Ifenprodile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ifenprodile
Ifenprodil.svg
Nomi alternativi
4-[2-(4-benzilpiperidin-1-il)-1-idrossipropil]fenolo
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC21H27NO2
Massa molecolare (u)325.445 g/mol
Numero CAS23210-56-2
Numero EINECS245-491-4
PubChem3689
DrugBankDB08954
SMILES
CC(C(C1=CC=C(C=C1)O)O)N2CCC(CC2)CC3=CC=CC=C3
Indicazioni di sicurezza

L'ifenprodile è un inibitore di recettori NMDA,[1] in particolare delle subunità GluN1 (recettore NMDA legato a glicina, subunità 1) e GluN2B (recettore NMDA legato a glutammato, subunità 2).[2] In aggiunta, l'ifenprodile inibisce i canali GIRK e interagiscce con i recettori alfa1 adrenergici, della serotonina e sigma.[3]

I recettori NMDA sono recettori multimerici, ionotropici e glutammato sensibili composti da quattro subunità. GluN1 è indispensabile per l'espressione funzionale della proteina. Tra le altre subunità vi sono GluN2A, GluN2B, e il recentemente scoperto GluN3. L'ifenprodile blocca selettivamente i recettori NMDA che contengono la subunità GluN2B.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reynolds IJ, Miller RJ, Ifenprodil is a novel type of N-methyl-D-aspartate receptor antagonist: interaction with polyamines, in Mol. Pharmacol., vol. 36, nº 5, 1989, pp. 758–65, PMID 2555674.
  2. ^ Korinek M, Kapras V, Vyklicky V, Adamusova E, Borovska J, Vales K, Stuchlik A, Horak M, Chodounska H, ((Vyklicky L Jr)), Neurosteroid modulation of N-methyl-d-aspartate receptors: Molecular mechanism and behavioral effects, in Steroids, vol. 76, nº 13, Dicembre 2011, pp. 1409–18, DOI:10.1016/j.steroids.2011.09.002, PMID 21925193.
  3. ^ Kobayashi Toru, Washiyama K, Ikeda K, Inhibition of G Protein-Activated Inwardly Rectifying K+ Channels by Ifenprodil, in Neuropsychopharmacology, vol. 31, nº 3, 3 Agosto2005, pp. 516–524, DOI:10.1038/sj.npp.1300844, PMID 16123769.
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia