Oromë

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oromë
UniversoArda
Lingua orig.Inglese
SoprannomeAldaron, Araw, Béma, Tauron (Il Grande Cacciatore, Il Grande Cavaliere, il Signore delle Foreste)
AutoreJohn Ronald Reuel Tolkien
SpecieAinur
SessoMaschio
EtniaValar

Oromë è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Oromë è un Vala amante della caccia a mostri di Melkor e bestie pericolose. Ama tutti gli alberi e il suo nome in Quenya significa Corno Suonante. È anche conosciuto come Aldaron, Araw, Béma, Tauron, ossia Il Grande Cacciatore, Il Grande Cavaliere e il Signore delle Foreste. Sua sorella è Nessa, mentre la sua sposa è Vána.

Durante gli Anni degli Alberi, dopo che la maggior parte dei Valar si ritirò completamente dalla Terra di Mezzo e andò a dimorare in Aman, Oromë continuò a cacciare nelle foreste della Terra di Mezzo. Così facendo, trovò gli Elfi poco dopo il loro risveglio a Cuiviénen. Egli era il più forte fra i cacciatori, e fu molto attivo nelle lotte contro Morgoth. Aveva un grande corno, il Valaróma, il cui suono sconvolgeva e spaventava tutte le creature di Morgoth, e un enorme destriero dal manto più bianco della neve di giorno e grigio argento di notte e dagli zoccoli dorati, che chiamava Nahar.

Oromë è descritto e presente nel libro Il Silmarillion.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J.R.R. Tolkien, a cura di Christopher Tolkien, Il Silmarillion, Bompiani, 2002
Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien