Giovanni Biagio Amico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Biagio Amico

Giovanni Biagio Amico (Trapani, 3 febbraio 1684Trapani, 3 settembre 1754) è stato un architetto, teologo, sacerdote italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Presi gli ordini sacri fu parroco della chiesa di San Lorenzo (oggi Cattedrale). Continuò la carriera ecclesiastica fino a diventare vicario generale della diocesi di Trapani. Fu autore di un catechismo.

Da autodidatta studiò architettura, matematica e disegno tecnico, e fu nominato ingegnere del regno di Palermo. Ebbe come allievi: Andrea Gigante, Giuseppe Venanzio Marvuglia e Nicolò Palma (nipote di Andrea Palma).

A lui è stata intitolata la biblioteca della diocesi di Trapani[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Elenco completo al 1750:[2]

Provincia di Agrigento[modifica | modifica wikitesto]

Convento dell'Ordine dei frati predicatori della chiesa di San Domenico[3] di Agrigento

  • 1732, Messa in opera di due colonne.
  • 1747, Realizzazione dello scalone.

Licata[modifica | modifica wikitesto]

  • 1748, Prospetto, attività di costruzione e perfezionamento del prospetto della chiesa del Carmine.[2]

Provincia di Caltanissetta[modifica | modifica wikitesto]

Provincia di Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Provincia di Trapani[modifica | modifica wikitesto]

Alcamo[modifica | modifica wikitesto]

Calatafimi[modifica | modifica wikitesto]

Erice[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa madre di Erice: torre

Licata[modifica | modifica wikitesto]

  • 1700, Chiesa della Madonna del Carmine, riedificazione su disegno.
  • 1750, Facciata della chiesa di San Francesco d'Assisi.

Marsala[modifica | modifica wikitesto]

Mazara del Vallo[modifica | modifica wikitesto]

Paceco[modifica | modifica wikitesto]

  • 1730, Ampliamento e prospetto della chiesa madre del Santissimo Crocifisso.[2]

Partanna[modifica | modifica wikitesto]

  • 1748, Attività per il contenimento e la regimentazione delle acque del fiume Belice.[2]

Salemi[modifica | modifica wikitesto]

  • XVIII secolo, Casa Santa di Loreto e Oratorio della Congregazione Lauretana, attività di costruzione e perfezionamento del prospetto di istituzioni comprese nel complesso del Collegio dei Gesuiti.[2]
  • XVIII secolo, Attività di costruzione e perfezionamento del prospetto della chiesa delle Anime del Purgatorio.[2]

Valderice[modifica | modifica wikitesto]

  • XVIII secolo, Ampliamento e prospetto del Santuario di Maria Santissima della Misericordia.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Trapani[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Cavarretta o Senatorio di Trapani.
Basilica-santuario di Maria Santissima Annunziata[modifica | modifica wikitesto]
Chiesa della Badìa Nuova[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa della Badìa Nuova o chiesa di Maria Santissima del Soccorso:[2]

  • 1740, Cappella della Madonna del Soccorso.
  • 1746, Arco maggiore e pilastri del cappellone.
  • 1747, Rivestimento delle cappelle laterali.
Chiesa delle Anime del Purgatorio[modifica | modifica wikitesto]
  • 1712, Prospetto e campanile.[2]
  • 1754, Pilastri del cappellone.
Chiesa di San Domenico[modifica | modifica wikitesto]
Altre opere[5][modifica | modifica wikitesto]
Cattedrale di San Lorenzo a Trapani
Collegio dei Gesuiti di Trapani

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • XVIII secolo, Catechismo storico del Concilio di Trento, opera i 3 volumi.
  • L'architetto pratico, pubblicato a Palermo in due volumi nel 1726 e nel 1750 in cui ripropone le norme del classicismo. Alcuni dei suoi progetti vi sono presentati:
    • 1726, L'Architetto Pratico [2], I° volume.
    • 1750, L'Architetto Pratico [3], II° volume.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.diocesi.trapani.it/content/view/760/285/
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be Giovanni Biagio Amico, L'Architetto Pratico, II° volume, Palermo, Stamperia Angelo Felicella, 1750, pp. 151 e 152.
  3. ^ Touring Club Italiano, pp. 354.
  4. ^ a b Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, pp. 490.
  5. ^ Pagina 37 [1].
  6. ^ Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, pp. 486 e 487.
  7. ^ Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, pp. 493.
  8. ^ Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, pp. 488.
  9. ^ a b Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, pp. 485.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mazzamuto Antonella, Giovanni Biagio Amico. Architetto e trattatista del Settecento, Ed. Flaccovio, Palermo 2003
  • AA.VV., Giovanni Biagio Amico (1684-1754). Atti delle Giornate di Studio (Trapani, 8 - 10 marzo 1985), Bonsignori, 1987
  • E. Dotto, La Libreria di San Martino delle Scale: ridisegno degli interventi di G.B. Amico, G. Maggiordomo, G.V. Marvuglia, Palermo 2001
  • Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, "La Sicilia e l'Immacolata: non solo 150 anni: atti del convegno di studio - Palermo 1 - 4 dicembre 2004", Volume unico, Palermo, Biblioteca Francescana, Officina di Studi Medievali, 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10643129 · ISNI (EN0000 0000 6634 1298 · LCCN (ENn87882868 · GND (DE11884735X · ULAN (EN500068678 · BAV ADV11592540 · CERL cnp00401379 · WorldCat Identities (ENn87-882868
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie