Is Mirrionis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Is Mirrionis
Is Mirrionis-Paesaggio.jpg
Il quartiere e il colle di San Michele dal quartiere di Castello
StatoItalia Italia
RegioneSardegna Sardegna
ProvinciaCagliari Cagliari
CittàCagliari
Mappa dei quartieri di

Is Mirrionis è un quartiere di Cagliari.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La zona era frequentata già nell'età del rame, come testimoniano alcuni materiali rinvenuti ascrivibili alla cultura di Monte Claro (seconda metà del III millennio a.C.): resti di cibo e di ceramiche, oltre ad alcune tombe trovate negli anni cinquanta, durante la costruzione della Casa dello Studente e della scuola di San Vincenzo. L'abitato doveva essere situato tra il colle di San Michele, il Monte della Pace, Monte Claro e il colle di Buoncammino. Fino al Novecento area rurale, dopo la seconda guerra mondiale comincia ad essere abitato, con la costruzione, dagli anni sessanta, di palazzoni.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Mirrioni in sardo campidanese significa morione, ovvero l'elmo militare, forse di origine spagnola, in uso in Europa nei secoli XV-XVII. Secondo il canonico Giovanni Spano[1] il toponimo Is Mirrionis deriva da "due grossi monoliti detti Mirrionis che prima vi stavano, residui delle antiche cave di pietra". Lo Spano riferisce ancora che secondo il Vidali questi monoliti "Si chiamarono Mirrionis da mirai (guardare) perché sono posti in sito che sembrano fare uffizio di vedette".

Attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Monte Claro[modifica | modifica wikitesto]

Il parco di Monte Claro, diviso con il quartiere La Vega, è ampio 25 ettari e, insieme alle grotte del promontorio di capo Sant'Elia, risulta essere il luogo dei più antichi insediamenti umani della provincia di Cagliari, risalenti al neolitico. È uno dei sette colli di Cagliari, sette come i colli di Roma, di Istanbul e di Lisbona; gli altri sei sono: Castello, Tuvumannu, Tuvixeddu, monte Urpinu, colle di Bonaria e colle di San Michele. Monte Claro oggi è diventato uno dei parchi pubblici più frequentati della città, soprattutto per fare attività sportive come jogging, o per salire fino alla cima del colle tramite sentieri suggestivi, per raggiungere le antiche rovine e il colorato roseto. Nella parte in pianura del parco è presente una grande fontana moderna e un laghetto, attraversato da un ponte pedonale, dove risiedono numerose oche, anatre, tartarughe e pesci di varie dimensioni. Sono presenti anche un teatro all'aperto, un bocciodromo e un'area ludica per bambini. Nel periodo estivo il parco resta aperto fino a mezzanotte, e spesso vengono organizzati eventi culturali e di svago.

Viabilità principale[modifica | modifica wikitesto]

Le principali arterie del quartiere sono:

  • Via Is Mirrionis
  • Via Cadello
  • Confinante con il quartiere, anche l'Asse Mediano di Scorrimento può essere considerata un'arteria molto importante.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Bus[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: CTM (Cagliari).

Rete di trasporti pubblici CTM S.p.A., operata tramite autobus numero: 1, 3, 6, 8, 9, 5, 13, 16, 20, UE.

Strutture pubbliche[modifica | modifica wikitesto]

Il parco centrale all'interno dell'Ospedale SS. Trinità

Vi si trovano la scuola elementare "Italo Stagno", l'Istituto Comprensivo "Francesco Ciusa", le Facoltà di Ingegneria, Lettere, Scienze della Terra dell'Università di Cagliari e il complesso del seminario diocesano. Nel quartiere sono presenti le parrocchie della vicaria dei Santi Pietro e Paolo, il mercato rionale di via Quirra, l'ospedale SS. Trinità e il Commissariato di Pubblica Sicurezza "Cagliari- S.Avendrace" .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ in Guida alla città e dintorni di Cagliari (1861) pag. 355

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Approfondimento sulla storia di Is Mirrionis da Sardegna digital Library

Cagliari Portale Cagliari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cagliari