Leda Battisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leda Battisti
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Musica leggera
Periodo di attività musicale1992 – in attività
Album pubblicati4
Studio4
Live0
Raccolte0
Sito ufficiale

Leda Battisti (Poggio Bustone, 24 febbraio 1971) è una cantautrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Leda Battisti, nonostante sia nativa di Poggio Bustone come il suo più famoso collega e omonimo Lucio, non ha alcun legame di stretta parentela con quest'ultimo[1], in ragione del fatto che il loro è un cognome abbastanza diffuso nella cittadina del reatino[1].

Fin da giovane coltiva la passione per la chitarra e incomincia a comporre le prime canzoni, per poi conseguire il diploma in chitarra classica al conservatorio di Terni.

Il suo debutto televisivo avviene nel 1992 nel programma Partita Doppia, presentato da Pippo Baudo, dove si aggiudica il titolo di miglior "Giovane cantautrice" e viene premiata da Domenico Modugno. In seguito conquista una borsa di studio presso il CET di Mogol. Da questa esperienza nasce il suo primo brano L'altalena contenuto nella compilation Stella nascente (che raccoglieva i lavori di alcuni allievi di Mogol); è sempre al CET che conosce il suo futuro manager e produttore Mario Lavezzi.

Nel 1996 Leda contatta tramite e-mail il chitarrista di nouveau flamenco Ottmar Liebert, residente negli Stati Uniti, e dalla loro collaborazione nasce il brano Tocca il cuore che viene pubblicato in Grecia e che, visti i buoni risultati, spinge la Sony Music Italia a puntare su questa coppia.

Dopo due anni di lavoro, nel 1998, arriva quindi il primo album Leda Battisti, contenente 11 tracce scritte e suonate da Leda con la partecipazione di Ottmar Liebert. L'album entra in classifica trainato dal successo dei singoli L'acqua al deserto, Come il sole e Sei tu. Qualche mese più tardi, su invito della Real World di Peter Gabriel, Leda partecipa (assieme a Ivana Spagna, Samuele Bersani, Gaetano Curreri e Antonio Albanese) alla colonna sonora del film d'animazione di Enzo D'Alò La gabbianella e il gatto. Sul finire dell'anno Leda prende parte al programma Sanremo famosi conquistando il secondo posto e l'accesso alla nota manifestazione di musica italiana.

Nel 1999 partecipa quindi al Festival di Sanremo nella categoria Nuove proposte col brano Un fiume in piena che si classifica al 3º posto e premio della critica. L'occasione le dà modo di pubblicare la ristampa dell'album Leda Battisti che la porta così alla conquista del disco d'oro. Col singolo estivo Solo il cielo lo sa concorre alla manifestazione Un disco per l'estate.

Nel 2000, grazie alla collaborazione di Manny Benito (già produttore di Céline Dion e Jennifer Lopez), incide, per il mercato latino, la versione spagnola del suo primo album. Il singolo estratto è Como agua al desierto, versione spagnola de L'acqua al deserto, per il quale si riadatta il video realizzato per l'edizione italiana. Durante l'anno partecipa con Samuele Bersani, Daniele Silvestri e altri artisti al concerto-evento contro la pena di morte. In estate pubblica il singolo Blue moon babe che anticipa l'uscita del secondo album Passionaria che sarà poi trainato dal singolo Looking for mail. A dicembre collabora alla trasposizione teatrale de La buona novella di Fabrizio De André, interpretando il ruolo della giovanissima Maria al fianco di Claudio Bisio e Lina Sastri.

Nel 2001, con la partecipazione del Cuban AllStar Ensemble, pubblica il singolo Un sogno senza fine mentre per l'estate 2002 lancia il singolo Mamasita. Nessuno di questi due brani verrà però poi incluso nei lavori successivi.

Nel 2006, dopo alcuni anni di pausa, Leda Battisti partecipa alla terza edizione del reality show Music Farm, condotto da Simona Ventura. Con la sua particolarissima versione di Besame mucho conquista la giuria (formata da critici musicali) e si aggiudica, con Franco Califano, la vittoria della prima puntata. L'esperienza però dura poco e viene eliminata durante la terza puntata dopo la sfida contro Laura Bono. Ad aprile pubblica il nuovo album Tu, l'amore e il sesso che segna un cambio nella produzione, non più curata da Lavezzi ma da Andrea Battaglia, e in cui si avvale nuovamente della collaborazione del chitarrista Ottmar Liebert. È che mi piace è il singolo estratto.

Nel 2007 torna al Festival di Sanremo con il brano Senza me ti pentirai ma, stavolta, nella categoria "Campioni". Durante una delle serate viene accompagnata dall'esibizione del ballerino Kledi Kadiu. Al Festival segue la ristampa dell'album Tu, l'amore e il sesso (con l'aggiunta anche dell' inedito Angelo) e un tour estivo.

Nel 2008, nel ruolo di Jacqueline, partecipa al musical La surprise de l'amour di Pierre de Maurivaux; del cast fanno parte anche Viola Valentino, Stefano Sani, Manuel Casella e Raffaello Balzo.

Nel 2009, assieme a Silvia Mezzanotte, Antonino, Daniele Stefani ed altri, Leda incide Sarai singolo benefico in memoria del piccolo Tommaso Onofri. Qualche mese più tardi è tra le artiste che sottoscrivono l'appello per il concerto-evento Amiche per l'Abruzzo. A dicembre partecipa alla maratona televisiva di Telethon cantando una personale versione di Merry Christmas di John Lennon.

Nel 2010 Leda è ospite nel brano Baila con migo dei Los Marcellos Ferial.

Il 2012 segna una nuova collaborazione con Enzo D'Alò per il film d'animazione Pinocchio, la cui colonna sonora viene realizzata da Lucio Dalla che affida a Leda la Canzone di Turchina.

Nel 2013, assieme a Marco Santilli ed il rapper Vitamina Meth, Leda incide Nel rosso della sera cover del brano Pame kalokairi della band greca Nigma. In estate è ospite del Premio Caruso dove si esibisce in un inedito duetto con Rocco Papaleo sulle note de La ragazza di Ipanema.

Nel 2015 è ancora al Premio Caruso e canta Fragile di Sting. Durante la manifestazione conosce il poeta e paroliere Pasquale Panella col quale avrà modo di collaborare alla stesura di uno dei brani del suo futuro album.

Il 30 marzo 2017 esce nei migliori store digitali il nuovo singolo Seconda notte che segna un cambiamento di stile: Leda abbandona le atmosfere latine a favore di un sound più vintage e blues. Accompagnato anche da un video, il brano raggiunge un buon piazzamento nella classifica iTunes.

Il 9 giugno, sempre in formato digitale, viene pubblicato il secondo singolo Solo un'estate fa. Il brano fa parte della colonna sonora del lungometraggio Tornatore's way del regista Paolo Galassi. Il video che accompagna il pezzo contiene anche immagini tratte dal film (la cui uscita nelle sale è prevista in autunno).

Il 17 novembre esce il singolo digitale Parla più piano (Brucia la terra) omaggio al compositore Nino Rota e cover del celebre brano contenuto nella colonna sonora del film Il padrino di Francis Ford Coppola. Chicca di questa versione è il fatto che contenga alcuni versi del brano Brucia la terra (in dialetto siciliano) presente nel terzo capitolo della saga cinematografica.

Il 18 dicembre viene pubblicato il singolo Natale è qui cantato della band Stil Novo in duetto con Leda.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1992 - L'altalena
  • 1996 - Tocca il cuore (Butterfly and Juniper)
  • 1998 - L'acqua al deserto + VIDEO
  • 1998 - Come il sole + VIDEO
  • 1998 - Sei tu
  • 1999 - Un fiume in piena + VIDEO
  • 1999 - Un fiume in piena (remix)
  • 1999 - Solo il cielo lo sa
  • 2000 - Blue moon babe + VIDEO
  • 2000 - Looking for mail
  • 2000 - Cadabra
  • 2001 - Un sogno senza fine
  • 2002 - Mamasita
  • 2006 - È che mi piace
  • 2007 - Senza me ti pentirai
  • 2009 - Sarai + VIDEO
  • 2010 - Baila con migo
  • 2013 - Nel rosso della sera
  • 2017 - Seconda notte + VIDEO
  • 2017 - Solo un'estate fa + VIDEO
  • 2017 - Parla più piano (Brucia la terra) + VIDEO
  • 2017 - Natale è qui + VIDEO

Album internazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - Leda Battisti (per il mercato iberico e latino-americano)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]