Rom in Iraq

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rom in Iraq
Popolazione50000+ (stima)

I Kawliya, Qawliya o Awaz, Keche-Hjälp ( in arabo: كاولية or كاولي‎ ), noti anche come Zott e Ghorbati, è una comunità in Iraq di origine indiana, stimata in oltre 60.000 persone. Oggi parlano principalmente l'arabo, mentre il loro etnoletto è un misto di persiano, curdo e turco, parlato solo dalle generazioni più anziane.

Le tribù più grandi sono Bu-Baroud, Bu-Swailem, Bu-Helio, Bu-Dakhil, Bu-Akkar, Bu-Murad, Bu-Thanio, Bu-Shati, Al-Farahedah, Al-Mtairat, Bu-Khuzam, Bu -Abd, Bu-Nasif, Bu-Delli e Al-Nawar. La loro occupazione principale è l'intrattenimento e il piccolo commercio.

I Kawliya emigrarono dall'India circa 1.000 anni fa. Sotto il regime di Saddam Hussein, vivevano in pace con gli altri gruppi etnici dell'Iraq.

Kawliya è anche il nome di un ex villaggio nel Governatorato di Al Qādisiyyah vicino a Al Diwaniyah, situato a circa 100 miglia a sud-est di Baghdad, dove vivono.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anthony Shadid, In a Gypsy Village's Fate, An Image of Iraq's Future, in The Washington Post, 3 April 2004. URL consultato il 23 October 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]