The Jacksons (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Jacksons
Artista The Jacksons
Tipo album Studio
Pubblicazione 27 novembre 1976
Durata 39:27
Dischi 1
Tracce 10
Genere Soul
Funk
Rhythm and blues
Etichetta Epic
Produttore Kenneth Gamble, Leon Huff
Registrazione 1976
Jackson 5 - cronologia
Album precedente
(1975)
Album successivo
(1979)
The Jacksons - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1977)
Singoli
  1. Enjoy Yourself
    Pubblicato: 29 ottobre 1976
  2. Show You the Way to Go
    Pubblicato: 6 gennaio 1977
  3. Dreamer
    Pubblicato: 14 marzo 1977

The Jacksons è il primo album del gruppo musicale statunitense The Jacksons per l'etichetta discografica Epic Records dopo aver abbandonato la Motown, e il tredicesimo della loro carriera, pubblicato il 27 novembre 1976.

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una serie di album e singoli di successo pubblicati dalla Motown, l'etichetta discografica che gli aveva lanciati in tutto il mondo a partire dal 1969, i Jackson 5, spronati dal padre Joseph, allora anche loro manager, decidono di cambiare etichetta e, dato che il contratto con la Motown scadeva il 10 marzo del 1976, firmano lo stesso anno un nuovo contratto con la CBS/Epic Records. I fratelli sono costretti a rinunciare al loro storico nome, dato che la Motown lo aveva registrato, e a scegliersene uno nuovo e inoltre devono rinunciare anche al fratello Jermaine, che decide di restare alla Motown dato che nel frattempo si era sposato con la figlia di Berry Gordy, il presidente della Motown. Chiamano allora a sostituirlo il fratello più piccolo, Randy, che gli aveva già più volte accompagnati sul palco negli anni precedenti, ma che non era ancora entrato a far parte del gruppo in via ufficiale.[1]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

La Epic aveva promesso ai fratelli una maggiore libertà artistica rispetto alla Motown, dato che quest'ultima non lasciava scrivere e comporre i loro pezzi ai fratelli Jackson , e questo fu uno dei motivi per i quali decisero di cambiare etichetta. La Epic mantenne la promessa permettendo ai Jacksons di partecipare assieme al duo di scrittori Gamble/Huff e altri autori alla realizzazione di tutti i pezzi e inoltre pubblicando sull'album due canzoni scritte e composte totalmente dai fratelli tra cui si annovera la prima canzone scritta e composta da Michael Jackson che sia mai stata pubblicata: Blues Away. L'altra fu il pezzo che concludeva l'album, Style of Life, scritta da Tito e Michael. Il duo Gamble&Huff composero inoltre il pezzo Dreamer (Sognatore) con in mente proprio Michael.[2]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

L'album ebbe un buon successo raggiungendo la posizione numero 6 della Billboard Soul Albums e la numero 36 della Billboard Pop Albums. Il singolo di lancio, Enjoy Yourself, raggiunse la numero 6 rimanendo nelle classifiche per 21 settimane mentre il secondo singolo, Show You the Way to Go, divenne la loro prima, e unica, numero uno in Inghilterra. L'album fu il primo nella carriera del gruppo ad essere certificato Disco d'Oro negli Stati Uniti dato che la loro precedente etichetta discografica, la Motown, non permetteva alla RIAA di certificare i suoi album fino al 1976. Lo stesso avvenne col singolo Enjoy Yourself, che divenne anch'esso il primo singolo del gruppo a ricevere la certificazione di Disco d'Oro.[3][4]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1977) Posizione raggiunta
Billboard Soul Albums[5] 6
Billboard Pop Albums[6] 36

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Enjoy Yourself – 3:24 (Kenny Gamble, Leon Huff)
  2. Think Happy – 3:07 (Kenny Gamble, Leon Huff)
  3. Good Times – 4:57 (Kenny Gamble, Leon Huff)
  4. Keep on Dancing – 4:31 (Dexter Wansel)
  5. Blues Away – 3:12 (Michael Jackson)
  6. Show You the Way to Go – 5:30 (Kenny Gamble, Leon Huff)
  7. Living Together – 4:26 (Dexter Wansel)
  8. Strenght of One Man – 3:56 (Gene McFadden, John Whitehead, Victor Carstarphen)
  9. Dreamer – 3:05 (Kenny Gamble, Leon Huff)
  10. Style of Life – 3:19 (Tito Jackson, Michael Jackson)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) History 1976 | The Jacksons | The Official Website, su www.thejacksons.com.
  2. ^ Michael Jackson, Moonwalk, Doubleday, 1988, ISBN 88-200-0771-1.
  3. ^ (EN) History 1977-78 | The Jacksons | The Official Website, su www.thejacksons.com.
  4. ^ Adrian Grant, Michael Jackson. A visual documentary 1958-2009, Omnibus Press, 2009, pp. 035, 036, 037, ISBN 978-88-96212-05-9.
  5. ^ (EN) The Jacksons - Chart history | Billboard, su www.billboard.com.
  6. ^ (EN) The Jacksons - Chart history | Billboard, su www.billboard.com.