Rappresentativa calcistica dipendenti vaticani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Città del Vaticano Città del Vaticano
Stemma
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione ACDV
Selezionatore Italia Gianfranco Guadagnoli
Stadio Petriana-Campo Cardinale F. Spellman
(500 posti)
Esordio internazionale
Città del Vaticano Città del Vaticano 0 - 0 San Marino B San Marino
1994
Migliore vittoria
Città del Vaticano Città del Vaticano 5 - 1 SV Vollmond Svizzera
Roma, Italia; 2006
Peggiore sconfitta
Città del Vaticano Città del Vaticano 1 - 9 Palestina Palestina
Al-Khader, Palestina; 12 giugno 2011

La Rappresentativa Calcistica Dipendenti Vaticani[1][2] (o anche erroneamente chiamata Selezione di calcio della Città del Vaticano[3][4]) è la squadra di calcio che rappresenta lo Stato della Città del Vaticano[5] gestita dall'Attività Calcistica Dipendenti Vaticani che controlla e organizza l'attività calcistica nel piccolo Stato vaticano.[2] La federazione è nata nel 1972 per iniziativa di Sergio Valci, dirigente del FAS, che l'ha presieduta fino alla sua scomparsa, nel 2012.[1]

La Città del Vaticano è uno degli otto Stati ufficialmente riconosciuti e indipendenti la cui nazionale di calcio non è riconosciuta dalla FIFA (gli altri sono Monaco, Tuvalu, Kiribati, Stati Federati di Micronesia, Nauru, Isole Marshall e Palau: Calcio indipendente dalla FIFA).[4][2]

Non si può definire la squadra vaticana una vera e propria nazionale in quanto i suoi calciatori non praticano il calcio in maniera professionistica e possono partecipare sia religiosi sia laici;[1] essa è perciò più semplicemente una selezione calcistica tra i dipendenti vaticani che militano nel campionato vaticano: oltre ai prelati troviamo calciatori che lavorano alle Poste Vaticane e ai Musei Vaticani, speaker di Radio Vaticana o che fanno parte del Governatorato, membri della Gendarmeria e delle Guardie svizzere.[6] Il CT della squadra è Gianfranco Guadagnoli (altri allenatori sono stati anche nel 2010 Giovanni Trapattoni,[6] Benedetto De Angelis, Dino da Costa e Antonio Mattioli).[7]

La prima squadra, detta degli Hermes, è nata nel 1966 e i suoi componenti prestavano servizio nel Cortile Ottagono del Museo Pio-Clementino, dove c'è la copia della statua di Prassitele raffigurante il dio greco omonimo.[6] Le squadre attuali sono: Musei Vaticani, Guardia Svizzera, Gendarmeria, Santos, Fortitudo 2007, Dir.Tel. Team, Associazione SS. Pietro e Paolo, Ospedale Pediatrico "Bambino Gesù" e Circolo di S. Pietro. Il campionato è formato da 9 squadre ma vi è anche la Clericus Cup, riservata agli istituti pontifici di Roma e provincia, che si svolge dal 2007 e da esse sono scelti i calciatori per la nazionale vaticana.[1][6]

Maglia[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Alberto II di Monaco saluta i giocatori della selezione vaticana il 22 giugno 2013.

La nuova prima maglia della rappresentativa è bianca con larga banda verticale gialla bordata di rosso e numeri di maglia rossi.[8] Lo sponsor tecnico attuale è Sportika.[9]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Considerato che lo Stato della Città del Vaticano è troppo piccolo per ospitare un campo da calcio, lo "stadio di casa" è situato fuori dai suoi confini: viene perciò utilizzato il campo "Cardinale F. Spellman" dell'Oratorio di San Pietro, a Roma, in Italia.[6]

Incontri internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Avversario Risultato Evento Fonte
1994 Roma, Italia Città del Vaticano Città del Vaticano San Marino San Marino B 0 - 0 Amichevole
23 novembre 2002 Roma, Italia Città del Vaticano Città del Vaticano Monaco Monaco 0 - 0 Amichevole [10]
2006 Roma, Italia Città del Vaticano Città del Vaticano Svizzera SV Vollmond 5 - 1 Amichevole [11]
7 maggio 2011 Roma, Italia Città del Vaticano Città del Vaticano Monaco Monaco 1 - 2 Amichevole [10]
22 giugno 2013 Cap-d'Ail, Francia Città del Vaticano Città del Vaticano Monaco Monaco 0 - 2 Amichevole [12]
10 maggio 2014 Roma, Italia Città del Vaticano Città del Vaticano Monaco Monaco 0 - 2 Amichevole [13]
12 maggio 2016 Roma, Italia Città del Vaticano Città del Vaticano Associazione Italiana Arbitri Seregno 1 - 1 Amichevole

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Il Campionato in Vaticano: «Papa Francesco tifa per noi», in Corriere dello Sport. URL consultato il 12 novembre 2016.
  2. ^ a b c Mariaelena Finessi, Il calcio in Vaticano è una cosa seria, in Il Tirreno, 19 giugno 2016. URL consultato il 13 novembre 2016.
  3. ^ (EN) The Pontifical Swiss Guard, The Vatican Cookbook: Presented by the Pontifical Swiss Guard: 500 Years of Classic Recipes, Papal Tributes, & Exclusive Images, Sophia Institute Press, 2016, ISBN 9781622823321. URL consultato l'11 novembre 2016.
  4. ^ a b (EN) Tamir Bar-On, The World through Soccer: The Cultural Impact of a Global Sport, Lanham, Rowman & Littlefield, 2014, ISBN 9781442234741. URL consultato l'11 novembre 2016.
  5. ^ "Nazionale" di calcio vaticana sfida vecchie glorie del Borussia M., in Radio Vaticana. URL consultato il 14-11-2016.
  6. ^ a b c d e Christian Pradelli, Trap ct della nazionale vaticana, su Sportmediaset.it, 7 ottobre 2010. URL consultato l'11 novembre 2016.
  7. ^ Chi Siamo, sportinvaticano.com. URL consultato il 13 novembre 2016.
  8. ^ ASD Sport in Vaticano - Foto Gallery - Foto Rappresentativa, sportinvaticano.com.
  9. ^ Sport in Vaticano - Sponsor e Partner, su www.sportinvaticano.com. URL consultato l'08 novembre 2016.
  10. ^ a b World Football Elo Ratings: Vatican
  11. ^ Football: GFA and Man UTD to play SV Vollmond from Switzerland, sportgibraltar.blogspot.it
  12. ^ First half goals secure Monaco win against Vatican City, nonfifafootball.blogspot.co.uk
  13. ^ Monaco confirm May trip to Rome for Vatican friendly, nonfifafootball.blogspot.co.uk

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]