Hardcore!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hardcore!
Hardcore!.jpeg
Sharlto Copley in una scena del film
Titolo originaleHardcore Henry
Lingua originaleinglese, russo
Paese di produzioneRussia, USA
Anno2015
Durata97 min
Rapporto1,85:1
Genereazione, fantascienza, avventura
RegiaIlya Naishuller
SceneggiaturaIlya Naishuller
Will Stewart (sceneggiatore aggiuntivo)
ProduttoreTimur Bekmambetov, Ekaterina Kononenko, Ilya Naishuller, Inga Vainshtein Smith
Produttore esecutivoSharlto Copley, Alex A. Ginzburg, Tony Lee, Will Stewart, Karina Sinenko
Casa di produzioneBazelevs Production, Versus Pictures
Distribuzione (Italia)Lucky Red
FotografiaPasha Kapinos, Vsevolod Kaptur, Fedor Lyass
MontaggioSteve Mirkovich, Vlad Kaptur
MusicheDarya Charusha
ScenografiaMargarita Ablaeva
CostumiAnna Kudevich
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hardcore! (Hardcore Henry) è un film del 2015 scritto, diretto, co-prodotto ed interpretato da Ilya Naishuller. La pellicola prende spunto dai videoclip The Stampede (2011) e Bad Motherfucker (2013) del gruppo musicale Biting Elbows, diretti dallo stesso Naishuller, frontman della band.[1]

Il film è girato completamente in soggettiva.[2][3][4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo di nome Henry si risveglia senza memoria in un laboratorio, privo di una gamba, di un braccio e della voce in seguito ad un misterioso incidente. Una scienziata, Estelle, gli si presenta come sua moglie e gli fornisce delle avanzate protesi cibernetiche per rimpiazzare gli arti perduti. In cerca di Henry, dei mercenari, guidati dal sadico telecineta Akan, fanno irruzione nella base e ne uccidono il personale; l'uomo fugge con Estelle, ma quest'ultima viene catturata.

Henry viene salvato dall'eccentrico Jimmy, che lo informa che le sue parti robotiche (tra cui gli occhi e vari innesti che lo mantengono in vita) si stanno spegnendo, e che morirà se non trova presto una fonte di energia; Jimmy viene ucciso dagli sgherri di Akan, ma Henry lo rincontra presto illeso (e travestito da senzatetto). Jimmy, prima di venire nuovamente ucciso, lo indirizza da Slick Dimitri, un uomo di Akan nel cui cuore vi è una pila che Henry potrà usare per "ricaricarsi". Henry scova Dimitri e, dopo che questo viene ucciso da un cecchino di Akan poiché aveva cercato di tradirlo, gli estrae la pila e riceve una chiamata da Jimmy, che lo indirizza in un bordello. Lì trova altri due Jimmy, un'esuberante tossicodipendente ed un timido geek, che gli inseriscono la pila nel cuore. Il bordello viene attaccato, ed Henry si trova a combattere contro Akan, che lo sconfigge facilmente grazie ai suoi poteri, ma lo lascia in vita. Henry viene raggiunto da Jimmy, questa volta un motociclista hippie, ed insieme attaccano il convoglio di Akan che sta trasportando Estelle. I due riescono nell'intento, ma prima che possano liberarla, Akan sopraggiunge e picchia Henry con una mazza fino all'incoscienza e lo abbandona in un bosco.

Rimesso in sesto dall'hippie Jimmy, Henry riceve un messaggio in cui l'uomo lo invita in un palazzo fatiscente, dentro del quale si cela la sua base. Lì, Jimmy si rivela essere uno scienziato tetraplegico; tempo prima, aveva lavorato con Akan per costruire un esercito di cyborg a partire da corpi morti, ma, quando l'esperimento era fallito, l'uomo gli aveva spezzato la schiena con i suoi poteri. In cerca di vendetta, Jimmy aveva creato dei suoi duplicati, che controlla grazie ad un marchingegno, con cui interagire con il mondo esterno. Dopo aver scoperto che Henry sta involontariamente trasmettendo tutto ciò che vede ad Akan, Jimmy tenta di ucciderlo con tutti i suoi cloni, ma viene convinto della sua buona fede. Henry e Jimmy, ora un pomposo ufficiale della Seconda Guerra Mondiale che porta l'originale in sedia a rotelle, si liberano dei mercenari e si dirigono quindi verso il quartier generale di Akan, un grattacielo. Mentre combattono per raggiungere l'ultimo piano, l'originale Jimmy viene ferito mortalmente ed, in punto di morte, ripristina la memoria di Henry come ringraziamento. Giunto all'ufficio di Akan, Henry scopre che quest'ultimo ha costruito davvero un esercito di supersoldati cyborg, in cui ha inserito la sua memoria: in questo modo, credendo di salvare la loro "moglie" Estelle, i cyborg faranno ciò che Akan vuole, aiutandolo nei suoi piani di conquista del mondo. L'esercito di cyborg viene attivato ed Henry, potenziato dalla pila "superiore" sottratta ad uno di questi, li affronta.

Dopo averli uccisi tutti, Henry attacca Akan, nuovamente senza successo. Mentre è alla mercé dei suoi poteri Akan rivela che Estelle in realtà è sua moglie e che i due avevano cospirato assieme tutto il tempo per condurlo nel suo quartier generale, dove avrebbero condotto degli esperimenti su di lui. Henry perde conoscenza, ma riprende la volontà di lottare grazie ad un ritrovato ricordo del padre, e sconfigge Akan, decapitandolo. Raggiunto l'elicottero su di cui Estelle stava fuggendo, le mostra la testa di Akan: infuriata, la ragazza gli spara, ma viene colpita a sua volta dal rimbalzo dei proiettili e rischia di cadere, aggrappandosi con le mani al bordo del mezzo. Estelle implora ad Henry di salvarla, ma, per tutta risposta, lui le chiude con un colpo secco il portellone sulle dita, facendola precipitare.

Durante i titoli di coda, è presente un dialogo in cui Jimmy chiede ad Henry in un messaggio di fare "ancora qualcosa".

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto viene prodotto in parte anche con finanziamenti crowdfunding attraverso il sito Indiegogo.[5]

Le riprese, completamente con la prospettiva della prima persona, sono state effettuate con videocamere GoPro.[6]

L'eponimo protagonista è stato interpretato durante le riprese da più di dieci persone diverse; oltre a vari cameraman e stuntmen, anche dal regista Ilya Naishuller e Andrei Dementiev, che nel film interpreta Slick Dimitry.[7]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer italiano viene diffuso il 1º marzo 2016 sul canale YouTube della Lucky Red.[8]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata presentata al Toronto International Film Festival il 12 settembre 2015.[9]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dall'8 aprile 2016,[10] mentre nelle sale italiane dal 13 aprile dello stesso anno.[8]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Hardcore! ha incassato 9,2 milioni di dollari negli Stati Uniti e 7,5 milioni nel resto del mondo, per un totale di 16,8 milioni, contro un budget di 2 milioni.[11][12]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Hardcore! è stato accolto in maniera tiepida dalla critica. Sull'aggregatore di recensioni online Rotten Tomatoes, il film ottiene una percentuale del 49% di giudizi positivi, su un totale di 100 recensioni, per un voto medio di 5,2 su 10.[13] Il sito dice del film: "Hardcore! sembra aspirare a reinventare il cinema d'azione, ma senza una storia memorabile o dei personaggi da prendere a cuore, l'espediente della prima persona perde rapidamente il proprio fascino."[13] Su Metacritic, il film ha un voto di 51 su 100, basato sui pareri di 29 critici.[14] Un sondaggio tra il pubblico eseguito fuori dalla sale da CinemaScore attribuisce al film un voto pari a "C+" in una scala da "A+" a "F".[15]

In patria il film è stato accolto più positivamente. Sull'aggregatore di recensioni russo Kritikanstvo, Hardcore! ottiene un punteggio di 7.8 su 10, basato sulle recensioni di 38 critici, di cui solo una negativa.[16]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hardcore Henry, in MYmovies.it. URL consultato il 1º marzo 2016.
  2. ^ (EN) Oliver Lyttelton, Watch The Trailer For TIFF's First-Person Sci-Fi Actioner 'Hardcore' Starring Sharlto Copley, in Indiewire, 14 settembre 2015. URL consultato il 1º marzo 2016.
  3. ^ Jaime D'Alessandro, 'Hardcore!', per la prima volta lo spettatore vive tutto il film in soggettiva, in la Repubblica, 13 aprile 2016. URL consultato il 15 aprile 2016.
  4. ^ Gabriele Niola, 5 film girati in soggettiva prima di Hardcore, in Wired.it, 15 aprile 2016. URL consultato il 21 aprile 2016.
  5. ^ Andrea Bedeschi, Hardcore: il movimentato e adrenalinico trailer italiano del film in POV con Sharlto Copley!, in badtaste.it, 3 marzo 2016. URL consultato il 3 marzo 2016.
  6. ^ Andrea Facchin, Hardcore, il film-videogioco più malato di sempre. La recensione, in Best Movie, 8 aprile 2016. URL consultato l'8 aprile 2016.
  7. ^ (RU) Интервью с Ильёй Найшуллером, создателем «Хардкора», su mirf.ru.
  8. ^ a b Filmato audio Lucky Red, HARDCORE! - Trailer Ufficiale Italiano - HD, su YouTube, 1º marzo 2016. URL consultato il 1º marzo 2016.
  9. ^ (EN) Stephen Dalton, 'Hardcore': TIFF Review, in The Hollywood Reporter, 13 settembre 2015. URL consultato il 1º marzo 2016.
  10. ^ (EN) Anita Busch, STX’s ‘Hardcore’ Set As ‘Hardcore Henry’ For Release On April 8, in Deadline, 13 gennaio 2016. URL consultato il 1º marzo 2016.
  11. ^ (EN) Andréi Nechayev, Ilya Naishuller: Moscow setting of ‘Hardcore Henry’ will thrill viewers, su Russia Beyond the Headlines. URL consultato il 1º maggio 2016.
  12. ^ (EN) Hardcore!, su Box Office Mojo. Modifica su Wikidata
  13. ^ a b (EN) Hardcore!, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. Modifica su Wikidata
  14. ^ (EN) Hardcore!, su Metacritic, CBS Interactive Inc. Modifica su Wikidata
  15. ^ (EN) ‘Batman V. Superman’ Likely To Cross $300M Early Next Week; ‘The Boss’ Cashing In $21M Paycheck – B.O. Updated, su deadline.com.
  16. ^ (RU) Рецензии на фильм Хардкор / Hardcore Henry (2016), отзывы, su kritikanstvo.ru.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]