Lit (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lit
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereRock alternativo[1]
Pop punk[1]
[1]
Post-grunge[1]
Periodo di attività musicale1989 – in attività
Album pubblicati7 (5 LP + 1 EP)
Studio6
Live0
Raccolte1
Sito ufficiale
Lit (2005)

I Lit sono un gruppo musicale alternative rock californiano, formato nel 1990 come gruppo metal-oriented con il nome di Razzle. Pochi anni più tardi il gruppo cambiò il proprio stile musicale in grunge e cambiarono il nome in Stain, ma siccome altre band usavano nomi simili, cambiarono il loro nome in Lit nel 1996.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo arriva alla celebrità nel 1999 con l'album di platino A place in the Sun. Da A place in the Sun sono stati tratti i singoli di successo: My Own Worst Enemy, (che mantenne la posizione numero uno nella classifica per 3 mesi e ricevette il Billboard Music Award per la canzone di maggior successo del 1999), Ziplock e Miserable, che è stata la canzone della top-ten più ascoltata nel 2000 e famoso per la presenza di Pamela Anderson nel video. Il 2000 è un anno di grandi successi anche per Over my head, brano della colonna sonora di Titan A.E. di Don Bluth, il cui video fonde in computer grafica il gruppo ad alcune scene del lungometraggio animato.

Hanno fatto più di 286 show e girato il mondo in supporto all'album A place in the Sun. Oltre al Vans Warped Tour hanno partecipato a Woodstock 1999; la band è andata in tour con The Offspring, Garbage e No Doubt.

Ad A Place in the Sun è seguito nel 2001 la pubblicazione di Atomic, con la top-ten hit Lipstick & Bruises, ma è stato un fallimento commerciale. I Lit fecero un nuovo tour in supporto ad Atomic con Kid Rock e Butch Walker. Lasciarono la RCA nel 2003 e fecero un piccolo tour prima di pubblicare, il 24 giugno 2005, l'album Lit con l'etichetta discografica DRT Entertainment. Il singolo Looks Like They Were Right fu nella classifica delle hit top 40, ma l'album fu di poco successo. Nel marzo 2006 la band ha aperto un ristorante/bar a Fullerton in California chiamato "The Slidebar".

Il chitarrista Jeremy Popoff è apprezzato nella comunità dei chitarristi, frequentemente è apparso nelle riviste di chitarra e la sua chitarra Fender firmata apparì nel calendario 2005 delle chitarre Fender.

È del 5 maggio 2008 la drammatica notizia comunicata dalla band attraverso il sito: al trentottenne Allen Shellenberger, batterista della formazione, viene diagnosticato un cancro maligno al cervello. Sotto la cura dei dottori Hunt e Black, presso il Cedars-Sinai Maxine Dunitz Neurosurgical Institute, segue il trattamento chemioterapico. La band si vede pertanto costretta a rimandare ogni progetto a data da destinarsi, e soprattutto, a rinunciare al tour di concerti in Europa programmato per l'estate 2008, che li avrebbe visti come gruppo di supporto ai Kiss in diverse date.

Nonostante le cure, Allen Shellenberger muore il 13 agosto 2009 a soli 39 anni[2]. Sul suo sito ufficiale la band annuncia l'arrivo di un nuovo batterista e il ritorno in studio per un nuovo album nel 2010.

Il 27 dicembre 2009 i Lit annunciano ufficialmente l'ingresso di Nathan Walker come nuovo batterista e contemporaneamente l'inizio dei lavori per un nuovo album.

Nel Settembre 2010, Kevin Baldes conferma che i Lit sono in studio per le registrazioni del loro sesto studio album. La Band ha scelto come produttore Marti Frederikse(Aerosmith, Def Leppard, Mötley Crüe, Foreigner, Sheryl Crow, Faith Hill).

Nel Luglio 2011 la band ancora in studio per le registrazioni ha pubblicato il video della demo di "You Tonight". Nel Dicembre dello stesso anno la band ha annunciato che i lavori per l'album continuano e che uscirà per la Megaforce Records con il titolo di "The View from the Bottom" il 19 giugno 2012.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale
Ex membri

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 – Bitter
  • 1999 – My Own Worst Enemy
  • 1999 – Ziplock
  • 2000 – Miserable
  • 2000 – Over My Head
  • 2001 – Lipstick And Bruises
  • 2002 – Addicted
  • 2004 – Looks Like They Were Right
  • 2004 – Times Like This
  • 2012 – You Tonight

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Album video[modifica | modifica wikitesto]

  • All Access

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 – Bitter
  • 1999 – My Own Worst Enemy
  • 1999 – Ziplock
  • 2000 – Miserable
  • 2000 – Over My Head
  • 2000 – Four
  • 2000 – Best Is Yet To Come Undone
  • 2001 – Lipstick And Bruises
  • 2002 – Something To Someone
  • 2002 – Live For This
  • 2004 – Looks Like They Were Right
  • 2004 – Too Fast For A U-Turn
  • 2006 – Needle & Thread

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]