Stefano Bersola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Bersola
Stefano Bersola.jpg
Stefano Bersola ospite al Festival delle voci d'attore a Roma nel 2015
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale1998 – in attività
Strumentovoce
Album pubblicati3
Studio2
Colonne sonore1
Raccolte1
Sito ufficiale

Stefano Bersola, noto anche con lo pseudonimo di Steph B.[1] (Milano, 10 dicembre 1976[2]), è un cantante italiano, interprete di sigle di cartoni animati.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un'indossatrice (Katty) e di un attore di fotoromanzi (Giorgio). Fratello di Giovanna Bersola, incide nel 1998 la sigla televisiva dell'anime City Hunter[3][4], (arrangiata da Alberto Radius), in onda su Italia 7 Gold[1]. Nello stesso anno compone Mi hai rapito il cuore (arrangiata da Nicolò Fragile) sigla della serie d'animazione Lamù la ragazza dello spazio[1][3][4] a cui seguono le sigle di Patlabor[1][3][4], Sun College[1][3] e Credi sempre in te, per la serie direct-to-video Magic Knight Rayearth[1][3].

Il singolo Out of my life[3], pubblicato con lo pseudonimo di Steph B., viene distribuito nel 2003 dall'etichetta discografica New Music International[1]. In seguito viene pubblicato un album per Vale Music contenente la versione spagnola[1].

Nel 2005 per Sony Music France, pubblica il singolo 18 Mne Uzhe, come Ultra Lights feat. Steph B. soprannominato da Sébastien Cauet Le Truc Russe[1][3]. Nello stesso anno il brano viene pubblicato dalla Warner Music Sweden e da Vale Music.

Nel 2014 Yamato Video pubblica l'album Anime Songs[1] che include tutte le sigle TV realizzate da Bersola nel 1998 insieme alle versioni estese e alle versioni karaoke[5][3]. Nel 2016 registra la sigla per la serie TV d'animazione Super Wings[1], incisa in collaborazione con i Raggi Fotonici[6]. Lo stesso anno viene pubblicato da Yamato Video City Hunter The Remixes, album monografico dedicato alla serie animata contenente 8 remix della sigla italiana dell'omonima serie TV[7] e un cameo della doppiatrice Jasmine Laurenti, voce originale del personaggio di Kaori nella serie d'animazione[8].

Il 10 marzo 2017 Yamato Video presenta al pubblico il secondo album di Bersola dal titolo Anime Duet, con la direzione artistica di Luigi Lopez, in cui Bersola reinterpreta in duetto tutte le sigle televisive degli anime realizzate dello stesso Lopez come Pinocchio, perché no, La fantastica Mimì, Cybernella e Arrivano i Superboys[9].

Il 2 novembre 2017 viene presentato in anteprima Un Viaggio d'Anime, uno spettacolo prodotto da Lucca Comics & Games dedicato al mondo degli anime e dei film d'animazione Disney[10]. Bersola accompagnato da un gruppo corale di 12 elementi, gli Animeniancs Corp. si esibisce con diversi ospiti come Pietro Ubaldi, Fabrizio Mazzotta, Guiomar Serina (del gruppo I Cavalieri del Re) e Maurizio Merluzzo. In seguito al successo del tour italiano, approda nuovamente sul palco principale come main event di Lucca Comics, sabato 3 novembre 2018 alle ore 20[11][12] con oltre 70.000 biglietti venduti.

Il 31 gennaio 2018 Dynit pubblica il film d'animazione In questo angolo di mondo contenente la sigla italiana della colonna sonora giapponese dell'anime omonimo cantata da Stefano Bersola e Julia Hime per l'edizione home video[13].

Il 2, 3 e 4 settembre 2019 è stato distribuito nei cinema in Italia da Nexo Digital il film City Hunter: Private Eyes[14] che include la versione italiana di Get Wild realizzata con Alessia Cimini e l'autrice originale Mitsuko Komuro dei TM Network e cantata da Bersola. Il primo trailer è stato pubblicato da Dynit il 19 luglio 2019[15][16].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Discografia come Stefano Bersola[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Anime Songs
  • 2016 - City Hunter (The Remixes)
  • 2017 - Anime Duet (con Luigi Lopez)
  • 2018 - Anime Collection

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Ken il guerriero (Remixes)
  • 2016 - Pace

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 - Conan il ragazzo del futuro
  • 2016 - City Hunter (45 giri)
  • 2016 - I Cavalieri dello zodiaco
  • 2017 - Cartoonia (dove il tempo si è fermato) con Pietro Ubaldi
  • 2017 - Estate made in Japan
  • 2018 - Mi hai rapito il cuore Lamù (45 giri)
  • 2018 - Radioanimati per sognare con Pietro Ubaldi e Luigi Lopez
  • 2018 - You're not alone
  • 2019 - Sun College (45 giri)
  • 2019 - Max & Cherry Pocket con Manga Boys

Colonne Sonore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio cantato[modifica | modifica wikitesto]

Per la versione italiana del film per ragazzi Hank Zipzer e la Catastrofe di Natale, andato in onda su Rai Gulp il 25 dicembre 2018[17], Stefano Bersola presta la voce al canto dell'attore protagonista Nick James (Henry "Hank" Zipzer).

Discografia come Steph B.[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Burning Sand (con John Gucci)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2000 - Magic For Me
  • 2001 - Touch me (alias Pongo)
  • 2002 - Believed in love (con Pavesi Sound)
  • 2002 - Performance 24 (alias Van & Kay)
  • 2003 - I d'on't know why (alias Plastic Groove)
  • 2003 - Out of my life
  • 2004 - Attraction (con R&J)
  • 2004 - Adesso (alias Giramondo)
  • 2004 - Reachin'
  • 2005 - Never Ending (con Dj Lhasa)
  • 2005 - 18 Mne Uzhe (con Ultra Lights)
  • 2006 - A girl will kiss...
  • 2006 - Scared of you (con Alex Natale & Fluid Deluxe)
  • 2007 - Wanna Know (con El Grupo Melodico)
  • 2008 - I will be there (con El Grupo Melodico)
  • 2008 - Padoce de céu azul (con El Grupo Melodico)
  • 2009 - Shine on me (alias Pulse 88)
  • 2009 - Electric Love
  • 2011 - La la la la (con El Grupo Melodico)
  • 2011 - Reachin' (con Piazzon & Raimondi)
  • 2011 - Thrill (con LatinGroove)
  • 2013 - I Hate you (con Alex Raimondi)
  • 2013 - Hear you (con Daniele Sorrenti)
  • 2014 - Do You Right (con Alex Raimondi)
  • 2014 - Children of the stars (con John Gucci)
  • 2014 - Walkin' in the rain (con Hudge & Benson)
  • 2014 - For one day
  • 2015 - Sunshine (con Renovo)
  • 2015 - History (con Simon & Ryan)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k Marco Parisi, Stefano Bersola, Steph. B., c’è bisogno di te!, su La COOLtura, 1º febbraio 2018. URL consultato il 26 maggio 2019.
  2. ^ Nico Donvito, Almanacco musicale del 10 dicembre, su Recensiamo Musica, 10 dicembre 2018. URL consultato il 26 maggio 2019.
  3. ^ a b c d e f g h Stefano Bersola, Lucca Comics & Games. URL consultato il 26 maggio 2019.
  4. ^ a b c Roberto Addari, City Hunter, Mediaset fa marcia indietro?, in MangaForever, 26 luglio 2019. URL consultato il 26 luglio 2019.
  5. ^ Luca Rosati, Yamato Video presenta l'album Anime Songs di Stefano Bersola, in Everyeye.it, 6 febbraio 2014. URL consultato il 26 maggio 2019.
  6. ^ Anteprima: “Prendi il mondo e vai” di STEFANO BERSOLA, in RadioAnimati, 12 settembre 2018. URL consultato il 26 maggio 2019.
  7. ^ Su AWR City Hunter Remixes, Stefano Bersola presenta il suo nuovo CD, in anime web radio, 13 luglio 2016.
  8. ^ Filmato audio Stefano Bersola, CITY HUNTER Sigla italiana CD - Presentazione con i doppiatori della serie TV, su YouTube, 1º dicembre 2017, a 3 min 12 s. URL consultato il 26 maggio 2019.
  9. ^ Showcase Anime Duet, in RadioAnimati, 14 marzo 2017. URL consultato il 26 maggio 2019.
  10. ^ STEFANO BERSOLA in concerto: Un viaggio d’anime, in RadioAnimati, 9 gennaio 2018. URL consultato il 26 maggio 2019.
  11. ^ Un Viaggio d'Anime - Lucca Comics & Games, su stefanobersola.it. URL consultato il 26 maggio 2019.
  12. ^ Filmato audio Stefano Bersola, Un Viaggio d'Anime - Lucca Comics & Games - Trailer 03.11.2018 ore 19:00, su YouTube, 1º novembre 2018. URL consultato il 26 maggio 2019.
  13. ^ In Questo Angolo di Mondo - Sigla italiana, su stefanobersola.it, 31 gennaio 2018. URL consultato il 26 maggio 2019.
  14. ^ City Hunter. Private Eyes (Nexo Digital). URL consultato l'8 agosto 2019.
  15. ^ City Hunter: ecco il primo trailer italiano, in AnimeClick.it, 19 luglio 2019. URL consultato l'8 agosto 2019.
  16. ^ Filmato audio City Hunter: Private Eyes (Trailer 90"), su YouTube, DYNITchannel, 19 luglio 2019. URL consultato l'8 agosto 2019.
  17. ^ Hank Zipzer - Catastrofe di Natale, su FilmTv. URL consultato il 26 maggio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]