Thorsten Becker (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Thorsten Becker (Lahnstein, 4 settembre 1958) è uno scrittore tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1958 a Lahnstein, vive e lavora a Berlino[1].

Ha frequentato una scuola di regia teatrale a Vienna e in seguito ha studiato filosofia e teatro a Berlino prima di lavorare come direttore di scena itinerante[2].

Ha esordito nella narrativa nel 1985 con il romanzo L'ostaggio (Premio Grinzane 1990[3]) e in seguito ha pubblicato saggi, poesie e testi teatrali oltre a traduzioni dal francese[4].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • L'ostaggio (Die Bürgschaft, 1985), Milano, Serra e Riva, 1989 traduzione di Giovanna Cermelli ISBN 88-7798-029-X.
  • Die Nase (1987)
  • Schmutz (1989)
  • Tagebuch der arabischen Reise (1991)
  • Mitte (1994)
  • Schönes Deutschland (1996)
  • Der Untertan steigt auf den Zauberberg (2001)
  • Die Besänftigung (2003)
  • Sieger nach Punkten (2004)
  • Fritz (2006)
  • Das ewige Haus (2009)
  • Agrippina. Senecas Trostschrift für den Muttermörder Nero (2011)

Alcuni riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thorsten Becker borsista Villa Massimo 2008, su villamassimo.de. URL consultato il 21 settembre 2018.
  2. ^ (FR) Daine-Monique Daviau, L'art de faire du neuf avec de vieux (PDF), su erudit.org, 5 ottobre 1988. URL consultato il 21 settembre 2018.
  3. ^ Ecco i vincitori del Premio Grinzane Cavour 1990, su ricerca.repubblica.it, 23 gennaio 1990. URL consultato il 21 settembre 2018.
  4. ^ (DE) Scheda dell'autore, su histo-couch.de. URL consultato il 21 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2018). Testo "21 settembre 2018" ignorato (aiuto)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN115928769 · ISNI (EN0000 0001 0938 4192 · LCCN (ENn86016689 · GND (DE115365702 · BNF (FRcb12064415s (data) · WorldCat Identities (ENn86-016689