Giovanni Niccolò Tanara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Niccolò Tanara
patriarca della Chiesa cattolica
Giovanni Niccolò Tanara.jpg
Ritratto di Giovanni Niccolò Tanara, arcivescovo metropolita di Urbino (XIX secolo)
Template-Patriarch (Latin Rite) Interwoven with gold.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato12 maggio 1795 a Bologna
Ordinato presbitero20 settembre 1817
Nominato vescovo21 maggio 1827 da papa Leone XII
Consacrato vescovo24 giugno 1827 dal cardinale Carlo Oppizzoni
Elevato arcivescovo2 luglio 1832 da papa Gregorio XVI
Elevato patriarca24 novembre 1845 da papa Gregorio XVI
Deceduto3 dicembre 1853 (58 anni) a Nizza
 

Giovanni Niccolò Tanara, anche detto Tanari (Bologna, 12 maggio 1795Nizza, 3 dicembre 1853) è stato un patriarca cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Niccolò Tanara fu ordinato sacerdote il 20 settembre 1817. Ricevette il 26 febbraio 1818, all'Università di Bologna, un dottorato in diritto canonico. Entrò al servizio della Curia romana e divenne, il 27 gennaio 1825, prelato domestico, e dal 1º ottobre 1826 protonotario apostolico.

Fu delegato apostolico di Fermo ed Ascoli dal 30 settembre 1826 prima della nomina a vescovo di Faenza, concessa da papa Leone XII il 21 maggio 1827. Fu consacrato il 24 giugno dal cardinale Carlo Oppizzoni, assistito dai vescovi Antonio Maria Cadolini, B., e Filippo de Angelis.

Il 2 luglio 1832 papa Gregorio XVI lo nominò arcivescovo titolare di Nicosia e poco dopo, il 17 dicembre, lo assegnò all'arcidiocesi di Urbino dove rimase fino all'elevazione a patriarca titolare di Antiochia il 24 novembre 1845, nonché canonico di San Pietro in Vaticano. Papa Pio IX lo nominò segretario della Congregazione della visita apostolica il 16 luglio 1847.

Morì a Nizza il 3 dicembre 1853.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89505344 · ISNI (EN0000 0000 6186 2932 · WorldCat Identities (ENviaf-89505344