Tamarix gallica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tamerice comune
Tamarix gallica bloemen.jpg
Tamarix gallica
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Tamaricaceae
Genere Tamarix
Specie T. gallica
Nomenclatura binomiale
Tamarix gallica
L.
Sinonimi

Tamarix anglica
Tamarix algeriensis
Tamarix brachylepis
Tamarix madritensis

Nomi comuni

tamerice comune
scopa marina
cipressina
tamarisco

La tamerice comune (Tamarix gallica L.) è una pianta appartenente alla famiglia delle Tamaricaceae.[1]

È la specie di Tamarix più diffusa in Italia come pianta ornamentale[senza fonte]. è nota anche con i nomi volgari di cipressina, tamarisco, tamerisco[2] e scopa marina.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La tamerice comune è un arbusto o piccolo albero legnoso, raggiunge un'altezza di 5-6 (massimo 9-10) metri, semi-sempreverde; con il tronco corto ed eretto, ma spesso incurvato, con la corteccia del fusto e dei rami di colore cinerino e con profonde incisioni; la chioma è di forma cespugliosa ed irregolare, di un bel colore verde-grigio glauco, con i rami lunghi sottili e flessibili; i germogli sono di colore bruno-violaceo, con foglie alterne piccolissime e squamiformi ad apice acuto, ovato-lanceolate, ricoprenti quasi totalmente i rami; i fiori, piccolissimi e numerosi, di colore biancastro o rosato, sono riuniti in spighe terminali, fioriscono nei mesi da maggio a luglio e sono molto frequentati dalle api per il generoso contributo di nettare e polline; i singoli fiori sono costituiti da una corolla di 5 petali giallini o rosati, con 5 stami sporgenti e un pistillo con ovario supero, sormontato da 3 stili filiformi; il frutto si presenta come una capsula ingrossata alla base e sottile all'apice, con base triangolare.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La tamerice comune cresce negli ambienti litoranei e sui greti dei torrenti, sempre in terreni sciolti, spesso sabbiosi. Sopporta anche la salsedine e vegeta anche in terreni salini, essendo tra le piante alofite. È spontanea nelle zone costiere del mediterraneo occidentale, da 0 a 800 metri s.l.m..

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

La tamerice comune in passato veniva utilizzata come foraggio essendo apprezzato il sapore salato dal bestiame. È usata come albero ornamentale in giardini, parchi, viali. inoltre è stata utilizzata per il rimboschimento di luoghi sabbiosi e salati, come barriera frangivento e per il consolidamento delle dune.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Osservata sulle piante in riva al mare, è la "sudorazione" sotto forma di gocce di liquido chiaro ed estremamente salato, la quale durante il giorno ed in assenza di vento (che ne favorirebbe l'evaporazione) cade al suolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tamarix gallica, in The Plant List. URL consultato il 5 aprile 2018.
  2. ^ Dizionario di Italiano su dizionario Corriere.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica