Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi di Berserk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Berserk (manga).

Questo è un elenco dei personaggi che appaiono nel manga e nella serie animata di Berserk, di Kentaro Miura, edito in Italia da Panini Comics.

Squadra dei Falchi (originale)[modifica | modifica wikitesto]

Gatsu[modifica | modifica wikitesto]

Gatsu (ガッツ Gattsu?), Guts nell'edizione italiana dell'anime, è il protagonista della serie, molto muscoloso, caratterizzato da un'enorme spada delle dimensioni di un uomo (Ammazzadraghi). Nato dal corpo privo di vita di una donna impiccata, cresce in un mondo privo di affetto, cercando sul campo di battaglia e nel rude padre adottivo Gambino l'amore che gli era stato negato; proprio il padre finisce per venderlo a un soldato per una notte, e il ragazzo vive quindi un'esperienza terribile come lo stupro: ciò gli causerà turbe psichiche non indifferenti, e lo porterà all'involontario omicidio dello stesso padre adottivo il quale rappresentava la sua unica famiglia. Da adulto, Gatsu finalmente trova degli amici e l'amore nella guerriera Casca, (malgrado un'iniziale e contraccambiata ostilità), una dei più abili comandanti della squadra dei falchi. Perduta, insieme al senno di Casca, ogni possibilità di essere amato, accecato dall'odio verso chi considerava il suo amico più fidato, intraprende un viaggio di vendetta nei confronti di quest'ultimo, vendetta divenuta ormai la sua unica ragione di vita. La maledizione di Gatsu, così ben concretizzata dal marchio impostogli dalla Mano di Dio, caratterizzava già idealmente la sua vita sin dall'inizio quando, proprio a causa del fatto di essere nato dal grembo di un'impiccata, gli umani intorno a lui lo credevano maledetto e lo allontanavano.

Cresciuto con la paura di essere scacciato viene poi tradito proprio da chi lo aveva accolto (Grifis), e tutto il bene che aveva (Casca e la squadra d'assalto dei falchi) viene in qualche modo cancellato. Malgrado i suoi propositi di vendetta, una volta arrivato a rendersi conto che la rabbia lo stava consumando e rendendo simile proprio a colui che stava cercando di eliminare, decide di abbandonare tutto e dirigersi con la sua amata Casca nella terra degli elfi. Il Cavaliere del teschio spiega che in quell'isola sembra abitare un re elfo citato in molte leggende, che possiede il potere di spezzare il marchio dei sacrificati di Gatsu e Casca e restituire a lei persino la ragione. Durante il lungo viaggio Gatsu è costretto a ricorrere molto spesso ai poteri dell'armatura del Berserk ricevuta da Shilke per affrontare le continue ondate di spiriti maligni e Apostoli. Durante il tragitto sulla nave, Gatsu viene contattato dalla "bestia oscura" che si cela dentro di lui, e che ha l'aspetto di un mostruoso lupo demoniaco irto di zanne: esso lo avverte che presto Shilke non sarà più capace di domarlo, in quanto sarebbe diventato sempre più potente, e che presto avrebbe preso il controllo per potere uccidere Grifis. Giunto infine nell'isola degli elfi, vengono rivelate questioni importanti sul destino del mondo e mentre Farnese e Shilke tenteranno di curare Casca, Gatsu sarà costretto ad aspettare l'esito della loro missione.

Griffith[modifica | modifica wikitesto]

Griffith (グリフィス Gurifisu?) o Grifis nell'edizione italiana del manga, è identificato dalle creature delle tenebre come Re dei desideri, o anche come principe dei peccatori. Il suo sogno è di avere un regno tutto suo, non importa quale sia il prezzo da pagare. Griffith è caratterizzato da un'assenza di morale i cui residuati vengono superati dalla logica equivalenza tra la vita e la violenza. Adorato come un messia, portatore di una speranza nelle esistenze grigie degli uomini comuni, Griffith trascina tutti i suoi seguaci in una favola i cui bordi però sono orlati di mistero e di realtà spaventose. L'orrendo patto che lo porta a sacrificare tutta la vecchia squadra dei falchi per la nuova coincide con il desiderio di superare i limiti angusti della sua umanità e del suo cuore. Rischia la sua vita più di una volta per venire in aiuto di Guts che considera l'unico che fosse stato capace di distoglierlo dal suo sogno, e i sentimenti che Griffith prova per lui non sono mai chiari, tanto che per alcuni fan si tratta addirittura di amore. Si dimostra geloso anche nei confronti di Casca. Dopo aver sconfitto l' apostolo Ganishka riedificherà l'antica città sotto la capitale e la ribattezzerà Falconia e ne diventerà il sovrano.

Caska[modifica | modifica wikitesto]

Casca (キャスカ Kyasuka?) o Caska nell'edizione italiana del manga, è una ragazza di colore e uno dei comandanti della squadra dei falchi. Ella adorava Griffith per avergli dato qualcosa per cui vivere e l'opportunità di dimostrare il proprio valore. Lo amava e quindi era gelosa di Guts la cui presenza sin dall'inizio aveva percepito come minacciosa per le sue irrealizzabili aspettative verso Griffith, e che riteneva colpevole di averlo cambiato. Arriva, pertanto, a odiare e a disprezzare Guts, malgrado gli svariati successi che riesce puntualmente a ottenere al comando della squadra d'assalto. Qualcosa cambia irrimediabilmente quando Guts rischia la sua vita per salvarla, arrivando a gettarsi in un dirupo. Dopo la rovinosa caduta Guts si prenderà cura di lei fino a quando, braccati dai nemici, dovrà scontrarsi con un centinaio di uomini per permetterle di fuggire in quanto non era ancora in grado di combattere. Quando tutti credevano che Guts non fosse sopravvissuto, lei malgrado non fosse ancora guarita, guida disperatamente la squadra in aiuto di Guts, arrivando però troppo tardi, dal momento che Guts aveva già, incredibilmente, provveduto da solo.

Nel tempo compreso tra la caduta di Griffith e il suo salvataggio, dimostra molto carattere mantenendo in piedi la Squadra dei Falchi. Al ritorno di Guts i due si innamorano definitivamente e Casca rimane incinta, sebbene non faccia in tempo ad accorgersene prima dell'eclissi.

In seguito allo stupro subito da Caska per mano di Phemet durante l'eclissi (da cui lei ne uscirà mentalmente regredita ad uno stato infantile preverbale), il feto viene infettato dall'essenza demoniaca e di conseguenza Casca avrà un aborto spontaneo; il feto demoniaco seguirà nell'ombra Guts e Casca per tutto il tempo sino agli eventi della torre della condanna dove il suo corpo deforme verrà usato per la reincarnazione umana di Griffith. Dopo l'incontro con quest'ultimo al cimitero della squadra dei falchi, Guts si occuperà di portare Casca all'isola degli elfi dove forse potrà essere curata dalla pazzia. Al gruppo si aggiungeranno poi Isidro, Serpico e Farnese. Con quest'ultima Casca si affezionerà maggiormente. Giunti infine nella paradisiaca isola elfica, il gruppo fa infine conoscenza dalla regina degli elfi. Caska viene portata dalla regina insieme a Farnese e Shilke nelle profondità del grande albero dove risiede il passaggio dei sogni: rivelandosi dei giganteschi funghi spirituali, i quali possiedono il potere di entrare nelle profondità della sua psiche per aiutarla. Shilke e Farnese guidati dai petali della regina escono dai loro rispettivi sogni entrando infine nel sogno di Caska, il quale presenta somiglianze nel luogo dove avvenne l'eclissi: Si mostra come una landa desolata illuminata da un sole nero, dove il terreno è disseminato di lance dove sono appesi dei mantelli neri. In lontananza si può scorgere una cima oscura. Qui le due ragazze trovano un mastino trafitto da delle lance trascinare una bara attaccata a una catena. in quel momento i mantelli neri predono forma diventando grossi pipistrelli demoniaci che munuti delle lance che li tenevano appesi attaccano il mastino. Farnese e Shilke intervengono con i loro poteri riuscendo infine a respingerli. Il mastino non attacca le due ragazze capendo che non sono nemici. Esaminando il suo corpo, Shilke scorge, il marchio del sacrificio, dietro al collo capendo infine che il cane rappresenta simbolicamente Gatsu. Poiché anch'egli manca un occhio ed è sprovvisto della zampa sinistra. Aprendo la bara vi trovano al suo interno una bambola di grandezza umana ridotta in pezzi. Osservando il marchio del sacrificato sul petto Shilke comprende infine che quella è la coscienza di Caska ridotta ormai in frantumi. Tutta via dentro alla bambola si mostra una Caska molto piccola simile a una piccola fata che si comporta in modo infantile giocherellando. Shilke comprende che essa è tutto ciò che rimane della coscienza di Caska. Accompagnando il cane nel tragitto Shilke e Farnese trovano un piccolo falò che mostra una visione di un Gatsu giovane quando ancora era nella squadra dei falchi. Il falò infine si trasforma in un frammento di ricordi. Il segugio raccogliendolo lo mette dentro alla bambola il quale si salda automaticamente su di essa. Shilke capisce che raccogliendo tutti i frammenti sparsi in quelle lande sarà possibile restituire a Caska la sua coscienza e la ragione. Evocando la ruota infuocata e un gigantesco golem, Caska e Shilke si preparano ad addentrarsi in quelle lande per recuperare i frammenti di Caska. Tramite la magia dei sogni, Shilke e Farnese riescono a fermare gli esseri oscuri che abitano le lande riuscendo a recuperare progressivamente i frammenti della memoria di Caska, i quale tramite essi percepiscono i suoi sentimenti e vedono com'era Gatsu prima di incontrarlo, (Farnese più di Shilke inizia a comprendere tali sentimenti e il dolore che ha affrontato Gatsu). Ricomposta buona parte della bambola la piccola Caska al suo interno inizia a parlare con consapevolezza, ad indicare che Caska sta tornando lentamente se stessa. Shilke percepisce infine che gli ultimi frammenti, principalmente quelli legati durante l'eclissi si trovano sulla cima oscura che sovrasta quelle lande. Comprendendo che essa è il posto più pericoloso, chiudono la bara tenendo al sicuro la piccola Caska preparandosi alla meta finale non che la più pericolosa.

Judeau[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Judo (Berserk).

Judo nell'edizione italiana del manga. Membro dei Falchi, dal carattere solare e positivo, è abilissimo nell'uso di coltelli. Innamorato segretamente di Casca, non le ha mai confessato i suoi veri sentimenti. Supporta Guts in più occasioni e spera che lui possa rendere felice Casca. Muore nel tentativo di salvare la compagna durante l'eclissi, un attimo prima di riuscire a dichiarare il suo amore per lei. Da lui Guts ha imparato a lanciare i coltelli.

Pippin[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Pipin.

Pipin nell'edizione italiana del manga. Membro massiccio e un po' corpulento dei Falchi, di cui è tra i migliori elementi, che spicca soprattutto per il carattere taciturno. Durante l'eclissi insieme a Judo cerca di aiutare Casca ed insieme agli altri suoi compagni viene, suo malgrado, sacrificato da Griffith.

Korcus[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Kolcas.

Colcas nell'edizione italiana del manga. Membro più odioso della Squadra dei Falchi. Cinico, pavido e spavaldo nutre un forte odio nei confronti di Guts fin dal primo incontro. Nonostante la sua presunzione non è molto abile nel combattimento, ma ciò nonostante è riuscito a ottenere il comando di parecchi uomini all'interno della Squadra. Durante l'eclissi verrà sedotto da un apostolo donna, che lo attirerà grazie alla sua bellezza prima di manifestarsi nella sua forma trasformata e lo ucciderà.

Rickert[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Rickert.

Il più piccolo membro della Squadra dei Falchi. Per sua fortuna non partecipa al massacro dell'eclissi perché in quel momento era andato a controllare se il confine era sicuro; quando il Cavaliere del Teschio salva Guts e Casca dall'eclissi lui li cura presso la casa di Godot, ove si stabilirà imparando dal vecchio il mestiere di fabbro e armaiolo, rimanendo in attesa del ritorno di Guts. Da grande, dopo aver scoperto la verità sugli eventi dell'eclissi, decide di non seguire Guts nella sua vendetta contro Griffith (perché doveva badare a Erika), né tanto meno si allea col Falco di luce quando lui stesso viene a proporgli di entrare nella nuova Squadra dei Falchi.

Compagnia di Guts[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine della squadra dei falchi massacrati durante l'eclissi, Guts nel suo peregrinaggio prima di vendetta e poi in cerca di una cura per Casca, si uniscono a lui nuovi compagni.

Puck[modifica | modifica wikitesto]

Puck (パック Pakku?), Pak nell'edizione italiana del manga, è un piccolo elfo che accompagna Guts durante il suo viaggio dopo che quest'ultimo lo aveva salvato da dei malfattori. Anche se non è un abile combattente (la sua arma è una castagna) è molto utile per le sue facoltà curative che più di una volta salvano il protagonista e lo aiutano a superare i momenti più drammatici con la sua allegria. Puck inizialmente è il personaggio che sdrammatizza la storia, con le sue facce buffe e schematizzate dall'autore che citano anche altri manga famosi (Doraemon, Saint Seiya, ecc...). Nel corso della storia verrà affiancato da altri personaggi "positivi" che si uniranno al gruppo di Guts. Nel "prequel" di Berserk, Berserk Prototype, Puck mantiene il nome originale (nonché ufficiale) e prende ispirazione dall'elfo divertente e sbarazzino presente nella commedia di William Shakespeare "Sogno di una notte di mezza estate".

Farnese de Vandimion[modifica | modifica wikitesto]

Farnese de Vandimion (ファルネーゼ・ド・ヴァンディミオン Farunēze do Vandimion?) è il comandante dell'ordine cavalleresco della Sacra Catena Ferrea, esercito della Santa Sede, ed è una convinta religiosa. All'inizio darà la caccia a Guts che scambierà per il "falco delle tenebre" ma alla fine si unirà a lui desiderosa di vedere la verità che va oltre la realtà. Si prenderà cura di Casca durante il viaggio e ad un certo punto chiederà a Shilke di prenderla come allieva per poter diventare una maga, inoltre ignora di essere sorellastra di Serpico. Nel corso della storia gli allenamenti sulla magia con Shilke cominceranno a dare i loro frutti e, raggiunta l'isola degli elfi saranno Farnese e Shilke a dover tentare di curare Casca dalla pazzia entrando nei suoi sogni. Sembra essersi innamorata di Gatsu, poiché a bordo della nave prima di sentire cosa rappresenti Caska per Gatsu interrompe il contatto per non volerlo sapere.

Serpico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serpico (personaggio).

È il fratellastro di Farnese, dopo che da piccolo lei lo salvò dal gelo le rimarrà profondamente legato prodigandosi come assistente e difensore. Inizialmente non prova una grossa simpatia per Guts, considerandolo una fonte di pericolo e di sventura per la sorellastra ma col tempo diventeranno buoni compagni. È un eccellente fiorettista e il suo apporto in battaglia spesso è indispensabile per la vittoria e sopravvivenza del gruppo, anche grazie a un fioretto incantanto e il mantello dei silfe donatigli da Shilke che gli permettono di utilizzare gli elementali del vento: il primo per combattere e creare vortici in grado di spazzare via gli avversari o raffiche di vento in grado di tagliare gli oggetti e i nemici anche a distanza; il secondo invece è un mantello che gli permette di entrare in contatto con gli elementali del vento (i silfe appunto), in modo da potersi muovere molto velocemente, di volare per brevi tratti e di schivare attacchi di armi da lancio. L'utilizzo combinato di questi due preziosi artefatti magici lo rendono forte al punto di poter competere con gli apostoli.

Isidoro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Isidoro (Berserk).

Un ragazzino scappato dal proprio villaggio in cerca di fama e gloria, incontra casualmente Guts restando profondamente impressionato, soprattutto per la sua forza e il suo carattere, tanto da decidere di seguirlo. Il suo contributo, seppure spesso limitato a diversivi, si rivelerà svariate volte decisivo. Col tempo e con l'addestramento impartitogli da Guts, impara a utilizzare una sua particolare tecnica con due spade e riceverà da Shilke un pugnale che sfrutta il potere delle salamandre, gli spiriti elementali del fuoco.

Shilke[modifica | modifica wikitesto]

Giovane strega, apprendista di Flora quando compare per la prima volta, con l'avanzare della storia si dimostra sempre più un'abile strega, come dimostrato in più occasioni con l'evocazione di potenti magie. In seguito alla morte di Flora, su consiglio di quest'ultima, si unisce a Guts e al suo gruppo nel loro viaggio verso il Paese degli elfi. Successivamente inizierà Farnese all'uso della magia, passando in breve tempo da allieva a maestra. Similmente a Farnese, col tempo inizia a provare per Guts un sentimento di ammirazione misto ad attrazione. Rimanendo in contatto spirituale con Guts gli permette di sfruttare il potere dell'armatura del Berserk senza esserne soggiogato.

Ibarella[modifica | modifica wikitesto]

Elfa compagna di viaggio e confidente di Shilke. Bisticcia spesso con Puck e si diverte a prendere in giro Shilke per la cotta che ha quest'ultima per Guts.

I nuovi Falchi[modifica | modifica wikitesto]

Zodd[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Zodd.

Apostolo della Mano di Dio. Vissuto per più di 300 anni, è soprannominato "Nosferatu" e "immortale" e finora nessuno è mai riuscito a sconfiggerlo. Ha un conto aperto con Guts ed il Cavaliere del Teschio di cui considera quest'ultimo come suo rivale. È stato il primo apostolo a servire il rinato Griffith e il primo membro della nuova squadra dei falchi.

Gurnbeld[modifica | modifica wikitesto]

Gigante membro della Nuova Squadra dei Falchi. Quanto a dimensioni, supera perfino Zodd. È un guerriero dalla forza fisica sorprendente, capace di mettere in grosse difficoltà persino Guts che supera nettamente in potenza fisica anche in forma umana. È soprannominato il "Drago di fuoco" per via dei suoi capelli e della sua armatura. Tra il suo equipaggiamento spicca un cannone portatile incassato nel suo scudo. La sua trasformazione in apostolo ricalca un Drago ricoperto da grandi escrescenze cristalline appuntite. Si definisce il principale rivale di Zodd, facendo intendere che fra i due ci sia una sfida aperta.

Rocks[modifica | modifica wikitesto]

Membro della Nuova Squadra dei Falchi. È soprannominato il "Cavaliere dei raggi di luna" e ha incontrato Griffith grazie all'aiuto dell'oracolo. È famoso per aver vinto in passato ogni giostra indetta dai regni delle Midlands, dai quali si discostò in seguito facendo perdere ogni sua traccia. La sua trasformazione in apostolo gli permette di fondersi con la sua armatura ed il suo destriero dando vita ad una specie di centauro interamente ricoperto di metallo.

Arwain[modifica | modifica wikitesto]

Membro della Nuova Squadra dei Falchi, il cui modo di vestire ricorda il classico abbigliamento di Robin Hood; utilizza anche un arco con il quale riesce a scoccare più frecce contemporaneamente ed è l'apostolo più taciturno tra le file del Falco. La sua trasformazione in apostolo lo trasforma in un ibrido centaurico che lo vede fuso per il busto a quello che sembra essere un lupo demoniaco.

Laqshas[modifica | modifica wikitesto]

Un Barkilaka reietto con indosso una maschera molto abile nei movimenti. Anche lui è un apostolo di Griffith, ma come lui stesso afferma, lo vorrebbe uccidere aspettando il momento giusto. Il suo aspetto è quello di un essere ricoperto di stracci scuri con una maschera con tre occhi. Con i suoi poteri Laqshas è in grado di nascondersi in qualunque anfratto di oscurità e ciò lo rende un perfetto assassino. Servendosi delle ombre si nasconde sotto l'ala di Zodd mentre questo trasporta Grifis sulla testa dell'imperatore Ganishuka osservando gli avvenimenti. Laqshas sembra detestare tremendamente la luce provando collera quando qualcuno lo guarda.

Sonia[modifica | modifica wikitesto]

Ragazzina affascinata da Griffith, si arruola nella Nuova Squadra dei Falchi. È brava con arco e frecce, ma la sua capacità maggiore è quella di leggere i pensieri della gente. Avrà un breve incontro con Shilke di cui diverrà amica e nel quale le chiederà sfacciatamente di unirsi alla Nuova Squadra dei Falchi, ottenendo però un rifiuto da quest'ultima. Prova gelosia nei confronti della principessa Charlotte che riceve maggiori attenzioni da Griffith. Dalle sue profezie Sonia sostiene che un giorno Shilke e lei si reincontreranno. Sonia sembra avere un passato molto simile a quello di Caska poiché anche lei venne salvata poco tempo fa da Grifis da alcuni banditi che uccisero tutti gli abitanti del suo villaggio dandolo infine alle fiamme.

Apostoli minori[modifica | modifica wikitesto]

Costoro una volta erano umani, ma tramite il karma, entrando in possesso del Bejelit, hanno sacrificato al male ciò che più amavano, trascendendo così in demoni immortali. La sola regola che gli apostoli hanno sulla terra dettatogli dai cinque arcidemoni "è di fare ciò che vogliono". Molti di essi hanno partecipato alla celebrazione notturna di Grifis rinato come Phemet. A differenza dei cinque arcidemoni, se il corpo di un apostolo dovvesse morire finirebbe trascinato nel vortice infernale. Gatsu sopravvissuto all'eclissi, iniziò a dare loro la caccia massacrandone la maggior parte per cercare costantemenre vendetta per la morte dei suoi compagni e della pazzia di Caska. Gli apostoli minori sentendo dei suoi continui massacri hanno cominciato a temerlo, arrivando a sostenere che non sia umano.

Wiald[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Wiald.

Capo dell'esercito dei Cani Infernali, è anch'egli un apostolo della Mano di Dio. Noto a tutti per la sua crudeltà, venne ingaggiato dal Re Midlands per uccidere Griffith. Verrà sconfitto da Guts dopo essersi tramutato in mostro, ma ucciso definitivamente da Zodd, per aver tentato di uccidere Griffith.

Koca[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Koca.

Apostolo della Mano di Dio. Terrorizzava le città e le teneva sotto il suo controllo facendosi dare tributi ed esseri umani da divorare, in cambio di "protezione". Sconfitto dal cannone di Gatsu, il quale l'ha usato con grande maestria e intelligenza, viene poi torturato dallo stesso, dopo essersi trasformato in Cobra gigante.

Il Conte[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Il Conte (Berserk).

Altro apostolo della Mano di Dio. Accusa i pellegrini di essere eretici. Di lui sappiamo anche la sua storia. Quando era a capo dell'armata del suo regno si allontanava di casa per andare a combattere. Quando rincasò un giorno, si recò in una stanza dove c'era sua moglie che prendeva parte a un'orgia. Grazie al potere del "bejelit" invocò i 4 della Mano di Dio e offrì la sua donna in sacrificio, diventando un apostolo. Leggermente più forte di Gatsu, stava per ucciderlo (non ci riesce anche grazie a Pak), ma il Guerriero Nero, per assicurarsi la vittoria prende in ostaggio la figlia. Muore non avendo il coraggio di sacrificare anche la piccola.

Lucine[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Lucine.

Un tempo amica di Jill; diventa un apostolo per tornare a essere felice. Mette su una squadra di elfi, catturando i bambini dei villaggi. Nel tentativo di persuadere Jill, viene affrontata e sconfitta da Gatsu, dopo un equilibrato scontro.

Apostolo Bejelit[modifica | modifica wikitesto]

Non si capisce bene cosa sia, ma esso racconta di essere stato un "nessuno", senza nome né identità. Diventa Apostolo dopo aver sacrificato il mondo alla Mano di Dio in cambio di un mondo perfetto. Nonostante le apparenze, può donare poteri alle persone tramuntandoli in una sorta di semi-apostoli. Stranamente a differenza di tutti gli altri apostoli, esso presenta il marchio di un sacrificato come Gatsu e Caska impresso nella lingua. Ingerisce il figlio di Gatsu e dona la vita al rinato Grifis.

Ganishuka[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Ganishuka.

L'imperatore Kushan del terrore. Governa la città stregata di Windom, facendo un vero e proprio genocidio di persone. Tiene rinchiusa la principessa Charlotte come prigioniera. Nella sua forma di apostolo, diventa un'enorme massa di vapore. A differenza degli altri apostoli rifiuta la supremazia di Grifis, in cui vede un acerrimo rivale poiché è stato accolto dai cinque, quindi cerca di combatterlo; nel tentativo di contrastarlo, arriva infine a rinascere nuovamente per trascendere la sua condizione d'apostolo, trasformandosi in un mostro colossale dalle fattezze simili al dio Shiva.

Mano di Dio[modifica | modifica wikitesto]

La Mano di Dio

La Mano di Dio è un gruppo di arcidemoni i cui scopi sono ancora lontani dall'essere chiariti. Inizialmente il gruppo è composto da quattro elementi, Void (ボイド, Boido?), Slan (スラン, Suran?), Ubick (ユービック, Yūbikku?) e Conrad (コンラッド, Konraddo?) che diventano cinque quando Griffith accetta di unirsi a loro diventando Phemto (フェムト, Femuto?), le Ali delle Tenebre. A differenza degli apostoli minori essi hanno sacrificato al male centinaia di persone. Sono degli esecutori in terra che agiscono secondo la volontà dell'entità maligna conosciuta come "il dio non creato dagli uomini" che sta nella zona più profonda del mondo degli spiriti. Essi possono donare un sorta di immortalità a chi ne diventa parte trasformandolo in un demone dotato di potere e di forza sovrumana. Tuttavia il prezzo da pagare è sacrificare al male la cosa che più si ama. Molti apostoli hanno sacrificato al male le persone a loro più care per diventarlo. Se essi però venissero in qualche modo fisicamente uccisi, finirebbero trascinati nel vortice infernale dell'inferno, a meno che non possano fare ancora ricorso al Bejelit. La sola cosa che gli arcidemoni dicono agli apostoli minori sulla terra è di fare ciò che vogliono. I membri della "Mano di Dio" si ispirano chiaramente come aspetto e come caratterizzazione ai Cenobiti della serie horror Hellraiser, tanto nell'aspetto quanto per la funzione che svolgono.

Void[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Boid.

Membro e probabilmente "capo" della Mano di Dio. Parla poco, ma è lui che controlla il karma di ognuno. Potrebbe aver usato il bejelit migliaia di anni addietro. L'aspetto fisico è chiaramente ispirato ai Cenobiti "Chatterer" e "Butterball" della serie horror Hellraiser, tanto per l'abbigliamento quanto per le orrende mutilazioni al viso e in particolare alla bocca. Il suo ruolo invece, essendo il "capo" della Mano di Dio, ricalca grossomodo quello di Pinhead, che è appunto il capo dei Cenobiti. È doppiato da Mario Scarabelli nel doppiaggio Merak del 1997, mentre nel terzo film dell'Epoca d'Oro è doppiato da Claudio De Davide.

Slan[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Slan (personaggio).

Unica donna della Mano di Dio. I suoi poteri sono legati all'edonismo e alla mancanza di inibizioni. È molto interessata a Guts e vorrebbe che diventasse anche lui un apostolo. Nel doppiaggio Merak della serie lei è doppiata da Caterina Rochira, mentre nel film "L'Avvento" è doppiata da Cristina Lionello.

Ubick[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Urbick.

Altro membro della Mano di Dio. Non sembra avere particolari poteri, tranne quelli illusori, probabilmente legati ai concetti di follia e confusione. A ogni sua apparizione spiega ciò che sta accadendo, parlando con l'eletto di turno e con le vittime. Insieme a Void è il personaggio che più ricorda i cenobiti della serie Hellraiser, in particolare "Butterball", mentre il suo svolazzare ricorda il Barone Vladimir Harkonnen così come compariva nel film Dune di David Lynch. Nel doppiaggio italiano dell'anime del 1997, è doppiato da Claudio Moneta, nel film "L'avvento" invece, è doppiato da Elio Pandolfi.

Conrad[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Conrad (Berserk).

Ultimo membro della Mano di Dio. Anche lui parla molto poco. Il suo aspetto ricorda quello di un cadavere tumefatto. Non sembra avere un ruolo particolarmente importante. Quando i diversi piani dell'esistenza cominciano a gondersi lo si vede anche fuoriuscire da un cumulo di ratti portatori di peste, il che fa dedurre che abbia poteri legati alla corruzione e al decadimento. Nel doppiaggio italiano dell'anime del 1997 è doppiato da Marco Balbi. Per il doppiaggio della serie dei film, è doppiato da Stefano Alessandroni.

Phemto[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Grifis.

Detto il "Falco delle tenebre" è l'ultimo dei componenti della Mano di Dio, nonché Griffith. Sembra avere dei poteri legati a spazio e tempo poiché è in grado di evocare dei portali per difendersi e a manipolare lo spazio-tempo. Ridiventa umano grazie al sacrificio del figlio demoniaco di Guts.

Corte Reale delle Midland[modifica | modifica wikitesto]

Re delle Midland[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Re delle Midlands.

Il re del regno delle Midlands. Stravedeva per Griffith, ma dopo che quest'ultimo ebbe una relazione con sua figlia, impazzì: il motivo è che nutre un attaccamento morboso nei confronti di lei, vedendola più come un'immagine della moglie scomparsa che come una figlia.

Charlotte[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del re delle Midlands. S'innamora di Grifis venendo però fortemente ostacolata da suo padre. Ha perso la madre da piccola. Aiuta la Squadra dei Falchi a salvare Grifis.

Yulius[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Yulius.

Conte del regno Midlands. Non vede di buon occhio la posizione conquistata da Grifis. Tenta di ucciderlo. Ucciso da Gatsu su ordine di Grifis.

Phos[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Phos (Berserk).

Ministro del regno delle Midlands. Molto perspicace e astuto. Si deve arrendere però a Grifis, che lo costringe a uccidere la regina.

Regina delle Midland[modifica | modifica wikitesto]

Regina delle Midlands. È la seconda moglie del re, quindi la matrigna di Charlotte. Muore in un incendio a palazzo. Aveva una relazione segreta con Yulius.

Ravan[modifica | modifica wikitesto]

Consigliere del Re delle Midlands. Ha grande fiducia in Grifis.

Owen[modifica | modifica wikitesto]

Amico di Ravan. Anch'egli confida in Grifis.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Gambino[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Gambino (personaggio).

Capitano di una compagnia di mercenari. Alleva Gatsu duramente, educandolo nell'arte della guerra fin da piccolo. Dopo essere diventato disabile, ubriaco, tenta di sfogarsi sul piccolo Gatsu, che per difendersi lo uccide. Prendeva per lui le ricompense di Gatsu e lo vendette anche a Donovan. Nonostante non ci sia mai stato un vero e proprio legame affettivo, Gatsu non può fare a meno di considerarlo una figura paterna, ed è l'unica sua vittima della cui uccisione prova rimorso.

Godor[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Godor.

Fabbro di grande abilità che vive da anni in solitudine a causa di uno sgarro fatto al re delle Midlands, è il creatore dell'Ammazzadraghi, il suo capolavoro ma anche il motivo del suo esilio. Le armi che Gatsu utilizza sono tutte sue creazioni opportunamente modificate da Rickert.

Figlio di Guts e Casca[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio di Guts e Casca, quando non era neanche nato è diventato un mostro dopo che la madre viene violentata da Phemto, che ha contaminato il feto. Ha l'aspetto di un informe ammasso di carne solo vagamente umanoide, e apparirà diverse volte, spesso per proteggere la madre. Quando Casca viene catturata e portata alla santa torre, avverte Guts del pericolo intimandogli di affrettarsi a salvarla. Mentre Guts si incammina verso la torre, il bambino deforme tiene lontani gli spiriti maligni per impedirlgi di ostacolarlo. Mentre la torre viene invasa dagli spiriti del male, da a fondo a tutte le sue forze per impedirgli di uccidere Casca. In fin di vita, viene inghiottito dal Bejelith-Uovo così che possa farlo dormire dentro di lui. Il suo corpo verrà usato per la rinascita di Griffith. Secondo le teorie dei fan dopo che il suo vecchio corpo si è sciolto per far rinascere Griffith avrebbe acquistato sembianze umane e sarebbe diventato il bambino comparso dopo gli eventi a casa di Flora . In 2 occasioni quel bambino aiuterà Guts a ritrovare il senno quando l'armatura del Berserk prenderà il sopravvento sul protagonista. Tuttavia non è risaputo se sia davvero il loro figlio. Altri fan ipotizzano che sia uno spirito ignoto che protegge i protagonisti nel loro viaggio.

Bascon[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Bascon.

Comandante dell'ordine cavalleresco del Rinoceronte Viola, una divisione di cavalleria ultra-pesante facente parte dell'esercito del regno di Tuder.

Adon[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Adon Koborwitz.

Capo di un esercito di 100 uomini, sbaragliato da Gatsu. Sconfigge Caska quando ella era in condizioni precarie. Viene ucciso proprio dalla ragazza.

Cavaliere del Teschio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Cavaliere del Teschio.

Il Cavaliere del Teschio (髑髏の騎士 Dokuro no kishi?) è una figura misteriosa, di cui ancora non è stata rivelata l'origine nella storia. Vari indizi fanno pensare che sia l'antico Imperatore Gaisselick, antecedente al regno delle Midland. Solitamente appare a cavallo, vestito di un'armatura completa irta di spine e dall'elmo a forma di teschio. Il suo simbolo è una rosa nera, impressa sull'armatura. Si intuisce che è strettamente legata al Bejelit, alla Mano di Dio e che forse, in passato, ha vissuto un destino simile a quello di Guts. Lui e Zodd sono avversari di vecchia data e hanno combattuto numerosi scontri nei quali nessuno dei due ha mai avuto la meglio. Dimostra di avere poteri e conoscenze sovrumane e più di una volta è intervenuto per salvare Guts e i suoi amici, ma sempre senza rivelare i suoi scopi.

Shilat[modifica | modifica wikitesto]

Guerriero e principe orientale, si avvale di tecniche e armi originari delle sue terre. Affronta senza successo due volte (una dopo aver quasi finito Caska) Gatsu. è il capo dell'esercito dei Barkilaka e ne guida la azioni nella speranza che un giorno il suo popolo possa emanciparsi dal dominio dei Kushan, per i quali al momento sono costretti a combattere. Dispone di 4 abili e muscolosi sottoposti che fungono da guardie del corpo e da aiutanti.

Azan[modifica | modifica wikitesto]

Vice comandante delle truppe della Sacra Catena conosciuto anche come il "Cavaliere del Ponte". È dotato di una forza fisica non indifferente, al punto da riuscire a maneggiare una mazza ferrata molto pesante seppur inferiore per grandezza all'Ammazzadraghi di Gatsu. Molto fedele a Farnese.

Mozgus[modifica | modifica wikitesto]

Ecclesiastico della Torre di Sant'Albione. Fissato con la chiesa e con Dio, condanna alla tortura ogni persona accusata di eresia, non risparmiando neanche sé stesso dato che si sottopone quotidianamente a dolorose penitenze. Dovunque vada, è accompagnato dal suo seguito di discepoli, composto completamente da ragazzi deformi. Vengono tutti trasformati in apostoli dall'Apostolo Bejelit, assumendo l'aspetto di mostruose parodie angeliche.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La grande strega che abita il bosco sulla via per Vritanis. Dotata di grandi poteri, quando la incontrano i nostri eroi ella è già all'orlo della sua vita e aspetta pazientemente la morte. È una grande amica del Cavaliere del Teschio con il quale sembra avere un antico legame d'amicizia. Flora vive al centro di un bosco dove la sua casa è protetta da una barriera magica che altera il corso del tempo. Gatsu e compagni infatti sentirono parlare di Flora da un vecchio che la di vide di sfuggita quando era bambino, il che indica che il tempo di Flora nella sua casa, passa in modo diverso rispetto alle persone fuori dal mondo. Poco dopo la partenza di Gatsu e dei suoi compagni riceva una visita dal Cavaliere del Teschio che gli chiedere di consegnare a Gatsu e compagni la famosa armatura del Berserker tenuta chiusa nelle profondità della sua casa. Flora infine acconsente sentendo che quell'armatura fosse, benché molto pericolosa, necessaria, a Gatsu e i suoi comapgni per proseguire il viaggio. Finiti gli ultimi incantesimi sull'armatura, la barriera in quel momento viene sfondata dai nuovi apostoli della squadra dei falchi guidata da Grifis su suo ordine di attaccare la casa della strega. Nonostante la vita di Flora stia comunque giungendo al termine, il Cavaliere del Teschio decide di prendere posizione e di proteggerla per permetterle almeno di morire serenamente. Gatsu e compagni giungono in quel momento prendendo parte anche loro alla lotta. Flora prende infine la forma di un essere gigantesco fatto di fuoco che permette così a Gatsu e compagni di fuggire dando infine l'addio alla sua apprendista Shilke, impedendo così agli apostoli di inseguirli. Giunti infine nell'isola degli elfi, il capo dei maghi rivela che il castello di Flora era uno dei tanti sigilli che impediva all'albero del mondo di manifestarsi, e che Grifis lo ha fatto distruggere proprio per questo.

Federico de Vandimion[modifica | modifica wikitesto]

Padre di Farnese, nonché padre naturale di Serpico, che però lo ha avuto con un'altra relazione.

Magnifico de Vandimion[modifica | modifica wikitesto]

Terzogenito dei Vandimion diseredato dal padre.

Roderick von Staufen[modifica | modifica wikitesto]

Promesso sposo di Farnese e amico di Magnifico; diversamente da quest'ultimo ha un carattere molto più aperto, leale e coraggioso. È il comandante del "Cavalluccio Marino", una nave da guerra sopra cui darà ampio sfoggio delle sue grandissime abilità di stratega. Viene interrotto il fidanzamento con Farnese escogitato dal fratello per gli affari dopo l'attacco degli apostoli persiani. Decide di aiutare Gatsu e i suoi compagni a fuggire verso l'isola degli elfi.

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga