Fulco Luigi Ruffo-Scilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fulco Luigi Ruffo-Scilla
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato6 aprile 1840, Palermo
Ordinato presbitero20 settembre 1862
Nominato arcivescovo28 dicembre 1877 da papa Pio IX
Consacrato arcivescovo6 gennaio 1878 dal cardinale Flavio Chigi
Creato cardinale14 dicembre 1891 da papa Leone XIII
Deceduto29 maggio 1895, Roma
 

Fulco Luigi Ruffo-Scilla (Palermo, 6 aprile 1840Roma, 29 maggio 1895) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Terzo dei sei figli di don Fulco Antonio Ruffo, IX principe di Scilla e ambasciatore del Regno di Napoli in Svizzera e nel Regno di Sardegna, e di donna Eleonora Galletti, studiò presso il Seminario Maggiore di Roma dove si licenziò teologia il 3 settembre 1860 e in utroque iure il 14 luglio 1864.

Venne ordinato sacerdote il 20 settembre 1862 ed entrò come prelato domestico presso la corte pontificia sotto papa Pio IX: dal 13 marzo 1868 ebbe il titolo di protonotario apostolico.

Il 28 dicembre 1877 Pio IX lo elesse arcivescovo di Chieti: venne ordinato il 6 gennaio 1878 dal cardinale Flavio Chigi; ricoprì quella carica per circa dieci anni, ma si occupò poco della cura della diocesi e preferì restare a Roma, dove 21 giugno 1881 venne anche nominato assistente al soglio pontificio. Il 23 maggio 1887 si dimise da arcivescovo di Chieti e venne trasferito alla sede titolare di Petra: il pontefice lo inviò quindi in Baviera come nunzio apostolico. Fu presto richiamato alla corte papale a Roma e venne nominato prefetto del Palazzo Apostolico.

Papa Leone XIII lo elesse cardinale dell'ordine dei presbiteri del titolo di Santa Maria in Traspontina nel concistoro del 17 dicembre 1891: fu camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali dal 18 maggio 1894 e si spense l'anno successivo.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco GIANNINI, I difficili rapporti tra Stato e Chiesa sulla nomina dei vescovi dopo l'Unità. L'opposizione alla designazione di Luigi Ruffo di Scilla ad Arcivescovo di Chieti, in «Risorgimento e Mezzogiorno. Rassegna di studi storici», anno XXII, n. 43-44, dicembre 2011, Bari, Levante editori, 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN77490114 · ISNI (EN0000 0000 6144 5901 · GND (DE132958473