Pietro Naselli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietro Naselli, C.O.
arcivescovo della Chiesa cattolica
Archbishop CoA PioM.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato11 luglio 1782 a Palermo
Ordinato presbitero19 dicembre 1807
Nominato vescovo15 febbraio 1838 da papa Gregorio XVI
Consacrato vescovo18 marzo 1838 dall'arcivescovo Domenico Benedetto Balsamo, O.S.B.
Elevato arcivescovo13 luglio 1840 da papa Gregorio XVI
Deceduto16 dicembre 1862 (80 anni) a Napoli
 

Pietro Naselli (Palermo, 11 luglio 1782Napoli, 16 dicembre 1862) è stato un arcivescovo cattolico italiano, Grande di Spagna di prima classe[1][2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato dalla nobile famiglia dei Naselli ed Alliata, principi d'Aragona,[1] si forma nell'oratorio di san Filippo Neri a Palermo.[2]

Il 19 dicembre 1807 viene ordinato sacerdote.

Il 15 febbraio 1838 papa Gregorio XVI lo nomina vescovo di Piazza Armerina; viene consacrato il 18 marzo dello stesso anno a Monreale dall'arcivescovo metropolita di Monreale Domenico Benedetto Balsamo.

Il 13 luglio 1840 rassegna le dimissioni perché nominato cappellano maggiore di corte da re Ferdinando II;[3] contestualmente viene nominato arcivescovo titolare di Nicosia da papa Gregorio XVI.

Muore a Napoli il 16 dicembre 1862.[2]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran priore e cavaliere di gran croce del Real ordine costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Gran priore e cavaliere di gran croce del Real ordine costantiniano di San Giorgio
— 1840[4]
Cavaliere dell'Insigne e reale ordine di San Gennaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Insigne e reale ordine di San Gennaro
— 1858[5]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marchese di Villarosa, Memorie degli scrittori Filippini o sieno Della Congregazione di S. Filippo Neri raccolte dal marchese di Villarosa, parte seconda, Napoli, 1842.
  2. ^ a b c Vescovi dell'Oratorio, su oratoriosanfilipponeripalermo.org. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  3. ^ I Vescovi della Diocesi, su diocesipiazza.it. URL consultato il 25 febbraio 2017.
  4. ^ Almanacco reale del Regno delle Due Sicilie per l'anno 1841, Napoli.
  5. ^ Ordine di San Gennaro, su nobili-napoletani.it. URL consultato il 25 febbraio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]