Un disco per l'estate 1975

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un disco per l'estate 1975
Un disco per l'estate 1975.jpg
Un disco per l'estate 1975. Pino Rucher al centro con la chitarra Fender Stratocaster.
EdizioneXII
Periodoaprile-settembre
SedeSalone delle Terme di Saint Vincent
PresentatoreCorrado e Gabriella Farinon
Trasmissione TVTV + Radio
Partecipanti48 (48 canzoni)
VincitoreIl Guardiano del Faro con Amore grande, amore libero
Cronologia
19741976

La dodicesima edizione di Un disco per l'estate venne trasmessa a partire dal 13 aprile 1975.

Prima fase (dal 13 aprile)[modifica | modifica wikitesto]

Le canzoni in gara furono 48.

La novità principale di questa edizione è la partecipazione per la prima volta di cinque brani solo strumentali (proposti da Andy Bono, Equipe 84, Il Guardiano del Faro, Enrico Intra e Johnny Sax) e di due composizioni di ballo liscio (interpretate dalle orchestre di Vittorio Borghesi e Raoul Casadei).

Le passerelle radiofoniche proseguono quotidianamente fino al 18 maggio.

Ecco l'elenco dei partecipanti, in ordine alfabetico: in neretto i 24 promossi alle prime due serate di Saint Vincent, la sigla SF (Serata Finale) indica l'ulteriore promozione dei 12 finalisti. L'ultima indicazione per ogni canzone si riferisce alla casa discografica.

Fase eliminatoria (19-25 maggio)[modifica | modifica wikitesto]

Le 48 canzoni in gara vengono sottoposte al voto delle giurie dal 19 al 25 maggio. Presentatore delle selezioni radiofoniche è Mike Bongiorno. Nel pomeriggio, da lunedì a sabato alle 18.00 sono trasmessi rispettivamente 6 gruppi di 8 canzoni ciascuno, e il giorno successivo da martedì a domenica, all'ora di pranzo, le 8 canzoni di ogni gruppo sono ripetute, e al termine della trasmissione viene reso noto l'esito delle votazioni. Domenica 25 è pronta la classifica generale definitiva. Le 24 canzoni meglio classificate sono ammesse alle serate finali di Saint Vincent, e tornano alla radio, nelle passerelle radiofoniche quotidiane dal 26 maggio al 18 giugno. Tra gli esclusi, da segnalare due nomi nuovi della canzone italiana, entrambi con canzoni che avranno un grande successo: si tratta di Loredana Bertè con Sei bellissima e dei Matia Bazar con Stasera che sera.

Le serate finali di Saint Vincent (19-20-21 giugno)[modifica | modifica wikitesto]

Le 24 canzoni semifinaliste vengono proposte nel corso delle prime due serate di Saint Vincent, presentate da Corrado e Gabriella Farinon. Queste due serate vanno in onda soltanto alla radio sul Secondo Programma.

Le sei canzoni meglio classificate per ogni sera accedono alla finale del 21 giugno, in diretta radio e TV, durante la quale le 12 canzoni rimaste in gara vengono riproposte suddivise in due gruppi: le prime due classificate di ogni gruppo accedono alla "volata finale" dalla quale uscirà la canzone vincitrice.

I quattro superfinalisti sono I Camaleonti, Mino Reitano, Al Bano e Romina Power, e Il Guardiano del Faro. Dopo il riascolto delle loro canzoni, le giurie rivotano, e finalmente arriva il verdetto finale.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Per la prima volta, vince dunque la manifestazione un pezzo interamente strumentale.

Dopo le vetrine radiofoniche in onda fino al 13 settembre, cala il sipario definitivamente sulla formula originale di Un disco per l'estate. Con la riforma della RAI del 1976, la rassegna viene abolita, sostituita per alcuni anni da "Saint Vincent Estate", una serata televisiva in onda a giugno da Saint Vincent, consistente in una passerella di canzoni senza gara.

La competizione tornerà soltanto nel 1981, con "Saint Vincent: una canzone per la vostra estate, voci e motivi in cerca di successo", una gara fra 38 nuove canzoni proposte in anteprima alla radio come ai vecchi tempi. Negli anni successivi, ritorna "Saint Vincent Estate", e soltanto nel 1992 la manifestazione riprenderà lo storico titolo di Un disco per l'estate, riavvicinandosi alla formula originale dei primi anni, con le vetrine radiofoniche trasmesse da Radio Italia Solo Musica Italiana..

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica