Gremio dei falegnami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il gremio di Oristano, vedi Sartiglia.
Gremio dei Falegnami
Faradda di li candareri
Falegnami.JPG
Bandiera
BandieraFalegnami.jpg
ColoreAzzurro con gallona dorata al bordo
Festività
PatronoSan Giuseppe
CompatronoSacra Famiglia
Festa grande10, 11 maggio
Festa piccola19 marzo
Candeliere
Chiesa della cappellaCappella di San Giuseppe da Copertino, Santa Maria di Betlem
Peso164kg
Posizione
Discesa
Entrata in chiesa
Attività
IndirizzoVia Alivesi 2/a, Sassari
Ammissione1921

Il Gremio dei Falegnami (in sassarese Gremiu di li Masthri d'ascia) è la corporazione che riuniva i falegnami che praticavano il loro mestiere nella città di Sassari e che si riunivano per praticare riti religiosi in comune.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La Confraternita degli Angeli[modifica | modifica wikitesto]

Anticamente i Falegnami era riuniti (insieme ai Muratori e ai Piccapietre) sotto la protezione della Madonna degli Angeli. All'interno della Confraternita nacquero presto dei dissapori dati dal fatto che i muratori, ritenuti i lavoratori più prestigiosi della confraternita, sopraffacevano gli altri mestieri nella cariche di comando.

I malumori non cessarono mai, ma momenti di tregua seguivano momenti di forti tensioni, verso il XIX secolo la situazione divenne insostenibile.

Fondazione del gremio[modifica | modifica wikitesto]

Nell'800 la confraternita si divise dando origine a tre distinti gremi (dei quali solo il Gremio dei muratori aveva diritto a un candeliere). Come già citato inizialmente al gremio non fu data la possibilità di partecipare alla Faradda perché non veniva considerato degno di parteciparvi. Ma ben presto il declino della festa portò il comune e la curia a ricorrere a misure estreme, fra le quali l'avvicinamento dei Felegnami alla festa. Si segnala nel 1895 una rifondazione del gremio, segno evidente di una probabile estinzione qualche anno addietro.

L'ammissione alla Faradda e gli ultimi decenni[modifica | modifica wikitesto]

L'ingresso alla Festha Manna[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritorno dei Sarti anche i Falegnami furono ammessi alla festa non solo per la ragione già citata ma anche per la presenza certa di documenti che attestavano la loro presenza al momento del formulamento del voto (Insieme ai Muratori Dal 1921 il Gremio partecipa alla grande processione con un Candeliere costruito dai Fratelli Clemente (Famosi mobilieri sassaresi di fama nazionale che facevano parte del gremio). Il gremio fu inoltre uno dei fondatori dell'Intergremio (1979).

Candeliere[modifica | modifica wikitesto]

Il candeliere dei Falegnami è un candeliere relativamente recente. Fu infatti costruito nel 1921. Viene restaurato poco prima della Faradda del 2013.

Base[modifica | modifica wikitesto]

La base del candeliere è di colore bianco che è colore predominante con bordature oro. Vi è rappresentato lo stemma del comune di Sassari.

Fusto[modifica | modifica wikitesto]

Il fusto del candeliere, è altresì bianco con bordature oro. Al contrario degli altri candelieri di Sassari non vi è rappresentato uno dei patroni del gremio ma solo i simboli della maestranza non dipinti ma in rilievo. Vi ritroviamo: squadra, tenaglia, sega e martello

Capitello[modifica | modifica wikitesto]

La sommità del candeliere, anch'essa bianca riporta i patroni del gremio. sul lato frontale ritroviamo San Giuseppe patrono del gremio; sul retro la Sacra Famiglia compatrona. Durante la Faradda è ornato con le bandierine rappresentanti gli obrieri delle precedenti edizioni della Faradda, se queste non sono bianche, sono di solito delle varianti dell'Azzurro o del Blu. il candeliere dei falegnami pesa 134  kg senza stanghe e 164  kg con stanghe.

Bandiera[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera del gremio è di colore azzurro damascato. Su un lato vi è l'immagine del patrono San Giuseppe, sull'altra quella della Sacra Famiglia compatrona del gremio. Si nota che come gli altri due gremi della confraria degli angeli, il colore della loro bandiera è una tonalita di Azzurro, ma in passato la loro bandiera è stata anche di colore bianco.

Festa[modifica | modifica wikitesto]

La festa grande del gremio si svolge il 10 e 11 maggio ed è denominata Festa del voto. La festa minore invece si svolge il 19 marzo.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]