Mein Land

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mein Land
Mein Land.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaRammstein
Tipo albumSingolo
Pubblicazione11 novembre 2011[1][2] (non ufficiale)
14 novembre[3] (ufficiale)
Durata3:53
Album di provenienzaMade in Germany 1995-2011
GenereIndustrial metal
EtichettaUniversal
Rammstein - cronologia
Singolo precedente
(2010)
Singolo successivo
(2012)

Mein Land è un singolo del gruppo musicale tedesco Rammstein, pubblicato l'11 novembre 2011 come unico estratto dalla loro prima raccolta Made in Germany 1995-2011.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip della canzone è stato girato il 23 maggio 2011 alla Sycamore Beach di Malibù, in California. Il filmato si divide in due parti: la prima si svolge nel 1964, ed i membri della band fanno festa con alcune ragazze su una spiaggia, in stile Beach Boys, citati in diverse scene. Nella seconda, ai giorni nostri, sulla stessa spiaggia si svolge un concerto del gruppo, con fuochi artificiali e nel loro stile Industrial. È stato diretto da Jonas Åkerlund. Il video è stato diffuso non ufficialmente l'11 novembre 2011 e ufficialmente il 14 novembre 2011.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD singolo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mein Land (La mia terra) – 3:53
  2. Vergiss uns nicht (Non ti dimenticare di noi) – 4:10
  3. My Land (Cover dei The BossHoss) – 4:08
  4. Mein Land (Mogwai Mix) – 4:30

7" vinile[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mein Land (La mia terra) – 3:53
  2. Vergiss uns nicht (Non ti dimenticare di noi) – 4:10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rammstein Release New Music Video for "Mein Land", Guitar World, 11 novembre 2011. URL consultato l'11 novembre 2011.
  2. ^ Rammstein To Release New Single, "Mein Land," on November 11, Revolver Magazine, 26 ottobre 2011. URL consultato il 14 luglio 2013.
  3. ^ (HR) Poslušajte novi singl grupe Rammstein - 'Mein Land' – audio, MTV, 28 ottobre 2011. URL consultato il 20 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 15 novembre 2011).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal