Capricorno (astrologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capricorno
Simbolo del Capricorno
Elemento Terra
Qualità Cardinale
Domicilio Saturno
Esaltazione Marte
Esilio Luna
Caduta Giove
Capricorno rappresentato in un libro di astrologia del XV secolo

Secondo l'astrologia occidentale, il Capricorno è un segno femminile cardinale e di terra governato da Saturno.

In questo segno Marte si trova in esaltazione, la Luna in esilio, Giove in caduta. È opposto al segno del Cancro.

Simbologia del segno[modifica | modifica sorgente]

Il metallo associato al segno è il piombo, il suo colore è il nero, il suo minerale l'onice e il suo fiore il caprifoglio, il suo animale è il gufo, il suo giorno il sabato, la pianta attribuita al segno è l'amaranto.

I suoi punti vulnerabili sono le ossa, le articolazioni e in particolare le ginocchia.

Il Sole si può trovare nel segno del Capricorno nel periodo che va dal 22 dicembre al 20 gennaio[1]. Il periodo esatto varia di anno in anno e per stabilire la sua posizione nei giorni estremi è necessario consultare le effemeridi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ capricorno su Treccani online.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Helene Kinauer Saltarini, Gli astri e la salute: manuale di astrologia, De Vecchi Editore, 1980

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

astrologia Portale Astrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astrologia