Pesci (astrologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pesci
Simbolo dei Pesci
Elemento Acqua
Qualità Mobile
Durata 20 febbraio - 20 marzo
Domicilio Nettuno e Giove
Esaltazione Venere
Esilio Mercurio
Caduta Urano
Segno opposto Vergine
Precedente Aquario
Successivo Ariete
Pesci rappresentati in un libro di astrologia del XV secolo.

Secondo l'astrologia occidentale, i Pesci sono il dodicesimo e ultimo dei 12 segni zodiacali, situato tra Aquario e Ariete.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Moneta raffigurante i pesci.

I Pesci sono un segno mobile d'acqua, governato da Nettuno[1][2]. In questo segno Venere si trova in esaltazione, Mercurio in esilio e Urano in caduta. Il segno opposto è la Vergine. Il colore del segno è il viola.

Le persone nate in Pesci sono considerate fantasiose, geniali, sensibili e sognatrici, spesso portate per l'amore e il romanticismo. Sono caratterizzate anche da una forte empatia che permette loro di entrare in contatto con gli stati d'animo altrui e comprenderli. Altra qualità tipica è lo spirito di sacrificio e di abnegazione in favore di una causa che ritengono giusta. Gli appartenenti a questo segno mostrano anche una forte sensibilità che li porta a vivere in maniera molto intensa i loro sentimenti. Molto emotivi e timidi, tendono a prendere in considerazione il giudizio degli altri e ad esserne influenzati, e hanno un buon carattere che viene messo costantemente alla prova dalle circostanze negative. Il Sole si può trovare nel segno dei Pesci nel periodo che va, all'incirca, dal 20 febbraio al 20 marzo[3][1][4]: il periodo esatto varia di anno in anno, e per stabilire la sua posizione nei giorni estremi è necessario consultare le effemeridi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Pesci segno mobile, di fine stagione, su dichesegnosei.it. URL consultato il 30 ottobre 2020.
  2. ^ ACQUA - Elemento dei Pesci, su dichesegnosei.it. URL consultato il 30 ottobre 2020.
  3. ^ pésci², in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 30 ottobre 2020.
  4. ^ Pesci: segno di inverno, su dichesegnosei.it. URL consultato il 30 ottobre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]