Segni di fuoco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il simbolo dell'elemento fuoco è un triangolo con la punta in alto, il colore è il rosso.

I segni di fuoco sono i tre segni zodiacali che costituiscono il cosiddetto "trigono del fuoco": Ariete, Leone e Sagittario.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i seguaci dell'astrologia, i segni di fuoco sono tradizionalmente contraddistinti da creatività, passionalità ed energia, ragion per cui sarebbero dotati di un temperamento spontaneo e vivace. Vengono associati sin dall'antichità ai tre seguenti pianeti: il Sole, Marte e Giove. Nella dottrina dei temperamenti corrispondono al tipo collerico.[1]

Il fuoco rappresenta la luce e il calore, l'elemento primario che trasforma la materia. Amerebbero il confronto diretto e chi gli è vicino godrebbe della loro fiducia e dei loro favori, ma esigerebbero sincerità e fedeltà. Il fuoco rappresenta anche la tenacia nel conseguire degli obiettivi in modo brillante, ma si esprime con sfaccettature diverse nei segni: l'Ariete sarebbe più irruente e testardo ma energico e socievole, mentre il Leone primeggerebbe per sua indole ed infine il Sagittario sarebbe il più brillante di tutto lo zodiaco, ottenendo proprio per questo i suoi obiettivi prefissati.

Relazioni con altri segni[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i seguaci dell'astrologia, in linea di massima riuscirebbero a stabilire buone relazioni con i segni d'aria, poiché rappresentano il perfetto contraltare alla loro dinamicità ed estroversione, più in amicizia che in amore. In particolare il Sagittario troverebbe molta armonia con i Gemelli, il Leone con l'Acquario e l'Ariete con la Bilancia. Ma la perfetta armonia si ritroverebbe con i segni dello stesso elemento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ H. Freiherr von Klöckler, Astrologia, Scienza Sperimentale, pag. 44, Roma, Mediterranee, 1993.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Zuffi e A. Novellone, Arte & zodiaco. Storia, misteri e interpretazioni dei segni zodiacali nei secoli, Sassi editore, 2009 ISBN 8896045045

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]