La prova del nove (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La prova del nove
Anno 1965
Genere Intrattenimento
Presentatore Corrado, Walter Chiari
Regia Piero Turchetti
Rete Programma nazionale

La prova del nove era un programma televisivo di varietà trasmesso nel 1965 sul programma nazionale, abbinato alla Lotteria di Capodanno.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Gli spettacoli abbinati alla Lotteria Italia, originariamente intitolati Canzonissima, dal 1963 al 1967 prendono titoli diversi e cambiano format ogni anno, per tornare al titolo originale a partire dal 1968.

La prova del nove, affidato alla regia di Piero Turchetti, era condotto da Corrado, con la partecipazione di Walter Chiari e delle gemelle Kessler. Il programma presentava la tradizionale gara di canzoni di fine anno tipica di Canzonissima. Ogni serata venivano presentate 8 canzoni, 4 vecchie (anteriori al 1940) e 4 moderne (posteriori al 1940). Le esibizioni dei cantanti erano inframmezzate dagli sketch di Chiari e dai balletti delle Kessler.

La gara fu vinta da Gianni Morandi, che con la canzone Non son degno di te superò in finale Ornella Vanoni e Claudio Villa[1].

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo posto: Non son degno di te, cantata da Gianni Morandi
  • Secondo posto: Tu sì na cosa grande, cantata da Ornella Vanoni
  • Terzo posto: La canzone dell'amore, cantata da Claudio Villa
  • Quarto posto: Viva la pappa col pomodoro, cantata da Rita Pavone
  • Quinto posto: Vecchia Roma, cantata da Claudio Villa
  • Sesto posto: Roma nun fa la stupida stasera, cantata da Gloria Christian, Bruno Martino e Lando Fiorini
  • Settimo posto: Lasciati baciare col letkiss, interpretata dal balletto di Gino Landi in sostituzione delle gemelle Kessler
  • Ottavo posto: C'è una chiesetta, cantata da Betty Curtis

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia radio tv-Canzonissima

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Enciclopedia della televisione, Garzanti