La caduta di Gondolin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La caduta di Gondolin
Titolo originaleThe Fall of Gondolin
The Fall of Turgon's Tower.jpg
AutoreJ. R. R. Tolkien
1ª ed. originale2018
1ª ed. italiana2018
Genereromanzo
Sottogenerehigh fantasy
Lingua originaleinglese
AmbientazioneTerra di Mezzo
Preceduto daBeren e Lúthien

La caduta di Gondolin (titolo originale: The Fall of Gondolin) è un romanzo postumo dello scrittore inglese J. R. R. Tolkien, pubblicato nel 2018 e ambientato nell'universo immaginario fantasy della Terra di Mezzo. Il testo, curato da Christopher Tolkien, raccoglie in un unico volume i racconti dell'autore sull'argomento, in gran parte già pubblicati nei Racconti incompiuti e in alcuni volumi della History of Middle-earth, in particolare i Racconti perduti e The Shaping of Middle-earth.[1][2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Prima Era della Terra di Mezzo, Gondolin era una città elfica situata in una località segreta, nascosta tra le montagne. La caduta di Gondolin narra l'arrivo in quel luogo di Tuor (principe degli uomini), il tradimento di Maeglin, nipote del re, e la susseguente distruzione della città da parte di un esercito di Orchi, Draghi e Balrog agli ordini del Vala malvagio Morgoth. Viene infine fatto cenno all'arrivo dei sopravvissuti alle foci del fiume Sirion (dove si stabiliscono), al matrimonio di Tuor e all'infanzia di Eärendil.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

L'opera contiene i seguenti testi:

  • La caduta di Gondolin, pubblicata nei Racconti perduti
  • Turlin e gli esuli di Gondolin, pubblicata in The Shaping of Middle-earth
  • Tuor e il suo arrivo a Gondolin, pubblicata nei Racconti incompiuti
  • Estratti dall'Abbozzo della mitologia e dal Quenta Noldorinwa, pubblicati in The Shaping of Middle-Earth
  • Estratti dal Silmarillion e altre opere

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Tolkien cominciò a scrivere quella che sarebbe diventata "La caduta di Gondolin" nel 1917 in una caserma dell'esercito, sul retro di un foglio che riportava una marcia militare. È la prima storia conosciuta del suo legendarium che egli mise per iscritto.[3] La prima parte della storia "appare riflettere lo sviluppo creativo e la lenta accettazione del dovere da parte di Tolkien nel suo primo anno di guerra", mentre la seconda evoca la sua esperienza personale in battaglia.[4] La storia venne letta ad alta voce da Tolkien all'Exeter College nella primavera del 1920.[5]

Il racconto del 1917, pubblicato nei Racconti perduti, è in effetti l'unico testo completo sulla vicenda, poiché l'altro scritto principale, Tuor e il suo arrivo a Gondolin (pubblicato nei Racconti incompiuti), è assai più esteso e particolareggiato, ma termina con l'arrivo dell'uomo alla città. Il testo del Silmarillion è invece stato costruito dal figlio Christopher Tolkien utilizzando la storia del 1917 e versioni molto riassuntive provenienti da altri scritti di Tolkien, quali gli Annali, i Quentas e altri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Daniel Helen, The Fall of Gondolin to be published, Tolkien Society, 10 aprile 2018. URL consultato il 18 aprile 2018.
  2. ^ (EN) Daniel Helen, The Fall of Gondolin published, Tolkien Society, 30 agosto 2018. URL consultato il 30 agosto 2018.
  3. ^ (EN) J.R.R. Tolkien's First Middle-Earth Story, The Fall of Gondolin, to Be Published, BBC, 11 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.
  4. ^ (EN) John Garth, Tolkien and the Great War: The Threshold of Middle-earth, Boston, New York, Houghton Mifflin Harcourt, 2013, p. 217, ISBN 978-0-544-26372-7.
  5. ^ (EN) J.R.R. Tolkien, The Book of Lost Tales, Part II (Racconti perduti), p. 147.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]