Maurizio Coppola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maurizio Coppola
Mauriziocoppola.png
Maurizio Coppola con la maglia del Cosenza (1991)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Giovanili
1984-1985 600px Bianco e Azzurro2.svg Maccarese
Squadre di club1
1985-1987 Avezzano 52 (9)
1987-1989 Cynthia 54 (7)
1989 Cagliari 1 (0)
1989-1990 Campania Puteolana25 (1)
1990-1991 Cagliari 15 (0)
1991-1992 Cosenza 41 (2)
1992-1993 Fidelis Andria 24 (4)
1993-1996 Padova 71 (2)
1996-1997 Lucchese 29 (1)
1997-1998 Ancona 30 (1)
1998-2002 Viterbese 104 (5)
2002-2003 Grosseto 6 (0)
2003-2004 Lodigiani 8 (0)
Carriera da allenatore
2004-200?Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Cecchina
200?-2009Rosso e Bianco.svg Tanas Casalotti
2010-2011Arezzo
2011Zagarolo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Maurizio Coppola (Roma, 24 maggio 1965) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava nel ruolo di centrocampista. Forte e possente fisicamente, faceva della grinta la sua arma migliore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver fatto tanta gavetta nelle categorie minori, riesce ad assaporare la gioia della Serie A vestendo la maglia del Cagliari guidato da Claudio Ranieri con cui scende in campo in 15 occasioni.

Gioca poi un campionato in Serie B con il Cosenza di Edy Reja e un altro, sempre nei cadetti, con l'Andria che lo preleva dalla squadra calabrese nel novembre del 1992.

Nella stagione 1993-1994 si trasferisce a Padova, risultando decisivo per la storica promozione in Serie A dei biancoscudati dopo ben 32 anni di assenza dalla massima serie. La squadra allenata da Mauro Sandreani giunse in classifica a pari merito con il Cesena di Bruno Bolchi. Si dovette ricorrere quindi allo spareggio, decisivo per salire di categoria. Le due compagini si affrontarono allo Stadio Zini di Cremona il 15 giugno 1994 e fu proprio Coppola, con un destro da fuori area al 25' della ripresa, a fissare il punteggio sul 2-1 finale, spedendo il Padova in paradiso. Coppola gioco coi veneti anche nelle due stagioni successive, entrambe in Serie A. Merita una menzione speciale il suo famoso gol da centrocampo contro il Brescia, realizzato sotto un tremendo nubifragio.

Dopo tre stagioni in maglia biancoscudata gioca altri due campionati di Serie B vestendo le maglie di Lucchese e Ancona dove però con quest'ultima retrocede. Ha successivamente proseguito la carriera agonistica nelle categorie minori. In particolar modo nella Viterbese del presidente Gaucci dove ha disputato tre campionati di Serie C1 e uno (vinto) di Serie C2. Oggi svolge il ruolo di allenatore.

Ha esordito in Serie A il 25 novembre 1990 in Parma-Cagliari 2-0.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 ha allenato il Cecchina in Eccellenza Laziale vincendo la Coppa Italia di categoria alla sua prima esperienza.

Fino al 2009 ha allenato la Tanas Casalotti, squadra che milita in Eccellenza[1].

Nel novembre 2010 diventa il nuovo allenatore dell'Arezzo in Serie D subentrando a Fabrizio Fratini.[2]

Nel luglio 2011 diventa il nuovo allenatore del Zagarolo in Serie D.[3]

Attualmente gestisce una scuola calcio CAMPUS EUR EX VIGILI URBANI ROMA.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cynthia: 1986-1987
Viterbese: 1998-1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]