Ischnura elegans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ischnura elegans
Thomas Bresson - Ishn-eleg-2 (by).jpg
Ischnura elegans
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Palaeoptera
Ordine Odonata
Sottordine Zygoptera
Superfamiglia Coenagrionoidea
Famiglia Coenagrionidae
Genere Ischnura
Specie I. elegans
Nomenclatura binomiale
Ischnura elegans
(Vander Linden, 1820)

Ischnura elegans (Vander Linden, 1820) è una damigella appartenente alla famiglia Coenagrionidae, comune in Eurasia.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Femmina

Gli esemplari maschi presentano il capo ed il torace ornato di colore blu e nero, con il ventre colorato di nero, mentre gli esemplari femmina presentano un'ampia gamma di colorazioni, dal viola, al rosa al verde chiaro. Le tonalità di colore più chiaro sono tipiche degli esemplari giovani, mentre gli adulti presentano colorazioni più scure.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie ha un ampio areale che si estende dall'Europa occidentale al Giappone attraverso gran parte dell'Eurasia.[1] È assente in Sicilia, Sardegna e Corsica ove è vicariata dalla congenere Ischnura genei.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ischnura elegans, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 4 ottobre 2019.
  2. ^ (EN) Schorr M., Lindeboom M., Paulson D., World Odonata List, University of Puget Sound. URL consultato il 4 ottobre 2019.
  3. ^ (EN) Ischnura genei, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 4 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi