Piquerismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.

Con il termine piquerismo (dal francese piquer, pungere, forare) si indica un particolare tipo di parafilia consistente nel ricercare il piacere pungendo e tagliuzzando un corpo con oggetti affilati o appuntiti. Rappresenta una forma di sadomasochismo. Le zone più frequentemente oggetto di questa parafilia sono i genitali, le natiche ed i seni.[1][2]

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Numerosi esempi possono essere trovati in famosi serial killer, tra cui Jack lo squartatore e Jeffrey Dahmer (il mostro di Milwaukee). Il famoso serial killer Albert Fish mostrò una forte tendenza verso questa pratica sia nei confronti delle sue vittime che contro se stesso, flagellandosi e inserendosi aghi sotto le unghie e nella pelvi.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MS Davis, The concise dictionary of crime and justice, SAGE Publications, 2002, pp. 196, ISBN 0-7619-2176-1.
  2. ^ Salvatore Capodieci, Leonardo Boccadoro, Fondamenti di sessuologia, Aspetti medici, psicologici, sociali e filosofici della sessualità umana, libreriauniversitaria.it ed., 2012, p. 332, ISBN 9788862922807.
  3. ^ Harold Schechter, Deranged: The Shocking True Story of America's Most Fiendish Killer, Simon and Schuster, 1990, ISBN 0-671-67875-2.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]