Hardcore hip hop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hardcore hip hop
Origini stilistiche Hip hop
Horrorcore
Origini culturali Stati Uniti, anni ottanta
Strumenti tipici rapping, beatboxing, turntablism, tastiera, drum machine, campionatore, batteria
Popolarità Ha raggiunto la sua massima popolarità con artisti quali Run DMC e Beastie Boys tra gli anni ottanta e anni novanta, e nel nuovo millennio con rapper come Eminem e 50 Cent.
Generi derivati
Gangsta rap - Rap metal - Rap rock
Generi correlati
Hip hop
Categorie correlate

Gruppi musicali hardcore hip hop · Musicisti hardcore hip hop · Album hardcore hip hop · EP hardcore hip hop · Singoli hardcore hip hop · Album video hardcore hip hop

L'hardcore hip hop (o hardcore rap) è una forma di musica hip hop dal confronto e dall'aggressività come temi delle liriche, di solito rappate su beat duri[1]. Il termine può riferirsi anche a generi correlati quali gangsta rap, mafioso rap, horrorcore, rapcore, political hip hop, conscious hip hop e alternative hip hop.

Crescita e popolarità[modifica | modifica wikitesto]

Le origini dell'hardcore si possono far risalire all'East Coast hip hop alla fine degli anni 1980, quando artisti come Schoolly D, Boogie Down Productions, Slick Rick, e Public Enemy iniziarono ad occuparsi di temi quali povertà, alcolismo, abuso di droga, crimine e rivalità tra bande.

Per buona parte dell'inizio degli anni 1990, con la popolarità di artisti come Ice Cube, Ice-T, Cypress Hill, l'hardcore hip hop fu essenzialmente sinonimo di West Coast gangsta rap. Tuttavia, a metà degli anni novanta, fu proprio l'hardcore hip hop a rivitalizzare l'East Coast hip hop, con album come Enta da Stage dei Black Moon, Dah Shinin' degli Smif-N-Wessun o The Infamous dei Mobb Deep per quanto riguarda la scena underground e Illmatic di Nas, Ready to Die di Notorious B.I.G. e Enter the Wu-Tang (36 Chambers) del Wu-Tang Clan per quanto riguarda la scena mainstream. Questa nuova veste assunta dal genere era caratterizzata da beat minimali, campionamenti occasionali di urban jazz e fiati, haunting string e campionamenti di pianoforte.

Durante gli ultimi anni novanta e l'inizio del decennio successivo, una variante commerciale dell'hardcore hip hop venne integrata nella cultura pop e diventò di successo anche nel mainstream musicale, arrivando a vincere diversi dischi di platino grazie ad artisti come Bone Thugs-N-Harmony, The Notorious B.I.G. e Big Pun.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ allmusic.com - Hardcore rap, su allmusic.com. URL consultato il 31 dicembre 2008.