Segni cardinali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I segni cardinali sono i segni zodiacali in cui si trova il Sole all'inizio di ciascuna stagione.[1]

Nel grafico zodiacale, è indicato in rosso il rapporto dei segni cardinali.

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

L'ingresso del Sole in tali segni coincide, infatti, con equinozi e solstizi. Nel dettaglio:

In rapporto alle date di inizio, Ariete e Bilancia sono chiamati segni equinoziali: Cancro e Capricorno vengono invece detti segni solstiziali.[1]

Qualità[modifica | modifica wikitesto]

I segni cardinali indicano le modalità di azione e comportamento del nativo (termine astrologico per indicare la persone a cui il grafico è riferito), con valutazione di iniziativa ed esuberanza.[1]

Rapporto con le case[modifica | modifica wikitesto]

Tali segni corrispondono alle case angolari: I (Ariete), IV (Cancro), VII (Bilancia) e X (Capricorno).[1]

Nel grafico, unendo con una linea l'Ariete alla Bilancia (suo segno opposto) e il Cancro al Capricorno (a loro volta opposti) si realizza la "croce cardinale" (rappresentata in rosso nell'immagine sopra).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astrologia Portale Astrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astrologia