Lo straniero (film 1967)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lo straniero
Lo straniero Visconti.png
Titolo originaleLo straniero
Paese di produzioneItalia, Francia, Algeria
Anno1967
Durata104 min
Generedrammatico
RegiaLuchino Visconti
SoggettoAlbert Camus (romanzo)
SceneggiaturaSuso Cecchi D'Amico, Georges Conchon, Emmanuel Roblès e Luchino Visconti
ProduttoreDino De Laurentiis e Alfredo De Laurentiis
FotografiaGiuseppe Rotunno
MontaggioRuggero Mastroianni
MusichePiero Piccioni (dirette da Bruno Nicolai)
ScenografiaMario Garbuglia
Interpreti e personaggi

Lo straniero è un film diretto da Luchino Visconti, tratto dal romanzo omonimo di Albert Camus.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Arthur Mersault è un giovane impiegato che vive la sua vita in modo impassibile e uniforme; perfino la morte inaspettata della madre non gli fa provare alcuna emozione. Il protagonista ha come unica via di fuga dal mondo quotidiano una relazione carnale con la collega Marie e l'amicizia con il malvivente Raymond. Un giorno, invitato in spiaggia dallo stesso Raymond, uccide un uomo senza un motivo razionale e valido. Inizia, così, un lungo processo per capire esattamente il motivo che lo ha spinto a compiere questo gesto.

Produzione[1][modifica | modifica wikitesto]

L'idea di trarre un film dal romanzo era stata pensata dallo stesso autore durante gli anni cinquanta. Alla regia si ipotizzava, inizialmente, il nome di Jean Renoir, mentre per il ruolo da protagonista furono considerati i volti di Alain Delon e Tony Curtis. La sceneggiatrice D'Amico sostenne, in una intervista, che l'opera di Visconti fosse riuscita solo parzialmente.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto una travagliata distribuzione. Uscito nelle sale cinematografiche, venne edito, successivamente, solo in VHS. Dopodiché, non è stato ristampato in altri formati home video più recenti.

La Cineteca Nazionale restaurò la pellicola nel 1999.

Accoglienza[2][modifica | modifica wikitesto]

Morando Morandini giudicò Lo straniero come «Il meno riuscito e il più opaco film di Visconti, che rincorre inutilmente una fedeltà illustrativa alla lettera di Camus, impotente a ricrearne lo spirito».

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lo straniero, su imdb.com. URL consultato l'8 marzo 2021.
  2. ^ Lo straniero, su mymovies.it. URL consultato l'8 marzo 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENno00026684
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema