Lactofilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Esempio di lattazione in un quadro (Caritas romana)

La Lactofilia (chiamata anche feticismo del latte)[1] o lattofilia[2] è una parafilia consistente nel desiderio e nell'eccitazione sessuale derivante dall'osservazione di una donna che allatta, dall'allattare un adulto, dall'essere allattati al seno (in età adulta) o dal piacere di succhiare il latte dalle mammelle di una donna quando questa è nel suo periodo di lattazione. Queste pratiche sono spesso ritratte in alcuni film a sfondo erotico o pornografici nei quali, ad esempio, si può vedere la donna spruzzare latte dai capezzoli in una tazza con caffè o cioccolata per poi successivamente bere la bevanda formatasi.[3][4] Tali pratiche sessuali sono attinenti alla cosiddetta "sfera del feticismo" mentre la pratica specifica di farsi allattare al fine di eccitarsi e/o provare piacere sessuale viene comunemente definita lattazione erotica.[1]

L'atto di farsi allattare in età adulta, da parte di una giovane donna, è stato inoltre rappresentato sovente attraverso opere artistiche ispirate alla storia leggendaria della Caritas romana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lactofilia: il feticismo del latte materno - SexTelling, su sextelling.it.
  2. ^ Maria Massafra, L'ossessione del seno: la lattofilia e il feticismo | Velvet Body Italia, su velvetbody.it. URL consultato il 17 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2017).
  3. ^ Il seno è l'ossessione degli uomini. Ecco tutti i tipi di feticismo, in ilGiornale.it. URL consultato il 17 maggio 2017.
  4. ^ La storia del sesso dalla A alla Z: L come Lattazione, su Vice. URL consultato il 18 maggio 2017.