Fulco Luigi Ruffo-Scilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fulco Luigi Ruffo-Scilla
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal.svg
Incarichi ricoperti
Nato 6 aprile 1840, Palermo
Ordinato presbitero 20 settembre 1862
Nominato arcivescovo 28 dicembre 1877 da papa Pio IX (poi beato)
Consacrato arcivescovo 6 gennaio 1878 dal cardinale Flavio Chigi
Creato cardinale 14 dicembre 1891 da papa Leone XIII
Deceduto 29 maggio 1895, Roma

Fulco Luigi Ruffo-Scilla (Palermo, 6 aprile 1840Roma, 29 maggio 1895) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Terzo dei sei figli di don Fulco Antonio Ruffo, IX principe di Scilla e ambasciatore del Regno di Napoli in Svizzera e nel Regno di Sardegna, e di donna Eleonora Galletti, studiò presso il Seminario Maggiore di Roma dove si licenziò teologia il 3 settembre 1860 e in utroque iure il 14 luglio 1864.

Venne ordinato sacerdote il 20 settembre 1862 ed entrò come prelato domestico presso la corte pontificia sotto papa Pio IX: dal 13 marzo 1868 ebbe il titolo di protonotario apostolico.

Il 28 dicembre 1877 Pio IX lo elesse arcivescovo di Chieti: venne ordinato il 6 gennaio 1878 dal cardinale Flavio Chigi; ricoprì quella carica per circa dieci anni, ma si occupò poco della cura della diocesi e preferì restare a Roma, dove 21 giugno 1881 venne anche nominato assistente al soglio pontificio. Il 23 maggio 1887 si dimise da arcivescovo di Chieti e venne trasferito alla sede titolare di Petra: il pontefice lo inviò quindi in Baviera come nunzio apostolico. Fu presto richiamato alla corte papale a Roma e venne nominato prefetto del Palazzo Apostolico.

Papa Leone XIII lo elesse cardinale dell'ordine dei presbiteri del titolo di Santa Maria in Traspontina nel concistoro del 17 dicembre 1891: fu camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali dal 18 maggio 1894 e si spense l'anno successivo.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco GIANNINI, I difficili rapporti tra Stato e Chiesa sulla nomina dei vescovi dopo l'Unità. L'opposizione alla designazione di Luigi Ruffo di Scilla ad Arcivescovo di Chieti, in «Risorgimento e Mezzogiorno. Rassegna di studi storici», anno XXII, n. 43-44, dicembre 2011, Bari, Levante editori, 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo metropolita di Chieti ed amministratore perpetuo di Vasto Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Luigi Maria de Marinis 28 dicembre 1877 - 23 maggio 1887 Rocco Cocchia, O.F.M.Cap.
Predecessore Arcivescovo titolare di Petra Successore Archbishop CoA PioM.svg
Michael Augustine Corrigan 23 maggio 1887 - 14 dicembre 1891 Girolamo Maria Gotti, O.C.D.
Predecessore Nunzio apostolico in Baviera Successore Emblem Holy See.svg
Angelo Di Pietro 23 maggio 1887 - 20 marzo 1889 Antonio Agliardi
Predecessore Prefetto della Casa Pontificia Successore Emblem Holy See.svg
Luigi Macchi 20 marzo 1889 - 14 dicembre 1891 Francesco Salesio Della Volpe
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Traspontina Successore CardinalCoA PioM.svg
Gaetano Alimonda 17 dicembre 1891 - 29 maggio 1895 Camillo Mazzella, S.J.
Predecessore Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore Emblem Holy See.svg
Mariano Rampolla del Tindaro 18 maggio 1894 - 18 maggio 1895 Angelo Di Pietro
Controllo di autorità VIAF: (EN77490114 · GND: (DE132958473