San Bartolomeo (Cagliari)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Bartolomeo
StatoItalia Italia
RegioneSardegna Sardegna
ProvinciaCagliari Cagliari
CittàCagliari
Mappa dei quartieri di Cagliari

Mappa dei quartieri di Cagliari

Coordinate: 39°11′47″N 9°08′45″E / 39.196389°N 9.145833°E39.196389; 9.145833

San Bartolomeo è un quartiere di Cagliari.

Il quartiere di San Bartolomeo si estende lungo tutto l'omonimo viale ed è diviso in due zone: la zona alta, la più recente, (che comprende via Francesco Alziator, via Loddo Canepa, via Renato Prunas, via Rafaelo Delogu); e la zona bassa, la più antica (che comprende via San Bartolomeo, via Vergine di Lluc e piazza San Bartolomeo), dove si trova anche la pregevole chiesa parrocchiale del 1600 dedicata a San Bartolomeo.

È collegata con il resto della città dalle linee 6 e 5 dell'azienda di trasporti locale CTM, confina con il quartiere Sant'Elia e, separati dal viale Poetto, con i quartiere La Palma e Quartiere del Sole. Inoltre, attraverso San Bartolomeo è possibile giungere alla località militare e balneare Calamosca.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La spiaggia di Cala Fighera

Il borgo[modifica | modifica wikitesto]

La zona più antica del quartiere, un tempo nota come borgo di San Bartolomeo, è raggiungibile dal viale Poetto tramite la via San Bartolomeo; si contraddistingue per la presenza di diverse caserme e altri edifici militari. Nel XIX secolo vi aveva sede un bagno penale. I forzati erano impiegati nell'estrazione del sale, nelle vicine saline di Cagliari, e nella costruzione di diverse opere del borgo, come la fontana ubicata nella piazza San Bartolomeo, costruita in stile classico nel 1857 e restaurata di recente.

Nella stessa piazza si affaccia la chiesa di San Bartolomeo, la parrocchiale del quartiere, di origine medievale ma rimaneggiata e ampliata in epoche diverse. Una seconda chiesa, dedicata alla Vergine di Lluc (Venerata nell'isola di Maiorca), sorse nel XVII secolo accanto a San Bartolomeo; vi aveva sede il gremio dei notai. Di questa chiesa oggi resta solo la memoria tramandata dal nome della via Vergine di Lluc, che dalla piazza conduce al viale Poetto.

Colle Sant'Elia[modifica | modifica wikitesto]

Percorrendo il viale Calamosca è possibile raggiungere alcune mete di interesse naturalistico nel colle Sant'Elia, che domina il quartiere. Il colle è noto soprattutto per il promontorio detto Sella del Diavolo. Di rilievo sono anche la spiaggia di Calamosca, la spiaggetta di Cala Fighera e le alte falesie.

In cima al colle si trova il faro del 1859 e l'adiacente Torre di Calamosca, edificata nel XVII secolo dagli spagnoli.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]