Haifisch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Haifisch
Haifisch.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaRammstein
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2010
Durata3:45
Album di provenienzaLiebe ist für alle da
GenereIndustrial metal
Alternative metal
EtichettaUniversal
Rammstein - cronologia
Singolo precedente
(2010)
Singolo successivo
(2011)

Haifisch (Squalo in tedesco) è il terzo singolo estratto da Liebe ist für alle da, sesto album studio dei Rammstein.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

La canzone parla della coesione e della fedeltà reciproca dei membri del gruppo Rammstein, che si espongono al giudizio altrui. La band è implicitamente paragonata a uno squalo, considerato un animale crudele eppure sofferente nell'indifferenza generale. Il ritornello è un rovesciamento del testo della ballata Die Moritat von Mackie Messer (La ballata di Mackie Messer), inserita ne L'opera da tre soldi di Bertolt Brecht e Kurt Weill.

I versi di Bertold Brecht:

(DE)

« Und der Haifisch, der hat Zähne
Und die trägt er im Gesicht
Und Macheath, der hat ein Messer
Doch das Messer sieht man nicht. »

(IT)

« E lo squalo, ha denti
E li porta sul viso
E Macheath, ha un coltello
Ma il coltello non si vede. »

Il ritornello della canzone recita:

(DE)

« Und der Haifisch, der hat Tränen
und die laufen vom Gesicht;
doch der Haifisch lebt im Wasser
so die Tränen sieht man nicht. »

(IT)

« E lo squalo, ha lacrime
che gli scorrono sul viso;
ma lo squalo vive in acqua
così le lacrime non si vedono. »

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il video è stato diffuso il 23 aprile 2010 nella pagina MySpace della band.

Nel "making of" del video i membri della band spiegano di aver rappresentato il contrario di quanto afferma il testo (la fedeltà reciproca dei membri del gruppo), rappresentando la morte del cantante e i sospetti reciproci fra i membri della band su chi possa averlo ucciso. Il video inizia con il funerale del cantante Till Lindemann dove i membri della band si trovano insieme ad altre persone, tra le quali Marilyn Manson. Scoppia una lite tra due donne, di cui una incinta, probabilmente amanti di Till. Nel frattempo, il resto della band si consulta su chi potrebbe rimpiazzare il defunto cantante (viene mostrata una foto del gruppo con la faccia di Henry Rollins e poi di James Hetfield al posto di quella di Till). Il video continua con le varie scene di come è morto Till, ripensate dai vari membri, tutte basate su precedenti video dei Rammstein: viene picchiato e dato alle fiamme da Christoph Schneider (Du hast); Richard Kruspe gli taglia una fune mentre scalano una montagna, lasciandolo cadere da un dirupo (Ohne dich); Oliver Riedel gli stacca il tubo dell'ossigeno dalla tuta spaziale mentre sono sulla Luna (Amerika) e Flake ingozza di spaghetti un Till obeso, facendolo alla fine soffocare (Keine Lust). Inoltre, si può vedere Till nei panni di Biancaneve schiaffeggiare Paul Landers (Sonne), il quale poi lo ucciderà con una mela avvelenata. In seguito, dopo essersi resi conto di essere stati tutti complici della morte di Lindemann, i membri della band iniziano una rissa in cui Richard Kruspe perde due denti, abbastanza appuntiti (Du riechst so gut), e Flake cade nella tomba di Till, rompendo la bara senza trovare nessuno all'interno. Alla fine viene mostrato Till, dal look "austriaco" (Wiener Blut), sano e salvo alle Hawaii (Mein Land), mentre manda una cartolina alla band, con su scritto «Viele Grüße vom Arsch der Welt» (Tanti saluti dal culo del mondo) raffigurante lui stesso con uno squalo che ha catturato (Haifisch in italiano significa Squalo).

Nel video si possono leggere dei versi di alcune loro canzoni sulle corone di fiori della bara di Till Lindemann: «Seine Worte frisst der Wind» («Il vento mangia le sue parole») da Nebel, «Mein Herz brennt» («Il mio cuore brucia») dall'omonima canzone, «Ich werde in die Tannen gehen» («Andrò tra gli abeti») da Ohne dich e «Am Ende bleib ich doch alleine» («Alla fine rimango solo») da Seemann.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Haifisch – 3:45

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal