Selezione della città organizzatrice dei Giochi della XXXIII Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La selezione della città organizzatrice dei Giochi della XXXIII Olimpiade è iniziata nel 2015; la decisione definitiva sarà presa il 13 settembre 2017, durante la 130ª sessione del Comitato Olimpico Internazionale a Lima, in Perù. I Giochi si svolgeranno nel 2024.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di candidatura è stata annunciato il 16 settembre 2015. [1]

Fase Date Presentazione candidatura
1 Visione, Concetti e strategia 15 settembre 2015 – giugno 2016 17 febbraio 2016
2 Governance, legale e Finanziamenti giugno – dicembre 2016 7 ottobre 2016
3 Games Delivery, Experience and Venue Legacy dicembre 2016 – settembre 2017 3 febbraio 2017

Città candidate[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 novembre 2015, dopo il ritiro di Amburgo, sono rimaste ufficialmente candidate ad ospitare le Olimpiadi 2024 quattro città:

Europa[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio 2015 è stata ufficializzata la candidatura della capitale ungherese.[2]
La città ha già ospitato i Giochi nel 1900 e 1924 ed ha provato a candidarsi senza successo per le edizioni del 1992, 2008 e 2012. Il 23 giugno 2015 è stata ufficializzata la candidatura della città.[3]
La città, che ospitò i Giochi nel 1960, si era candidata per le Olimpiadi del 2004 dove arrivò al secondo posto; in seguito, un'ipotesi di candidatura per le Olimpiadi del 2020 non ebbe l'avallo del governo Monti a causa della difficile situazione economica[4]. La candidatura per ospitare i Giochi del 2024 è stata annunciata il 15 dicembre 2014 dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal presidente del CONI Giovanni Malagò[5]. In seguito alle elezioni amministrative del 2016 svoltesi a Roma e in seguito alle dichiarazioni della sindaca Virginia Raggi la quale non ritiene le Olimpiadi una priorità, non si è certi del destino della candidatura della città. [6]

Nord America[modifica | modifica wikitesto]

La città ha già ospitato due edizioni delle Olimpiadi, nel 1932 e nel 1984. Il 1º settembre 2015 è stata ufficializzata la candidatura ad ospitare per la terza volta i Giochi.[7]


Candidature ritirate[modifica | modifica wikitesto]

Fra le città per le quali era stata prospettata l'ipotesi di una candidatura, poi ritirata, vi sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Candidature Process Olympic Games 2024
  2. ^ Olimpiadi 2024: ufficiale la candidatura di Budapest, ora le città in lizza sono cinque, Il Mattino
  3. ^ Olimpiadi 2024: anche Parigi è candidata, Rai Sport
  4. ^ Roma 2020, niente Olimpiadi. Monti: scelta di responsabilità, il Sole 24 ore, 4 febbraio 2012. URL consultato il 13 giugno 2016.
  5. ^ Olimpiadi, Roma scende in campo. Renzi la candida: "Ci dobbiamo provare" - Gazzetta.it
  6. ^ [1]
  7. ^ Olimpiadi 2024, Los Angeles candidata Usa, ANSA
  8. ^ Olimpiadi 2024, Amburgo si ritira: al referendum vince il no, [[La Repubblica (quotidiano)|]], 29 novembre 2015. URL consultato il 13 giugno 2016.
  9. ^ GamesBids.com - Dubai Won't Bid For 2024 Olympic Games
  10. ^ GamesBids.com - San Diego-Tijuana Bid 2024 Cancelled
  11. ^ (ES) La alcaldesa anuncia que Madrid no optará a los Juegos Olímpicos de 2024, El Mundo
  12. ^ Olimpiadi 2024: Boston rinuncia Il sindaco: i Giochi? Costano troppo, Corriere della Sera

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Giochi olimpici Portale Giochi olimpici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi olimpici