Leksa Manuś

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Leksa Manuš (Manuś in grafia romanì; nome vero: Aleksandr Belugin) (Riga, 7 febbraio 1942Mosca, 25 maggio 1997) è stato un poeta e linguista lettone.

Pedagogo di formazione, Leksa Manuš è una figura importante della poesia romaní e un traduttore poliglotta. Fu per anni documentarista all'Accademia delle scienze dell'Unione Sovietica. Tradusse in romaní Rāmāyaṇa e altri numerosi poemi dal sanscrito, dal lettone, dal francese, dal latino, dal bielorusso e da alcune lingue della Siberia.

Bibliografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • (LVENROM) Leksa Manušs, Čigānu-latviešu-angļu : etimoloģiskā vārdnīca, Rīga, Zvaigzne ABC, 1997, ISBN 9984-04-548-X.
  • (ENROM) Leksa Manush, Valmiki's Ramayana : Romani/English translation (abridged), Chandigarh, Roma Publications, 1990.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43428866 · ISNI (EN0000 0000 2895 8422 · LCCN (ENn89113664 · GND (DE1114753092 · WorldCat Identities (ENn89-113664