minimum fax

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Minimum Fax)
minimum fax
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
Fondazione1994 a Roma
Fondata daMarco Cassini e Daniele di Gennaro
Sede principalePiazzale di Ponte Milvio, 28
Gruppoindipendenti
Persone chiave
  • Marco Cassini, Direttore editoriale e responsabile diritti d'autore
  • Daniele di Gennaro, Amministratore unico e responsabile eventi
  • Martina Testa, Traduttrice e editor per la narrativa straniera
  • Nicola Lagioia, Direttore della collana italiana
  • Christian Raimo, Direttore collana saggistica Indi
  • Alessandro Grazioli Responsabile ufficio stampa
  • David Foster Wallace, Autore straniero
  • Raymond Carver, Autore straniero
SettoreEditoria
Sito web

La minimum fax è una casa editrice indipendente che ha sede a Roma[1]. È stata fondata da Daniele di Gennaro e Marco Cassini nel 1994 e pubblica principalmente libri di narrativa italiana e straniera[2].

Tra gli altri autori stranieri, pubblica per l'Italia libri di Raymond Carver, Richard Yates, Charles Bukowski, David Foster Wallace, Lester Bangs, Donald Barthelme, John Barth, George Saunders, Lawrence Ferlinghetti.

Nella collana di narrativa italiana invece, sono state pubblicate, tra le altre, opere di Ernesto Aloia, Antonio Pascale, Ivano Bariani, Paolo Cognetti, Raffaele La Capria, Nicola Lagioia, Giordano Meacci, Francesco Pacifico, Valeria Parrella, Marco Peano, SIC – Scrittura industriale collettiva, Fabio Stassi, Marco Drago, Christian Raimo, Carlo D'Amicis, Laura Pugno, Giorgio Vasta.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

La minimum fax è nata ufficialmente nel 1993. Marco Cassini e Daniele di Gennaro organizzavano corsi di scrittura presso l'associazione culturale Essere o non essere di Trastevere fino a quando non decisero di fondare una loro rivista e di diffonderla via fax negli uffici, nelle università, nelle scuole, nei circoli.

La rivista[modifica | modifica wikitesto]

La rivista consisteva soprattutto in una serie di rubriche: Ipse dixit, collana di autorecensioni lampo; Mosaix, schegge di letteratura comica; Faxtotum, una bussola per orientarsi nell'universo dei premi e degli appuntamenti del settore. La rivista prevedeva anche un inedito firmato da un grande nome e uno spazio allestito come un laboratorio di scrittura a puntate, a cui hanno partecipato autori come Dacia Maraini, Maria Luisa Spaziani, Dino Verde e Stanislao Nievo.

La rivista suscitò la curiosità di tanti intellettuali, tra cui Raffaele La Capria, Sandro Veronesi, Filippo La Porta, Gino Castaldo, Goffredo Fofi.[3] La notorietà consentì a minimum fax di fare il gran salto.

Dal fax si passa ai libri di carta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 sono nate le prime due collane: Filigrana, saggi sulla teoria della scrittura, e Macchine da scrivere, che portava per la prima volta in Italia gli storici libri-intervista della Paris Review.

Poco dopo, è apparsa la collana Sotterranei, dedicata alla narrativa americana, alla musica e alla poesia. Da due costole di Sotterranei hanno preso poi vita due nuove collane tematiche. Una era Nichel, dedicata alla nuova narrativa italiana, l'altra I libri di Carver, di cui nel frattempo la minimum fax era riuscita ad ottenere i diritti per la pubblicazione.

Nel 2003 dall'incontro tra Rosita Bonanno, Cassini e di Gennaro è sorta minimum fax media che ha come obiettivi quelli di trasformare i contenuti cartacei in audiovisivi, sviluppare e produrre audiovisivi per la televisione e film per il cinema.

Nel 2008 minimum fax pubblica 35 libri l'anno, ha stampato oltre 400 titoli dalla nascita, ha una miriade di collaboratori e organizza dei veri e propri happening, dove convivono letteratura, musica, teatro e cinema.[3]

Il fatturato del 2007 è di circa un milione e mezzo.[4] Oltre alla casa editrice e minumum fax media sono nate:

  • minimum fax libri che ha rilevato una storica libreria a Trastevere,
  • minimum fax eventi che si occupa di reading e concerti.

Nel 2013 minimum fax pubblica In territorio nemico, romanzo scritto da un collettivo di 115 autori coordinati da Vanni Santoni e Gregorio Magini.

[modifica | modifica wikitesto]

Indi
La collana dedicata alla attualità.
Sotterranei
La collana dedicata alla poesia e alla narrativa americana, alle biografie e agli scritti dei grandi del jazz e del pop.
Filigrana
La collana di saggistica.
I libri di Carver
L'opera completa di Raymond Carver.
Nichel
La collana dedicata alla narrativa italiana.
minimum classics
La collana dei classici contemporanei inediti o introvabili in Italia.
minimum fax cinema
La collana dedicata alle sceneggiature, ai saggi, alle interviste e ai reportage sul cinema.
I Quindici
La collana che raccoglie il meglio di quindici anni di catalogo in edizione hardback.
I quaderni dello Straniero
La collana di critica sociale e culturale diretta da Goffredo Fofi.
Struffoli
I tascabili umoristici italiani e americani.
La porta aperta
La rivista del Teatro di Roma diretta da Mario Martone.
I Mini
La collana dei piccoli libri scritti da autori di culto e tradotti da scrittori italiani, pubblicati in edizione limitata.
Fuori collana
La collana dedicata ai libri che non hanno una collocazione specifica nel catalogo in quanto trattano le tematiche più disparate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La storia - Come tutto è cominciato
  2. ^ Minimum fax
  3. ^ a b Francesco Apolloni. È nato da un fax l'editore crossmediale. «Il Sole 24 ore», 1º febbraio 2007.
  4. ^ Stefano Salis. Dalla mansarda al successo. «Il Sole 24 ore», Ed. Roma, 3 settembre 2008, 6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria