Piquerismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Con il termine piquerismo (dal francese piquer, pungere, forare) si indica un particolare tipo di parafilia consistente nel ricercare il piacere pungendo e tagliuzzando un corpo con oggetti affilati o appuntiti. Rappresenta una forma di sadomasochismo. Le zone più frequentemente oggetto di questa parafilia sono i genitali, le natiche ed i seni.[1][2]

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Numerosi esempi possono essere trovati in famosi serial killer, tra cui Jack lo squartatore, Jeffrey Dahmer (il mostro di Milwaukee) o Vincenzo Verzeni. Il famoso serial killer Albert Fish mostrò una forte tendenza verso questa pratica sia nei confronti delle sue vittime che contro se stesso, flagellandosi e inserendosi aghi sotto le unghie e nella pelvi.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MS Davis, The concise dictionary of crime and justice, SAGE Publications, 2002, pp. 196, ISBN 0-7619-2176-1.
  2. ^ Salvatore Capodieci, Leonardo Boccadoro, Fondamenti di sessuologia, Aspetti medici, psicologici, sociali e filosofici della sessualità umana, libreriauniversitaria.it ed., 2012, p. 332, ISBN 9788862922807.
  3. ^ Harold Schechter, Deranged: The Shocking True Story of America's Most Fiendish Killer, Simon and Schuster, 1990, ISBN 0-671-67875-2.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]