Sagittario (astrologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sagittario
Simbolo del Sagittario
Elemento Fuoco
Qualità Mobile
Durata 23 novembre - 21 dicembre
Domicilio Giove
Esilio Mercurio
Caduta Plutone
Segno opposto Gemelli
Precedente Scorpione
Successivo Capricorno
Sagittario rappresentato in un libro di astrologia del XV secolo

Secondo l'astrologia occidentale, il Sagittario è il nono dei dodici segni zodiacali, situato tra Scorpione e Capricorno.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sagitario, Arija, Blanco y Negro, 05-11-1904.svg

Il Sagittario è un segno mobile di fuoco governato da Giove.[1][2] Anatomicamente corrisponde alle cosce e ai fianchi e il suo colore è il celeste, mentre il segno opposto sono i Gemelli.

Il Sagittario è spesso rappresentato come un centauro, essere mitologico metà uomo e metà cavallo, che sottolinea il dualismo di questo segno, dotato di una parte umana e razionale ma anche di una animale, istintiva e violenta; viene inoltre rappresentato con un arco, le cui frecce simboleggiano la ricerca di cammini nuovi e di una conoscenza superiore.

Le persone nate sotto questo segno hanno grande energia positiva e risultano entusiaste, leali e fiduciose; l'estroversione, l'espansività e l'altruismo sono altre caratteristiche facilmente notabili, come lo spirito d'avventura e la propensione all'esplorazione e alla scoperta attraverso i viaggi. Non dobbiamo però confondere la sua energia con la gioia: il Sagittario è un segno che alterna spesso il suo umore e l'energia che mostra è solo apparente; fa inoltre spesso uso dell'ironia, soprattutto in situazioni drammatiche, per nascondere i suoi malesseri. La fiducia nell'ambiente circostante, accompagnata all'impulsività, può tuttavia portare i nativi del segno a una certa negligenza e ingenuità, inducendoli a non valutare bene le situazioni.

Il Sole si può trovare nel segno nel periodo che va, all'incirca, dal 23 novembre al 21 dicembre:[1][3][4] il periodo esatto varia di anno in anno; per stabilire la sua posizione nei giorni estremi è necessario consultare le effemeridi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sagittario segno mobile, di fine stagione, su dichesegnosei.it. URL consultato il 9 marzo 2020.
  2. ^ FUOCO - Elemento del Sagittario, su dichesegnosei.it. URL consultato il 9 marzo 2020.
  3. ^ sagittario, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  4. ^ Sagittario: segno di autunno, su dichesegnosei.it. URL consultato il 9 marzo 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]