Misofilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La misofilia è una forma di feticismo sessuale nonché una parafilia in cui il piacere sessuale è ottenuto tramite l'interazione con rifiuti o con la sporcizia, o più in generale consiste nell'eccitarsi sessualmente verso una persona o un qualcosa che è sporco.[1] Essa si può anche concretizzare nel toccare o venire a contatto con indumenti sporchi; ciò è una pratica diffusa in Giappone dove prende il nome di Burusera, nome della biancheria intima delle studentesse nipponiche che vendono poi i loro indumenti sporchi.[2]

A questa è connessa un'altra parafilia, la salirofilia che consiste invece nel desiderio e nell'eccitamento sessuale derivante lo sporcare l'oggetto del desiderio stesso la persona.[3][4] Essa non è da confondersi con la salofilia, che è una parafiliia relativa all'attrazione verso i fluidi corporei come sudore, sperma o saliva; i parafilici si sentono fortemente attratti da questi fluidi.[5]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La parola deriva dal greco -μύσος (misos) che significa sporco e il termine -φιλία (philia), il che significa amore.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.psicologoinrete.com/sesso-psicologo-enciclopedia-037.html
  2. ^ http://www.sanihelp.it/enciclopedia-erotica/465/misofilia.html
  3. ^ Redazione sanihelp.it, salirofilia - enciclopedia erotica, su Sanihelp.it. URL consultato il 15 maggio 2017.
  4. ^ Salirofilia, sai di che tipo di perversione si tratta?, in PSDM Magazine, 18 aprile 2017. URL consultato il 15 maggio 2017.
  5. ^ (ES) Pequeños placeres de la escatología sexual, in ELMUNDO. URL consultato il 15 maggio 2017.
  6. ^ ¿Qué es la misofilia?, in MuyInteresante.es. URL consultato il 15 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]