Jordan Farmar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jordan Farmar
Jordan Farmar Maccabi Tel-Aviv.JPG
Farmar in riscaldamento con l'uniforme del Maccabi Tel Aviv.
Nome Jordan Robert Farmar
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 81 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Squadra No flag.svg Free agent
Carriera
Giovanili
Taft High School
2004-2006 UCLA Bruins
Squadre di club
2006-2010 L.A. Lakers 301 (2076)
2007 L.A. D-Fenders 3 (44)
2010-2012 N.J. Nets 112 (1107)
2011 Maccabi Tel Aviv 3 (16)
2012-2013 Anadolu Efes 20 (278)
2013-2014 L.A. Lakers 41 (416)
2014-2015 L.A. Clippers 36 (167)
2015 Darüşşafaka 12 (169)
2015-2016 Maccabi Tel Aviv 12 (126)
2016 Memphis Grizzlies 12 (110)
2016 Sacramento Kings 2 (12)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 novembre 2016

Jordan Robert Farmar (Los Angeles, 30 novembre 1986) è un cestista statunitense di ruolo playmaker attualmente free agent.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles Lakers e i due titoli[modifica | modifica wikitesto]

Farmar nel draft NBA 2006 viene selezionato dalla squadra della sua città, ovvero i Los Angeles Lakers, al primo giro come 26ª scelta[1]. Per la maggior parte della stagione 2006-07, è stato la riserva del playmaker titolare Smush Parker. Fa il suo debutto il 31 ottobre 2006 contro i Phoenix Suns giocando 14 minuti e facendo 6 punti. Il 1º aprile 2007 diventa il primo giocatore di sempre della lega a giocare in una partita di D-League (con i Los Angeles D-Fenders) e in una di NBA nello stesso giorno (contro i Sacramento Kings). Durante la stagione, parte in quintetto dei Lakers per due volte, la prima il 15 aprile 2007 contro i Seattle SuperSonics.

Nelle cinque partite dei play-off disputate dai Lakers contro i Phoenix Suns, Farmar parte in quintetto titolare.

Nella prima parte della stagione 2007-08 diviene la riserva di Derek Fisher, ma il suo utilizzo aumenta notevolmente, grazie ai sensibili miglioramenti al tiro (oltre il 50% dal campo e oltre il 40% dalla linea dei tre punti) e alla sua rapidità, che ne fanno una delle riserve più utilizzate da Phil Jackson.

Nella stagione successiva non riesce mai a partire da titolare, e subisce anche un infortunio al menisco del ginocchio sinistro che lo costringe ad esser operato e a rimanere fuori per più di un mese. Tuttavia a fine anno la squadra si laurea campione dopo aver vinto le Finali NBA contro gli Orlando Magic.

Nella stagione 2009-10 ha cambiato il suo numero di maglia, passando dal n°5 al n°1 (che usava ai tempi dell'università di UCLA). Continua a ricoprire il ruolo di riserva del playmaker titolare Derek Fisher. A fine anno Jordan vincerà il suo secondo anello.

New Jersey Nets e parentesi al Maccabi Tel-Aviv[modifica | modifica wikitesto]

Farmar con la maglia del Maccabi

Dopo aver vinto due titoli consecutivi in maglia giallioviola rimane free agent. Allora l'11 Luglio 2010 firma per i New Jersey Nets. Durante il lock-out dell'NBA all'inizio della stagione 2011-12, ha giocato per un periodo con gli israeliani del Maccabi Tel Aviv. Al termine del lock-out, ha fatto ritorno in New Jersey.

Anolou Efes[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 luglio 2012 firma un contratto di tre anni con i turchi dell'Anadolu Efes Istanbul.

Ritorno in NBA e ai Los Angeles Lakers[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 luglio 2013 firma un contratto annuale con i Los Angeles Lakers, facendo così ritorno nella squadra con cui ha debuttato in NBA (oltre che nella stessa NBA).

La parentesi ai Clippers[modifica | modifica wikitesto]

Scaduto il contratto, l'8 luglio 2014 firma un contratto biennale a 4,2 milioni di dollari con l'altra franchigia dela Città degli Angel,ovvero i Los Angeles Clippers. Tuttavia siccome non riesce a integrarsi al meglio negli schemi dell'allenatore Doc Rivers il 16 Gennaio 2015, via buyout lascia i Clippers[2].

Ritorno in Europa: Darüşşafaka e Maccabi Tel Aviv[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 Febbraio 2015 viene ingaggiato dal Darüşşafaka, tornando a giocare in Europa.

Il 6 Luglio dello stesso anno fa ritorno al Maccabi Tel Aviv. Il 10 Gennaio rescinde il suo contratto con gli israeliani[3], affermando di voler tornare in NBA e di essere disposto ad accettare anche un contratto di 10 giorni.

Le parentesi a Memphis e Sacramento[modifica | modifica wikitesto]

E il contratto di 10 giorni gli viene offerto dai Memphis Grizzlies. Lui lo accetta il 21 marzo lo sigla. Il 31 marzo, a fine contratto, prolunga fino a fine stagione.

Il 2 novembre 2016 firma un contratto con i Sacramento Kings bisognosi di un play vista l'assenza di Darren Collison (suo ex compagno alla UCLA) per 8 gare, e la sola presenza di Ty Lawson in quel ruolo. Terminata la squalifica di Collison, il 7 novembre i Kings tagliano Jordan dopo che ha disputato due partite in cui ha messo a segno 12 punti[4].

Record personali[modifica | modifica wikitesto]

Punti 3 punti segnati rimbalzi offensivi rimbalzi difensivi rimbalzi totali assist palle recuperate stoppate minuti giocati
24 (2 volte) 8 3 7 9 17 6 1 33

Statistiche nella stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: PG=Partite giocate PT=Partite da titolare MPG=Minuti per gara PPG=Punti per gara SPG=Palle rubate per gara RPG=Rimbalzi per gara APG=Assist per gara BPG=Stoppate per gara.

Stagione Squadra PG PT MPG PPG SPG RPG APG BPG
2006-07 L.A. Lakers 72 2 15,1 4,4 0,6 1,7 1,9 0,1
2007-08 L.A. Lakers 82 0 20,6 9,1 0,9 2,2 2,7 0,1
2008-09 L.A. Lakers 65 0 18,3 6,4 0,9 1,8 2,4 0,2
2009-10 L.A. Lakers 82 0 18,0 7,2 0,6 1,6 1,5 0,1

Statistiche nei play-off[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: PG=Partite giocate PT=Partite da titolare MPG=Minuti per gara PPG=Punti per gara SPG=Palle rubate per gara RPG=Rimbalzi per gara APG=Assist per gara BPG=Stoppate per gara.

Stagione Squadra PG PT MPG PPG SPG RPG APG BPG
2006-07 L.A. Lakers 5 5 22,8 6,4 1,2 2,8 1,6 0,2
2007-08 L.A. Lakers 21 0 17,1 5,7 0,3 1,6 1,3 0,2
2008-09 L.A. Lakers 20 1 13,0 4,7 0,4 1,4 1,7 0,2
2009-10 L.A. Lakers 23 0 13,1 4,6 0,7 1,2 1,4 0,0

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles Lakers: 2009, 2010
Maccabi: 2015-2016

Vita familiare[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Melinda Kolani e Damon Farmar, che è stato ex giocatore di baseball professionista ed ha origini afro-americane. Ha una sorella che si chiama Shawn Kolani.

Ha preso la specializzazione in sociologia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2006 NBA Draft, su nbahoopsonline.com. URL consultato l'11 novembre 2016.
  2. ^ Los Angeles Times, Jordan Farmar on stint with Clippers: 'It just wasn't a great fit', su latimes.com. URL consultato il 09 novembre 2016.
  3. ^ Jordan Farmar leaves Maccabi FOX Tel Aviv, Gal Mekel comes in – TalkBasket.net, su www.talkbasket.net. URL consultato il 09 novembre 2016.
  4. ^ Federico Saltalamacchia, Sacramento Kings, tagliato Jordan Farmar, su NBARELIGION.COM, 07 novembre 2016. URL consultato il 09 novembre 2016.