San Juan, Santo Domingo, Santiago de los Caballeros, Sarasota [stagionale], Seattle/Tacoma, St. Thomas [stagionale], Tampa, Washington-Dulles, Washington-National, West Palm Beach)
  • Stati Uniti Sun Country Airlines (Minneapolis/St. Paul)
  • Stati Uniti United Air Lines (Chicago-O'Hare, Denver, Los Angeles, San Francisco, Washington-Dulles)
  • Stati Uniti United Express

Terminal E (Volpe International Terminal)[modifica | modifica sorgente]

Il terminal E, conosciuto anche come John A. International Terminal, è intitolato all'ex governatore del Massachusetts e segretario dei trasporti e funge da terminal internazionale per il Logan Airport. Tutti i 13 gates del terminal sono stati costruiti per l'uso comune, vale a dire per essere assegnati più volte a seconda delle esigenze operative. Tutte le biglietterie e i gates dell'edificio sono divisi fra i vettori internazionali, ad eccezione di quelli appartenenti alla Southwest Airlines. Il terminal E ospita le lounges delle compagnie aeree Aer Lingus, Air France, British Airways, Lufthansa e Virgin Atlantic.

A differenza degli altri terminal, dove le zone arrivi sono collocate al piano terreno e le zone partenze al primo piano, nel Terminal E il primo piano è utilizzato per il controllo passaporti, il secondo per le partenze e il primo, come di consueto, per gli arrivi. La Stazione federale di Ispezione che si trova nel terminal è in grado di controllare fino a 2.000 passeggeri l'ora.

Il terminal E

Le compagnie che partono e arrivano nel terminal E sono:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Airport Statistics, Massport, 2010. URL consultato il 12 ottobre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]