Hip hop britannico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hip hop britannico
Origini stilistiche Hip hop
Urban
Garage house
Dub
Origini culturali Regno Unito, prima metà degli anni 1980
Strumenti tipici turntable, sintetizzatore, rapping, drum machine, campionatore, chitarra
Popolarità
Sottogeneri
Trip hop, road rap, UK drill
Categorie correlate

Gruppi musicali British hip hop · Musicisti British hip hop · Album British hip hop · EP British hip hop · Singoli British hip hop · Album video British hip hop

L'hip hop britannico (traduzione inglese di British hip hop, alcune volte chiamato anche UK hip hop[1]), è un genere musicale ed una cultura che coinvolge una varietà di stili di hip hop nella Gran Bretagna.[2] Esso è generalmente classificato come uno degli stili della musica urbana.[3] L'hip hop britannico venne originariamente influenzato dal Dub/Toasting introdotto dagli immigrati giamaicani giunti nel Regno Unito negli anni sessanta/settanta, che importarono un rap sviluppato esclusivamente sulla velocità al fine di corrispondere al ritmo sempre crescente e all'aggressività del Dub giamaicano, peraltro sensibilmente influenzato da quello degli Stati Uniti. Nel Regno Unito l'hip hop è stato ampiamente sostituito dal grime, tuttavia, molti artisti hip hop britannici continuarono a produrre tracce di questo genere.

Nel 2003, The Times descrisse il British hip hop come:

"... il rap del Regno Unito è costituito da qualsiasi cosa fatta in Gran Bretagna da musicisti informati o ispirati alle possibilità dell'hip-hop, la cui musica è una risposta agli stessi stimoli che hanno dato vita al rap a New York a metà degli anni settanta.[2]

Road rap[modifica | modifica wikitesto]

Il road rap (noto anche come gangsta rap britannico) è un genere musicale nato dalla fusione di gangsta rap e British hip hop. Introdotto per la prima volta nel sud di Londra, principalmente nei quartieri di Brixton e Peckham.[4][5] Il genere è stato portato al successo da gruppi come i PDC, gli SMS (South Muslim Soldiers), i Northstar e da artisti come Giggs e K Koke.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ian Youngs, BBC News website: Is UK on Verge of Brithop boom, 21 novembre 2005. URL consultato il 1º novembre 2006.
  2. ^ a b Angus Batey, Home grown - profile - British hip-hop - music, in The Times, 26 luglio 2003.
  3. ^ BBC Website - Music: Urban, su bbc.co.uk. URL consultato il 1º novembre 2006.
  4. ^ (EN) Tiny Boost Is Rapping for All the Streets and the People in Them, su vice.com. URL consultato il 6 maggio 2021.
  5. ^ (EN) aidanbnsn, 20 Essential Road Rap Tracks, su Fact Magazine, 27 maggio 2015. URL consultato il 6 maggio 2021.
  6. ^ (EN) Grime / Dubstep, su Pitchfork. URL consultato il 6 maggio 2021.