Riserva naturale Salina di Tarquinia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale Salina di Tarquinia
Tipo di areaRiserva Naturale di Popolamento Animale
Codice EUAPEUAP0085
StatiItalia Italia
RegioniLazio Lazio
ProvinceViterbo Viterbo
Superficie a terra170,00 ha
Provvedimenti istitutiviD.M. 25.01.80
Gestoreex A.S.F.D.
Mappa della Riserva naturale Salina di Tarquinia.png
Sito istituzionale

La Riserva naturale Salina di Tarquinia è un'area naturale protetta istituita nel 1980. Occupa una superficie di 170 ha, lungo il litorale di Tarquinia, nella provincia di Viterbo, nel Lazio.[1]

I lavori per la realizzazione della salina iniziarono nel 1802, quando lo Stato Pontificio decise di individuare un sito per produrre il sale necessario al fabbisogno di Roma in sostituzione della salina di Ostia. A conclusione dei lavori, protrattisi per vari decenni, la mano d'opera fu inizialmente fornita dai reclusi del carcere di Porto Clementino, poi sostituiti da lavoratori civili.[2]

La Riserva Naturale di Popolamento animale viene costituita nel 1980 ed affidata al Corpo Forestale dello Stato. L'estrazione del sale si è gradualmente ridotta fino a cessare completamente nel 1997.[2]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Avifauna migratrice e stanziale

Specie ittiche

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente. Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix. Agraria.org
  2. ^ a b c d Riserva Naturale Statale Salina di Tarquinia, su corpoforestale.it. URL consultato il 20 febbraio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]