Ignazio Oliva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ignazio Oliva (Genova, 26 settembre 1970) è un attore italiano di teatro, cinema e televisione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ignazio Oliva è nato a Genova il 26 settembre del 1970, da padre genovese e madre pugliese. A Genova studia e si è laurea in Scienze politiche con indirizzo sociologico, con una tesi sull'organizzazione ambientalista Greenpeace. Studia recitazione per tre anni presso il Teatro Cinque di Milano e per un anno presso il Piccolo Teatro di Campopisano di Genova. Inoltre approfondisce lo studio all'estero (Inghilterra e Stati Uniti).

In teatro recita in diversi spettacoli, tra cui: Sacco e Vanzetti, per la regia di Beatrice Bracco, in cui ha il ruolo di Bartolomeo Vanzetti, Il malato immaginario, regia di P. Tomlinson, Il giardino dei ciliegi, regia di T. Scanner, Il piccolo principe, regia di E. Musso, Un tram che si chiama Desiderio, regia di M. Lopez. Nel 1983 appare per la prima volta in televisione con un piccolo ruolo nel film tv I velieri, diretto da Gianni Amelio. Tra gli altri suoi primi lavori per il piccolo schermo, ricordiamo: le miniserie tv La buona Battaglia - Don Pietro Pappagallo, regia di Gianfranco Albano, e Chiara e Francesco, regia di Fabrizio Costa, trasmesse rispettivamente nel 2006 e nel 2007 da Rai Uno.

Nel 1994 debutta sul grande schermo con il ruolo di Gabriele, ragazzo con una infanzia infelice alle spalle (che da adulto avrà il volto di Fabrizio Bentivoglio), nel film Come due coccodrilli, regia di Giacomo Campiotti, presentato al Festival internazionale del film di Locarno. A questo film fa seguito Io ballo da sola (1996), regia di Bernardo Bertolucci, dove ha il ruolo di Osvaldo Donati, un ragazzo toscano, timido e innamorato di una ragazza statunitense (Liv Tyler). Con questo piccolo ma significativo ruolo, ha l'occasione di lavorare con Jeremy Irons e Sinéad Cusack e di farsi conoscere anche a livello internazionale. Nel 1998 è fra gli interpreti de L'ospite, diretto da Alessandro Colizzi, film tratto dal romanzo La vergogna di Silvia Cossu, anche sceneggiatrice del film. Successivamente torna a lavorare con Giacomo Campiotti ne Il tempo dell'amore (1999), una produzione italiana, ma con attori internazionali.

Lavora anche con attori internazionali, come Ewan McGregor e Susan Lynch, in Nora (2000), regia di Pat Murphy. Il film è la storia del rapporto tormentato tra lo scrittore irlandese James Joyce e la moglie Nora Barnacle, durante il loro soggiorno a Trieste, periodo in cui lo scrittore comincia a scrivere Gente di Dublino. Successivamente interpreta Arlecchino ne Il trionfo dell'amore (2001), regia di Clare Peploe, film tratto dalla commedia omonima di Marivaux, in cui recitano Ben Kingsley e Fiona Shaw. Del 2001 è anche il film L'ultima lezione, regia di Fabio Rosi, che racconta la vicenda di Federico Caffè, economista sparito nel nulla nel 1987, in cui interpreta il ruolo di uno studente che cerca di scoprire il mistero della scomparsa.

Nel 2003 torna sul grande schermo con Passato prossimo, film d'esordio di Maria Sole Tognazzi. Nello stesso anno è protagonista di Amorfù, regia di Emanuela Piovano, in cui è un ragazzo con problemi psichici, di cui si innamora una giovane dottoressa. Nel 2005 escono due tra i suoi film migliori: Tu devi essere il lupo, regia di Vittorio Moroni, e Onde, che rappresenta l'esordio di Francesco Fei e che gli è valso la vittoria di diversi premi come miglior attore.

Nel 2007 è nel cast del film di John Irvin, The Moon and the Stars, con Jonathan Price e Alfred Molina, ed è Luigi Rossetti, braccio destro e amico di Garibaldi, interpretato da Maurizio Aiello, nel film di Aurelio Grimaldi, Anita - Una vita per Garibaldi. A questi film fanno seguito, tra gli altri: Se chiudi gli occhi, film d'esordio di Lisa Romano, La canarina assassinata, regia di Daniele Cascella, e Scusa ma ti chiamo amore, regia di Federico Moccia, tutti del 2008, e Scusa ma ti voglio sposare, anch'esso diretto da Federico Moccia, nelle sale nel 2010. Sempre nel 2010 è nel cast de Il sorteggio di Giacomo Campiotti, film ispirato ai fatti relativi al primo processo alle Brigate Rosse avvenuto a Torino nel 1977 e nella seconda stagione della serie TV Tutti pazzi per amore.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Altre esperienze[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2001 è anche regista di documentari.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio AGIS - Chiave D'Oro - Come Miglior Attore per il film Io ballo da sola
  • XV Rassegna cinematografica Il cinema del Roseto (GE) - Premio come Miglior Attore per il film Io ballo da sola
  • Magna Grecia Film Festival - Premio come Miglior Attore per il film Onde
  • L'Altro Cinema Film Festival - Premio "Riccardo Cucciolla" com Miglior Attore per il film Onde
  • Cinecircolo Romano - Premio come Miglior Attore per il film Onde
  • Salento International Film Festival - Premio come Miglior Attore per il film Onde
  • XVIII Chieti Film Festival - Scrittura e Immagine - Premio come Miglior Attore per il film La canarina assassinata

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\USMV\604691