Rock Band Unplugged

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rock Band Unplugged
videogioco
PiattaformaPlayStation Portable
Data di pubblicazione9 giugno 2009
GenereMusicale
SviluppoBakcbone Entertainment
Harmonix Music Systems
PubblicazioneMTV Games, Electronic Arts
Modalità di giocoSingolo giocatore
SupportoUMD

Rock Band Unplugged è il primo capitolo per piattaforme portatili della serie di Rock Band sviluppato da Backbone Entertainment in collaborazione con Harmonix Music Systems e pubblicato da MTV Games e distribuito da Electronic Arts. Il gioco è pubblicato in esclusiva su PSP[1] ed è stato distribuito il 9 giugno 2009.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Contrariamente a quanto avviene in Guitar Hero: On Tour e capitoli successivi su Nintendo DS, Rock Band Unplugged non si affida a nessuna periferica esterna in quanto modificherà sensibilmente il tipo di gameplay: seguendo ciò che la stessa Harmonix aveva già realizzato in passato con Frequency prima e Amplitude poi, sullo schermo vengono visualizzate tutte e quattro le parti strumentali contemporaneamente e il giocatore sarà libero di suonare le note saltando da un "manico" all'altro in tempo reale e suonando così di volta in volta le note dello strumento che preferisce. Dato che non ci sono microfoni per la voce, la traccia vocale di ogni canzone è composta da note che ripropongano la linea vocale dei vari brani.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo ripropone sia la possibilità di giocare una partita veloce che quella di fare una carriera solista non dissimile da quella dei titoli della serie "maggiore". Non è invece presente il multiplayer.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è composto da 41 canzoni, presenti nella loro versione originale. Di seguito la tracklist completa.

1960s:

1970s:

1980s:

1990s:

2000s:

È stato inoltre ufficializzato il supporto alla possibilità di acquistare nuove canzoni da un apposito store online utilizzando la connessione Wi-Fi della piattaforma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il ritorno di PSP, in Play Generation, nº 39, Edizioni Master, aprile 2009, p. 5, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb177232319 (data)
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi