Episodi di Dr. House - Medical Division (quinta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Dr. House - Medical Division.

La quinta stagione della serie televisiva Dr. House - Medical Division è stata trasmessa negli Stati Uniti dal 16 settembre 2008 all'11 maggio 2009 sul canale FOX. Sono stati ordinati 24 episodi.

In Italia la prima parte della quinta stagione (episodi 1-12) è stata trasmessa in prima visione assoluta dal 18 gennaio 2009 al 1º marzo 2009, ogni domenica con un doppio episodio, su Canale 5.

La seconda parte (episodi 13-24) è andata in onda in prima visione assoluta dall'11 giugno 2009 al 16 luglio 2009, ogni giovedì con un doppio episodio, su Joi, canale pay della piattaforma Mediaset Premium, dopo aver replicato i primi 12 episodi. In chiaro, la seconda parte della stagione è stata trasmessa dal 1º ottobre al 5 novembre 2009, ogni giovedì con un doppio episodio.[1]

I dati relativi allo share e agli spettatori sono riferiti alla prima trasmissione in chiaro in Italia.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Dying Changes Everything La morte cambia tutto 16 settembre 2008 18 gennaio 2009
2 Not Cancer Non è cancro 23 settembre 2008 18 gennaio 2009
3 Adverse Events Eventi avversi 30 settembre 2008 25 gennaio 2009
4 Birthmarks Impronte genetiche 14 ottobre 2008 25 gennaio 2009
5 Lucky Thirteen Tredici porta fortuna 21 ottobre 2008 1º febbraio 2009
6 Joy Joy 28 ottobre 2008 1º febbraio 2009
7 The Itch Il prurito 11 novembre 2008 8 febbraio 2009
8 Emancipation Emancipazione 18 novembre 2008 8 febbraio 2009
9 Last Resort L'ultima risorsa 25 novembre 2008 22 febbraio 2009
10 Let Them Eat Cake Dolci chili di troppo 2 dicembre 2008 22 febbraio 2009
11 Joy to the World Gioia al mondo 9 dicembre 2008 1º marzo 2009
12 Painless Senza dolore 19 gennaio 2009 1º marzo 2009
13 Big Baby Bimba dentro 26 gennaio 2009 11 giugno 2009
14 The Greater Good Il bene più grande 2 febbraio 2009 11 giugno 2009
15 Unfaithful Infedele 16 febbraio 2009 18 giugno 2009
16 The Softer Side Il lato più tenero 23 febbraio 2009 18 giugno 2009
17 The Social Contract Il patto sociale 9 marzo 2009 25 giugno 2009
18 Here Kitty Vieni micina 16 marzo 2009 25 giugno 2009
19 Locked In Intrappolato 30 marzo 2009 2 luglio 2009
20 Simple Explanation Una spiegazione semplice 6 aprile 2009 2 luglio 2009
21 Saviors Salvatori 13 aprile 2009 9 luglio 2009
22 House Divided House diviso 27 aprile 2009 9 luglio 2009
23 Under My Skin Sotto la mia pelle 4 maggio 2009 16 luglio 2009
24 Both Sides Now Ora ambedue le parti 11 maggio 2009 16 luglio 2009

La morte cambia tutto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Wilson è appena tornato all'ospedale; House non l'ha più visto, né sentito da quando Amber è morta tragicamente nell'ultimo episodio della quarta stagione.

Lou, una donna in carriera nella Woman's Majority, durante una riunione ha delle allucinazioni per cui cerca di liberarsi da una miriade di formiche che le camminano sul corpo, e viene ricoverata al Princeton Plainsboro. Cuddy vorrebbe che House si occupasse del suo rapporto con Wilson, ma House preferisce prendere in consegna il caso. Nonostante l'allucinazione, nulla fa pensare a una malattia psicologica. La paziente è anemica e bradicardica e le cure non hanno effetto. Durante la diagnosi differenziale, Tredici cerca di trovare una diagnosi non correlata alla carriera di Lou, che la porta a numerosi viaggi e a un notevole stress psicofisico. House ritiene che Tredici sia meno razionale e che la sua obiettività sia compromessa dall'aver scoperto di essere positiva alla Còrea di Huntington, ma la lascia comunque lavorare. La paziente viene curata per carenza di vitamina B12, ma durante la somministrazione ha un'emorragia rettale; inoltre, risulta positiva al test di gravidanza, ma i dottori non trovano alcun feto, né riescono a risalire all'origine dell'emorragia. House ripete l'ecografia per scoprire che il feto è in realtà ectopico, ed è ancorato all'intestino; per non compromettere la salute della paziente, è necessario terminare la gravidanza extrauterina. Chase esegue l'operazione durante la quale la paziente ha una grave emorragia.

Frattanto, Cuddy tenta in tutti i modi di far riavvicinare House e Wilson, il quale è deciso a dimettersi. House è sconvolto all'idea che il suo unico amico possa andarsene per colpa sua, ma non ha nessuna intenzione di esprimere i suoi sentimenti, nemmeno quando Cuddy li costringe a rimanere nella stessa stanza a parlare. Dato che Wilson non vuole cambiare idea circa le sue dimissioni, House gli dà un ultimatum: rimarrà a casa, rischiando che la sua paziente muoia, finché Wilson non si deciderà a rimanere.

Il team di House deve così affrontare da solo il caso, che si rivela più complicato quando scoprono che la gravidanza non era la soluzione ultima: la paziente continua a sbattere le palpebre ed è sempre più bradicardica, finché non va in arresto cardiaco, dal quale viene rianimata; dopodiché le viene impiantato un pacemaker temporaneo. Il problema sembra ora essere neurologico. Tredici ipotizza la sclerosi multipla, ma le cure non funzionano. Nel frattempo, Lou viene rimpiazzata sul lavoro. Poiché sembra non reagire, Tredici l'aggredisce chiedendole per quale motivo si comporta come se non avesse stima di sé. Esaminando il filmato dell'operazione, trovano un bozzo, ne fanno una biopsia e trovano tessuto con tracce di amiloidosi. Foreman consulta Wilson sulla possibile causa primaria dell'amiloidosi e Wilson suggerisce un linfoma, quindi iniziano la chemioterapia. La paziente sembra sentirsi meglio. Tredici trova il coraggio di parlare con la paziente e di rivelarle di essere malata, e di voler fare la differenza prima di perdere il controllo del proprio corpo e delle proprie emozioni. Lou le dice di voler cambiare lavoro e di aver fatto domanda per un posto di maggior responsabilità.

Tuttavia al suo ritorno House nota che la paziente sembra invecchiata, mentre prima della chemioterapia dimostrava una decina anni in meno della sua età; questo gli fa intuire che si tratta di un ceppo particolare di lebbra, la lebbra lepromatosa diffusa, contratta durante uno dei suoi viaggi, che ripulisce la pelle invece di farla deteriorare. La chemioterapia aveva ucciso una parte dei batteri che causavano la malattia, ma non l'avrebbe curata del tutto, e anzi avrebbe causato un peggioramento. Tredici conferma che le analisi hanno sostenuto la diagnosi; Lou le rivela che tornerà a lavorare per il suo precedente capo, dato che il rimpiazzo non era all'altezza.

House infine parla con Wilson chiedendogli di restare e che, nonostante sia stato tutto un incidente, si sente in colpa per la morte di Amber; Wilson gli dice che non lo incolpa, ma che deve comunque andarsene. Gli rinfaccia il fatto che durante la loro amicizia lui non gli ha mai posto un freno ed è rimasto a guardare cercando di fare il bene di House, il bene di tutti, ma non il suo, e Amber avrebbe voluto che si prendesse cura di sé stesso. Alla fine gli dice che la loro amicizia è finita e che non è nemmeno sicuro che sia mai realmente esistita, e afferma che su quel bus House avrebbe dovuto trovarsi da solo.

Non è cancro[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio inizia con la morte improvvisa di quattro persone: tutte queste hanno in comune di aver ricevuto organi dal medesimo donatore. Gli ultimi due ricevitori, un anziano di nome Frank e una insegnante di matematica di nome Apple, vengono ricoverati e affidati alle cure del geniale dottore. Il team però non riesce a trovare in nessun modo un legame fra le sei persone, anche perché le morti erano avvenute non per il cedimento degli organi trapiantati ma per altri fino a quel momento sani; nel frattempo House è ancora concentrato sul perché e su come rimediare all'addio dell'amico Wilson.

Per svolgere le sue indagini sulla vita del soggetto donatore e su quella degli sfortunati ricevitori, House assume un bislacco investigatore privato di nome Lucas; una volta terminate queste indagini, House gli fa pedinare un suo collega con cui vorrebbe sostituire Wilson (sottoponendolo anche a test personalmente, quali farsi pagare il conto alla mensa o chiedergli cosa ne pensa della sua dipendenza al Vicodin e dei suoi modi di fare, per valutarne le reazioni) e poi, capendo che questi non è adatto come "nuovo-Wilson", di pedinare Wilson per capire quante possibilità ci sono di tornare amici, senza però ricevere buone notizie. La diagnosi della paziente diventa un dilemma tra cancro (come sostiene House) e non cancro (come sostiene la sua équipe): alla fine impone la chemio, ma nonostante questa funzioni e faccia migliorare la paziente, House cambia idea e sostiene non si tratti di cancro. Prova a cercare consiglio da Wilson, ma lui lo prega di lasciarlo in pace per permettergli di andare avanti e gli chiude la porta in faccia, dicendogli di non tornare più. Mentre torna in ospedale parlando con Lucas, gli viene in mente una nuova intuizione: per confermarla chiede a Cuddy di poter effettuare un intervento al cervello, intervento che Cuddy rifiuta mettendo due guardie nella camera di Apple per impedire al dottore di forzare la situazione; House quindi utilizza nuovamente il suo detective per sostituire i medicinali della paziente e causarle una crisi, ottenendo quindi il consenso per l'operazione.

Durante l'operazione House suggerisce a Chase di verificare i medicinali, facendogli capire che dietro la crisi c'è il suo zampino, ma quando Chase prova a interrompere l'intervento il chirurgo trova l'anomalia che conferma la teoria di House: cellule staminali cancerogene del donatore, attaccando gli organi trapiantati, erano poi entrati in circolo nel corpo dei riceventi, integrandosi agli altri organi senza svolgerne realmente il compito, risultando così come cancro pur non essendolo.

L'episodio si conclude con House che telefona a Lucas chiedendogli se può essere interessato a lavorare per lui in maniera definitiva.

Eventi avversi[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un pittore viene ricoverato in ospedale perché soffre di agnosia visiva: vede infatti la realtà in modo distorto. House rivela al suo team di medici di averli spiati tramite il suo investigatore Lucas: ha scoperto che Tredici deve pagare il mutuo dell'auto, Kutner è sul Guinness dei primati perché ha strisciato in un corridoio lungo trenta kilometri con il soffitto alto mezzo metro, e la moglie di Taub ha aperto un conto corrente in cui ha versato centomila dollari.
Taub parla del conto corrente con la moglie e scopre che lei voleva fargli una sorpresa, regalandogli l'auto che desidera: a questo punto Taub è tormentato dai rimorsi e vuole confessare alla moglie le proprie scappatelle, cosa che fa nonostante House cerchi di impedirglielo.
House chiede all'investigatore privato, Lucas, di spiare Cuddy, ma mentre investiga nel suo ufficio viene sorpreso dalla donna, da cui rimane invaghito, e per salvarsi dalla situazione si offre di investigare su House per lei a patto che ella risponda alle sue domande. Intanto House ha intuito il problema del paziente: egli, per non deludere la fidanzata, finge di essere ricco per via del successo delle sue opere, mentre i soldi provengono da case farmaceutiche per cui fa la cavia: così manda Taub a casa sua e scopre che sta provando tre farmaci diversi, che hanno formato un bezoar, il quale viene estratto da Chase durante un'operazione chirurgica.
House sorprende Lucas a casa sua e durante una discussione il dottore confessa al detective che il motivo per cui pedina Cuddy è perché ha un debole per lei.
Lucas incontra Cuddy in un bar e le fa vedere una foto imbarazzante di House versione cheerleader, spiegandole però che la foto potrebbe essere stata truccata da House, il quale l'avrebbe fatto per attirare su di sé l'attenzione; tuttavia Cuddy non è stupita, sperando in questo modo di mettere nel sacco sia House sia Lucas; così, il detective ritorce la situazione a suo vantaggio, affermando che, sapendo ella che la foto era truccata, l'unico motivo per cui sarebbe venuta al bar con Lucas è che prova per lui un certo interesse.
Alla fine dell'episodio, Lucas dice al diagnosta di aver fatto delle ricerche: ha scoperto che in realtà la foto non era truccata e House ribatte che era diventato cheerleader solo per piacere ad una ragazza, senza però avere successo.

Impronte genetiche[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una venticinquenne ragazza cinese adottata da una famiglia americana si reca in Cina per cercare notizie sui suoi genitori biologici, ma quando li trova questi la rinnegano. Allora decide di recarsi in un tempio di Buddha, dove effettua una particolare preghiera che prevede di sollevare due volte una statua (se la seconda volta non si riesce a sollevare la statua vuol dire che Buddha esaudirà il desiderio chiesto), nello sforzo però incomincia a vomitare sangue e ha un collasso.

Ritornata dalla Cina, viene subito ricoverata al Princeton Plainsboro, dove si viene a sapere che i chirurghi cinesi le hanno asportato 30 cm di intestino, senza però aver ottenuto miglioramenti. Intanto Kutner dice a House che sua madre ha provato a chiamarlo più volte, ma House, rimanendo tranquillo, spiega che suo padre è morto e si rifiuta di andare ai funerali, e quindi decide di impegnarsi personalmente con la paziente cinese. Mentre esamina i medicinali assunti in Cina, si accorge che i medici cinesi la curavano per la SARS, così quando la ragazza gli tossisce addosso, Cuddy gli inietta una dose di immunoglobuline per prevenire la malattia. In realtà si tratta di uno stratagemma per drogarlo e costringerlo ad andare al funerale del padre. Infatti House sviene e si risveglia in macchina accanto a Wilson senza Vicodin, bastone e cellulare. Il viaggio con Wilson è esilarante ed House tenta in tutti i modi di evitare che Wilson arrivi a destinazione, facendo addirittura arrestare tutti e due. Portati in una centrale di polizia House e Wilson raccontano le loro vicende all'agente incaricato di esaminare il loro caso. Così si viene a scoprire come è nata la loro amicizia: i due erano presenti in un convegno di medicina a New Orleans e in un bar un tizio metteva a ripetizione nel juke box una canzone di Billy Joel; Wilson gli chiese più volte di smettere, ma questi continuava, e alla fine lui esasperato tirò una bottiglia contro uno specchio del bar dando origine ad una rissa. Così Wilson finì in prigione e House, pur non conoscendolo, pagò la cauzione per farlo uscire.
Intanto in ospedale la paziente continua a peggiorare, poiché non si tratta di SARS, né di calcoli biliari (come aveva precedentemente teorizzato Foreman con l'aiuto di Chase e Cameron).

Rilasciati dalla polizia, House e Wilson riescono ad arrivare al funerale, nel mentre House confessa che in realtà all'età di dodici anni scoprì che non era suo padre biologico perché durante il periodo del concepimento il padre si trovava a un'esercitazione ad Okinawa e inoltre alcuni tratti genetici non corrispondevano. Durante la funzione religiosa House accontenta la madre facendo anche un discorso per suo padre, dicendo che se fosse stato un padre migliore lui sarebbe stato un figlio migliore e mentre lo saluta con un bacio gli preleva un pezzo di pelle dall'orecchio per soddisfare la sua curiosità ed effettuare il test del DNA. Wilson vede House fare ciò e in un'altra stanza della chiesa hanno un'accesa discussione durante la quale, per la seconda volta, Wilson tira una bottiglia di alcool verso un vetro e lo rompe, proprio come successe nel loro primo incontro.

Durante il pranzo, House (che si mantiene in contatto telefonico con il suo team) e Wilson riescono ad avere l'intuizione per riuscire a guarire la ragazza: infatti lei è nata nel 1983 e dal 1979 in Cina vige la regola del figlio unico. Quindi il padre della ragazza ha tentato di uccidere la figlia. House deve solo scoprire come. Tornato in ospedale capisce tutto prima che la ragazza venga portata a fare una risonanza: il padre ha tentato di ucciderla infilzando nella fontanella della bimba tre aghi che si sono mossi quando la ragazza ha tentato per la seconda volta di alzare il Buddha (manovrato da un magnete). Wilson sorprende House ubriaco nel suo ufficio e quest'ultimo gli rivela di aver fatto il test del DNA e aver scoperto che suo padre non è il vero padre, ma la novità non lo sorprende.

Wilson confessa ad House che il viaggio che hanno fatto insieme è stata l'unica cosa piacevole che gli è successa dalla morte di Amber e quindi pensa di tornare a lavorare al Princeton-Plainsboro. I due amici vanno a mangiare insieme, dopo che House si rende veramente conto che suo padre è morto e Wilson gli fa le condoglianze.

  • Diagnosi finale: aghi inseriti all'interno nelle fontanelle del cranio all'infanzia.
  • Ascolti Italia: telespettatori 4.711.000 - share 21,20%[3]

Tredici porta fortuna[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una donna che Tredici ha conosciuto in un bar la sera prima, ha una crisi epilettica. La dottoressa la porta all'ospedale Princeton-Plainsboro e House si occupa del suo caso.

House approfitta della situazione per indagare sulla vita privata di Tredici e va a perquisirne la casa assieme a Foreman. Tredici crede che la malattia della donna sia dovuta all'uso di droga ma successivamente scopre che la storia clinica della donna è molto più vecchia e che parecchi dottori l'hanno visitata negli ultimi anni. Scopre inoltre che è andata a letto con lei solo per entrare in contatto con House dopo un anno di tentativi.

Intanto House continua ad indagare sui dottori del team, e soprattutto fa pedinare Wilson, che però sa di essere spiato e cerca di ingannare il diagnosta e il suo investigatore privato con una finta relazione e addirittura lasciando loro intendere di fare uso di droghe.

Foreman confessa a Tredici di aver trovato il suo test sulla corea di Huntington e scopre che le rimane meno tempo del previsto prima della sua morte per via del rischioso stile di vita che conduce tra alcol e droghe. Nonostante cerchi di farla ragionare, facendole capire che rischia di distruggere il suo lavoro, la carriera e la sua vita, Tredici continua a fare ciò che le pare.

Cuddy sorprende Tredici farsi una flebo, deducendo che sia reduce di una sbronza e di conseguenza vorrebbe sottoporla a un test anti droga. House lo impedisce, ma la licenzia per non aver partecipato alla diagnosi differenziale.

Mentre si sospetta che la paziente abbia una grave malattia incurabile, Tredici si riavvicina a lei (House le chiede di comunicarle personalmente la diagnosi) e dopo aver dimostrato la sua lealtà al lavoro, scopre la vera causa della malattia e House la riassume: Tredici però scopre che House l'ha manovrata per farla riavvicinare alla paziente per diagnosticare la vera malattia. Al termine dell'episodio, Tredici continua con il suo stile di vita rischioso ma sembra triste e vuota.

House, dopo aver saputo che Cuddy ha adottato un bambino e che ha chiesto a Wilson di appoggiare la sua richiesta di adozione, si allontana sorpreso senza congratularsi.

Joy[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il team prende il caso del signor Harmon, un uomo di mezza età dalla vita grigia e anonima, che ha avuto recenti collassi e svenimenti. Con possibili diagnosi che vanno da traumi e colpi violenti a tossine dei prodotti consumati per lavoro, scoprono presto che l'uomo, che sta crescendo sua figlia di 12 anni da solo, ha degli episodi di sonnambulismo, e nel corso di alcuni di questi attacchi si procura sostanze stupefacenti. Mentre il team tenta di capire cosa abbia potuto fare per ammalarsi mentre era sonnambulo, la sua condizione continua a peggiorare, fino a quando comincia a sudare sangue. I medici decidono di inserirlo nella lista d'attesa per un trapianto di rene, e House cerca di ottenere il consenso della figlia a donare un rene al padre. Poiché la ragazza ha solo 12 anni e poiché il padre si trova in conflitto di interesse, è necessario l'intervento di Cuddy affinché spieghi alla ragazza la complessità dell'intervento chirurgico a cui sta per sottoporsi. House però si accorge di non poter usare la ragazza come donatrice, perché soffre della stessa malattia del padre. Anche la ragazza comincia infatti ad avere episodi di sonnambulismo e a sudare sangue. Nel mentre House, dopo aver scoperto che Cuddy sta per adottare una bambina, che nascerà tra due settimane, cerca di dissuaderla dal fatto che diventare madre non la renderà felice. Cuddy incontra la madre in persona per il colloquio finale: si tratta di Becca, una ragazza molto giovane che ha fatto uso di droghe fino a quando non ha scoperto di essere rimasta incinta, e che è convinta di essere una perdente nella vita, come lo erano state sua madre e sua nonna prima di lei. La ragazza ha scelto di dare la propria figlia a Cuddy perché, pur essendo una mamma single, la ritiene una donna forte, che è riuscita a prendere sempre le decisioni giuste e a realizzarsi nella vita e nella sua professione. Cuddy le nota uno strano sfogo sul braccio e decide di portarla al PPTH, dove richiede una serie di esami completi per la mamma e per il feto ad una Cameron stupita e contrariata. Le condizioni della ragazza, in apparenza normali, peggiorano improvvisamente, e si scopre che la nascitura ha i polmoni sottosviluppati di 10 settimane. Cuddy deve gestire il caso sia come medico che come potenziale madre, e lei e il team di House devono prendere una delicatissima decisione che potrebbe mettere a rischio la salute sia della madre che del bambino. La ragazza, posta di fronte ad una scelta, preferisce salvare se stessa e anticipare il parto, anche se questo comporterà maggiori rischi per la bambina. Nel frattempo, House risolve il caso del signor Harmon, che aveva nascosto le proprie origini irachene e aveva ostacolato così la comprensione della malattia di cui soffrivano sia lui sia la figlia. House si reca a cercare Cuddy e assiste insieme a lei alla nascita di Joy, la figlia di Becca. Tuttavia, dopo aver visto la gioia incontenibile di Cuddy che finalmente sta per diventare madre adottiva, Becca ci ripensa, e decide di tenere la figlia. Costretta a lasciare la bambina alla madre biologica, Cuddy torna a casa sconvolta. House si presenta a casa sua di notte, e dopo un breve alterco i due finiscono per baciarsi, ma House se ne va subito dopo.

  • Diagnosi finale: Febbre mediterranea familiare.
  • Riferimenti: il titolo fa riferimento a varie cose all'interno dell'episodio: la bambina che Cuddy vuole adottare si chiama Joy (in inglese Gioia) e la madre di quest'ultima decide di tenere la figlia perché vuole provare la sensazione di gioia che ha visto dipingersi sul volto della dottoressa; inoltre, i pazienti non possono provare gioia a causa della loro malattia finché non guariscono. Probabilmente è per questo motivo che il titolo non è stato tradotto in italiano.
  • Ascolti Italia: telespettatori 4.878.000 - share 21,31%[4]

Il prurito[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo agorafobico, con un'ossessiva paura di uscire di casa, si ammala misteriosamente, ma non si lascia portare in ospedale dal pronto intervento; egli soffre di questa fobia da quando, in una sparatoria, è stata uccisa la sua fidanzata. Cameron, che già gli offriva assistenza sanitaria a domicilio, porta il suo caso al team di House, che dovrà cercare di portare l'ospedale dal paziente vista l'impossibilità del contrario. Nel frattempo Wilson cerca di convincere House e Cuddy a provare ad uscire insieme, senza però ottenere nulla, in quanto entrambi pensano che una relazione non avrebbe successo.
Anche la relazione fra Chase e Cameron ha dei problemi, in quanto la ragazza è ancora legata al suo precedente amore, ora morto, cosa che ostacola il rapporto fra i due e che fa sentire Chase trascurato. Intanto House tenta in tutti i modi di convincere il paziente ad uscire di casa (anche facendogli provare più dolore), ma quest'ultimo sembra preferire morire nella sua abitazione piuttosto che vivere fuori. Così Cameron e il team di House sono costretti ad escogitare un piano per poter effettuare un'operazione: somministrare l'anestesia a casa del paziente, trasferirlo e operarlo in ospedale, e farlo risvegliare nuovamente a casa. Ma le cose non vanno come pianificato: Cameron, sentendosi in colpa, sveglia il paziente un attimo prima dell'operazione e denuncia l'ospedale. Cuddy si arrabbia con House, ma quest'ultimo non controbatte come al solito, probabilmente per il bacio della sera precedente.
Wilson associa un prurito di House (causato da una puntura di zanzara) al presunto turbamento che gli provoca Cuddy. Cameron riuscirà a convincere il paziente a ritirare la denuncia e ridare fiducia al team di House, che potrà riprendere le ricerche alla diagnosi corretta, che come di consueto sarà intuita da House, che nota una particolare attenzione del paziente per le pulizie del bagno, cosa che gli fa pensare ad un avvelenamento da parte dei prodotti che usa: la diagnosi è errata, ma porta il nefrologo a intuire la vera causa: alcuni frammenti di un proiettile sono rimasti nel corpo del paziente, avvelenandolo. Alla fine dell'episodio House convince il paziente ad affrontare le proprie paure.

Emancipazione[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il team prende il caso di una sedicenne, operaia in una grande industria, che collassa quando i polmoni le si riempiono di liquido mentre è al lavoro. La ragazzina informa House e il team di essere una minore emancipata che vive da sola e si gestisce da sola, e lo fa da quando i suoi sono morti. Il team inizia a trattarla per sospetti problemi al cuore. Nel mentre, Foreman chiede il permesso ad House per iniziare un trial clinico, ma House rifiuta. Poco dopo, per rimarcare la sua decisione, House affida a Foreman la cura della paziente, ma lui lo ignora facendo procedere Kutner che le crede e le cambia di propria iniziativa la cura, causandole problemi. Foreman, ignorando House, va in ambulatorio dove viene pungolato da Cuddy che gli affida un caso che possa dimostrare la sua competenza. Il paziente è un bambino di quattro anni che arriva quasi alla morte, e così Foreman si interroga sulle sue vere qualità senza la collaborazione di House. Chiede tuttavia aiuto a Cameron e Chase, che gli forniscono suggerimenti per un'analisi differenziale, pur ripetendogli diverse volte di parlare del caso ad House. Foreman testardamente rifiuta, e alla fine si accorge che il fratellino maggiore del bimbo malato è molto sollecito nell'assisterlo, gli sta sempre accanto e gli fa prendere delle vitamine non prescritte pensando in tal modo di rinforzare le sue difese contro la malattia, in realtà provocando un'ipervitaminosi. Foreman quindi riesce a risolvere il caso senza l'aiuto di House, e il bimbo si riprende dopo poco, allontanandosi dall'ospedale insieme alla mamma, tenendo per mano il fratello maggiore. Nel frattempo la ragazza continua ad accumulare bugie su bugie, tra cui una presunta violenza subita dal padre (che l'ha portata alla precedente menzogna in cui dichiarava deceduti i genitori). House, comunque, riesce a trovare la diagnosi: leucemia. La ragazza necessiterebbe di un trapianto di midollo, così Tredici, contro la volontà della ragazza, va alla ricerca dei suoi genitori ma scopre l'ennesima bugia: la sedicenne ha rubato l'identità di una sua coetanea per non farsi trovare dai suoi genitori. Alla fine però House riesce ad estorcerle la verità: per una distrazione il fratellino della ragazza era annegato mentre faceva il bagno e lei, in preda ai rimorsi, aveva deciso di fuggire di casa e ora preferisce morire piuttosto che prendere del midollo dai propri genitori. Solo alla fine House convince la sedicenne a chiamare i suoi genitori e a ricongiungersi a loro, oltre che guarire.
Alla fine dell'episodio Foreman comunica ad House che ha intenzione di iniziare ad occuparsi del trial clinico, visto che è riuscito a seguire due casi contemporaneamente, e House stavolta non obietta.

L'ultima risorsa[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Last Resort
  • Diretto da: Katie Jacobs
  • Scritto da: Matthew V. Lewis ed Eli Attie (sceneggiatura), Matthew V. Lewis (storia)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In clinica, un uomo armato, Jason, prende in ostaggio House, Tredici e alcuni pazienti, nell'ufficio della Cuddy. L'uomo dice di essere malato ma non sa di cosa, nonostante sia stato già visitato da 16 medici negli ultimi due anni senza esito, e chiede le immediate attenzioni mediche dal miglior medico dell'ospedale, minacciando di uccidere alcuni ostaggi.
Con una stanza piena di persone malate, House deve usarli per assicurare all'uomo che lo curerà e per evitare che all'uomo vengano somministrati dei sonniferi; Tredici si propone come cavia anche per medicine pericolose o dolorose, dicendo che, per via della sua malattia, vivrà comunque meno degli altri e, di conseguenza, si sacrifica. Mentre Cuddy e il resto del team comunicano con House via telefono per fare test e proporre possibili diagnosi, ponderano la possibilità che l'uomo non abbia niente di fisico e che i pazienti lì dentro potrebbero rischiare la loro vita. Con un ostaggio già ferito, Tredici mette in gioco la sua stessa breve vita mentre riceve gli stessi trattamenti sperimentali che l'ostaggio sta ricevendo. In seguito è necessaria una TAC e, per farla, l'uomo deve consegnare la pistola ad House per non ottenere risultati sfocati; dopo l'esame, il diagnosta restituisce la pistola a Jason, manifestando la Sindrome di Stoccolma; Jason confessa a House che ha preso degli ostaggi perché vuole sapere il nome della malattia, in quanto non sopporta l'incertezza. House scopre la malattia, la melioidosi, e intuisce che gli altri sedici medici non l'avevano capita perché il paziente aveva sbagliato a stendere l'anamnesi: alla domanda se aveva visitato paesi tropicali, aveva sempre omesso di citare un soggiorno in Florida. Jason però vuole provare i farmaci su Tredici, cosa che la ucciderebbe sicuramente: la dottoressa lo implora piangendo di essere risparmiata; Jason, poco prima dell'intrusione della SWAT, si fida e si inietta il farmaco. Il rischio corso da Tredici la spinge ad accettare la proposta di fare parte dei pazienti del trial clinico di Foreman.
Alla fine di questo episodio viene analizzato in modo più approfondito il rapporto tra House e Cuddy, che si chiarisce in parte con un dialogo finale tra i due.

Dolci chili di troppo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

House e il team prendono il caso di un'insegnante di fitness, Emmy Harding, che collassa mentre sta girando uno spot. Quando il team le fa dei test per l'asma, abuso di steroidi o anche deficienza di vitamine per la dieta che segue, le condizioni della paziente peggiorano.
Sebbene si presenti come guru naturale del fitness, il team scopre presto che nasconde un grosso segreto che potrebbe contribuire al deterioramento delle sue condizioni: infatti era obesa e ha usato un bypass naso gastrico per dimagrire. La sua malattia è dovuta proprio a questo e deve farlo rimuovere per guarire, cosa che lei si rifiuta di fare, preferendo prendere delle medicine per controllare i sintomi. Nel mentre, Tredici inizia le sue sedute per il morbo di Huntington con Foreman e vede una paziente in uno stadio molto peggiore del suo, cosa che la turba (facendole rivivere una scena della sua infanzia, quando sua madre per via della malattia la sgridava senza motivo ed è stata portata via senza un saluto dalla figlia), e la spinge a non tornare alla seduta successiva.
Kutner intanto dà consigli medici via internet spacciandosi per House, mentre Taub lo copre; DeeDee, una paziente che ha chiesto consigli on-line si presenta all'ospedale dicendo di avere gravi problemi, così Kutner e Taub tentano di curarla di nascosto da House, ma quando vanno nella sua camera per visitarla viene loro detto che la donna è morta. I due sono sconvolti, ma House svela la messa in scena: la malata era in realtà un'attrice assunta da House (che aveva scoperto la "truffa" di Kutner) e ciò servirà da lezione per Kutner, che deve dare ad House la metà del ricavato.
Cuddy nel mentre, si trasferisce nell'ufficio di House dato che il suo è in ristrutturazione a seguito delle devastazioni verificatesi nel corso dell'episodio precedente e cerca di sviluppare un rapporto con House, ma lui si comporta insensibilmente e la offende. Per riconquistarla, alla fine dei lavori di ristrutturazione, le fa trovare a sorpresa la sua vecchia scrivania nel suo nuovo ufficio; la direttrice corre da House per ringraziarlo ma si tira indietro amareggiata quando nota che è in compagnia di DeeDee e capisce che il loro rapporto non ha importanza per lui.

Gioia al mondo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

House ed il team devono vedersela con un'adolescente, Natalie, che collassa durante una recita di Natale del suo liceo. La ragazza è una vittima abituale dei compagni, che la deridono per via del suo peso. Kutner, molto interessato al caso, ha una reazione avversa con uno dei presunti persecutori della ragazza, Simon, un ragazzo della classe molto affascinante; così Taub lo rimprovera e gli dice di non rivalersi sul ragazzo, visto che, a causa della sua etnicità e per il fatto di essere rimasto orfano, secondo lui l'indiano era stato vittima di bullismo. Chase e Kutner interrogano i compagni di Natalie, che però non collaborano, finché i dottori non informano che la ragazza è ad un passo dalla morte: una delle compagne di classe dice di averle dato dei funghi allucinogeni appartenenti a Simon. Tuttavia, nonostante le cure, le sue condizioni continuano a peggiorare.
Foreman continua a lavorare con Tredici per l'Huntington, e la loro relazione va avanti quando lui impara da lei un'importante lezione. Nel frattempo Wilson scommette con House che quest'ultimo non riuscirebbe mai a ricevere un regalo da un paziente, ma perde la scommessa perché il geniale dottore riceve un regalo da una paziente alla quale dice che avrà una partenogenesi (mai accertata in esseri umani),per non ricevere lodi sulla sua scoperta, dice che ha inventato tutto per coprire il tradimento della donna.
Alla fine è Cuddy ad avere la giusta intuizione sulla malattia di Natalie: è eclampsia, che ha contratto durante una gravidanza che ha nascosto a tutti. Tre settimane prima la ragazza aveva partorito di nascosto in una casa abbandonata, ma credendo che la neonata fosse morta l'aveva lasciata là. Pur avendo la giusta diagnosi, le sue condizioni sono ormai troppo gravi e non può guarire. Cuddy si reca nella casa abbandonata per cercare il corpo della neonata, ma scopre che in realtà la piccola non è morta, ed è stata trovata da una coppia di senzatetto che si sono presi cura di lei. Così Cuddy porta la bimba a Natalie, che si sente enormemente sollevata nel vedere che è viva, e che ha così la possibilità di passare un po' di tempo con sua figlia prima di morire. Dopo la morte della ragazza i nonni e il papà della neonata (che è proprio Simon) decidono di darla in adozione, e Cuddy riesce ad ottenerne l'affidamento, realizzando finalmente il suo sogno di diventare madre.
Alla fine dell'episodio Kutner va a trovare un ragazzo che era stato "bullizzato" da lui ai tempi del liceo. Foreman e Tredici si scambiano un bacio dopo la terapia.

  • Diagnosi finale: eclampsia
  • Ascolti Italia: telespettatori 4.353.000 - share 15,27%[7]
  • Curiosità: nella storia che Wilson racconta a Kutner e Taub, la paziente si chiama Irene Adler, un chiaro riferimento alla fiamma di Sherlock Holmes nei romanzi di Sir Arthur Conan Doyle (il parallelismo tra House ed Holmes è molto sottolineato nella serie).

Senza dolore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il team di House è alle prese con un uomo che ha tentato più volte di suicidarsi a causa dei continui dolori in tutto il corpo, che nessun medico è mai stato in grado di diagnosticare: House è interessato al caso per le similitudini fra lui e l'uomo. Intanto Cuddy cerca un metodo per riuscire a gestire la figlia e l'ospedale, ma alla fine scoprirà di non poterci riuscire, così delegherà parte dei suoi impegni di amministratrice a Cameron, che otterrà una promozione.
Nel frattempo House scopre che nell'impianto idraulico di casa sua c'è una perdita, così chiama l'idraulico e scopre che il tubo dell'acqua è stato divelto, poiché il medico per entrare nella vasca da bagno, date le sue difficoltà motorie, si appende al tubo. Per questo genere di danni l'assicurazione non paga, ma House corrompe l'idraulico per ottenere un risarcimento, anche se, in questo modo, ha speso più soldi di quelli che otterrà. Intanto nella relazione fra Tredici e Foreman nascono dei problemi per via del trial clinico, che implica un rapporto medico-paziente fra i due.
Il paziente continua a peggiorare e House alla fine, visto che non è riuscito ad identificare la patologia da cui è afflitto l'uomo, decide di dimetterlo e di lasciarlo andare a casa a suicidarsi. Prima che ciò accada però il geniale dottore ha un'intuizione e alla fine riesce a curarlo con una diagnosi di epilessia.
Infine, nell'ultima scena dell'episodio, Foreman constata che Tredici sta meglio grazie al suo farmaco, ma scopre da un'infermiera che la medicina assunta dalla compagna è un placebo.

Bimba dentro[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

House e il suo team devono affrontare il caso di una donna di 29 anni, insegnante di sostegno per bambini con problemi, che tossisce sangue. Nel frattempo Cameron deve svolgere il lavoro di Cuddy, che vuole passare più tempo a casa con la bambina. Cameron deve quindi scegliere se consentire le procedure che House decide di applicare alla paziente; la dottoressa però, pur tenendogli testa, finisce sempre per acconsentire alle rischiose cure o test che propone il suo vecchio capo, anche se alla fine le sue decisioni si riveleranno giuste. Intanto Cuddy valuta seriamente di ripudiare Rachel, la neonata che le è stata temporaneamente affidata prima di essere adottata definitivamente da lei, perché afferma di non provare felicità con lei; Wilson cerca in ogni modo di consolarla e convincerla a tenere la bambina.
In seguito, mentre ordina a House per telefono di interrompere un test rischioso (asportare alla paziente la calotta cranica), la bambina inizia a piangere: la paziente ne è molto irritata, cosa che in seguito consente al diagnosta di trovare la malattia; Cuddy, in preda ad una crisi, urla a Rachel di smettere e piangere e il pianto della piccola termina: crede perciò di essere riuscita a stabilire un contatto con la bambina, decide quindi di tenerla e lo comunica ad House, il quale prende in braccio la piccola, che gli vomita sulla camicia, e la squadra curiosa e interessata. Nel frattempo Foreman è indeciso, non sa se somministrare il vero farmaco a Tredici (che afferma di sentirsi meglio anche prendendo il placebo), donandole qualche anno di vita in più ma rischiando la carriera; si decide a farlo solo dopo un consulto con House. Alla fine Cameron decide di lasciare il lavoro da direttrice perché si accorge di non essere in grado di dire di no ad House, in quanto era stato proprio lui ad insegnarle come diagnosticare e curare i pazienti e quindi le aveva trasmesso il suo metodo di cura. Cuddy è quindi costretta a tornare al lavoro, motivo per cui comincia a stressarsi per gestire al meglio sia la sua carriera che la bambina.

Il bene più grande[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dana Miller, famosa ex ricercatrice sul cancro che ha lasciato le sperimentazioni per trovare la felicità, e che per questo viene duramente criticata dal team e da Wilson, viene ricoverata al Princeton in preda ad uno pneumotorace.

Intanto Cuddy mette in atto una serie di "vendette" contro House, colpevole di averle impedito di delegare il suo lavoro a Cameron e quindi di trascorrere più tempo con la sua bambina. Taub parla alla moglie della possibilità di avere un figlio, ma questa è contraria. Tredici comincia ad accusare alcuni effetti collaterali del farmaco sperimentale contro la malattia di Huntington, che Foreman ha iniziato a somministrarle al posto del placebo, di nascosto da tutti tranne che da House, contravvenendo al protocollo sui test clinici e mettendo a repentaglio la propria carriera.

La paziente presenta nuovi sintomi (fegato, epidermide, cuore, colonna vertebrale) ma nessuno riesce a venirne a capo. Intanto Tredici comincia a perdere la vista e Foreman sottoponendola a risonanza scopre che il farmaco contro la malattia di Huntington ha provocato un cancro al chiasma ottico che la rende poco dopo totalmente cieca. Foreman vuole rivolgersi alla casa farmaceutica proprietaria della sperimentazione per raccontare tutto e sapere come hanno trattato altri casi analoghi, ma House e la stessa Tredici glielo impediscono per non metterlo in pericolo di revoca della licenza medica. House comunque aiuta Foreman a praticare una radioterapia localizzata a Tredici.

La Miller nel frattempo inizia a sanguinare da tutti gli orifizi, ma le varie differenziali non portano a nulla. Cuddy, convinta da Wilson, incontra House scusandosi per gli scherzi vendicativi ai quali lo ha sottoposto. House l'apostrofa discutendo sulle variazioni d'umore delle donne durante il periodo mestruale, e lì ha la solita illuminazione: la paziente 8 mesi prima era stata sottoposta ad un intervento chirurgico per l'asportazione di un mioma uterino; in quella occasione diverse cellule endometriali erano entrate nel flusso sanguigno, andandosi a depositare per tutto il corpo e moltiplicandosi. Raggiunta la "massa critica" ed avvicinandosi le mestruazioni la paziente ha subito l'effetto di avere tanti "uteri" per tutto il corpo che hanno iniziato a gonfiarsi prima ed a sanguinare poi mettendone a rischio la vita.

Alla fine Foreman si rivolge comunque alla casa farmaceutica che, nonostante abbia falsificato delle cartelle cliniche e messo a repentaglio la reputazione dell'ospedale, non lo licenzia ma gli vieta di partecipare ad altre sperimentazioni. Tredici riacquista l'uso della vista. Wilson, dopo un colloquio con la paziente, inizia ad uscire dallo stato di depressione dato dalla perdita di Amber. Alla fine dell'episodio riesce a trovare il coraggio di lavare una tazza ancora sporca del suo rossetto.

Infedele[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un centro di recupero per poveri, il reverendo Daniel Beeson torna nel suo appartamento e trascorre la notte a fumare e bere. Quando sente bussare alla porta e va ad aprire trova un Gesù sanguinante e sospeso in aria. Il caso finisce nelle mani di House che chiama il team per una differenziale. Dopo un primo consulto, il geniale diagnosta, contrario alla relazione tra Tredici e Foreman, comunica ai due di lasciarsi altrimenti sarà costretto a licenziarli. Foreman, non essendo d'accordo con le condizioni poste da House, decide di andarsene e chiede a Cuddy una lettera di referenze. La direttrice lo mette di fronte a una dura realtà: nonostante lui sia un bravo medico, ha trasgredito parecchie regole che hanno messo a repentaglio sia la sua carriera che la reputazione della clinica, motivo per cui difficilmente verrà accettato a lavorare in altri ospedali.

Intanto mentre Kutner e Taub fanno l'anamnesi di Daniel, notano che il paziente ha cambiato spesso residenza nel giro di pochi mesi: ne viene fuori che, essendo stato accusato di aver molestato un ragazzino, è stato trasferito più volte, anche se il prete nega l'accaduto. A seguito di questa accusa, il prete è sconfortato e confessa ai dottori di aver perso la fede. I due medici non trovando nulla di rilevante e convinti che le allucinazioni del paziente fossero causate dall'alcol, decidono di dimettere Daniel fino a quando non scoprono che un alluce si è staccato dal piede per necrosi.

Nel frattempo Cuddy chiede ad House di venire alla cerimonia di battesimo per Rachel, ma lui, sapendo che la donna non è fermamente religiosa, le dà dell'ipocrita e la prende in giro. Taub e Kutner dopo aver ispezionato la casa di Daniel, mettono il prete in una camera iperbarica credendo abbia subito un avvelenamento da monossido di carbonio, ma il paziente comincia ad avere delle crisi che gli causano un attacco di cuore. A seguito di alcune analisi, i medici trovano una nevralgia intercostale, un trauma ad un nervo del petto; dopo un po' il prete perde la vista ad un occhio.

Intanto Tredici informa Cameron e Chase sull'ultimatum di House e sul licenziamento di Foreman affinché i due possano darle consigli e aiutare il loro amico trovandogli un posto al pronto soccorso. Mentre Chase le dice di lasciare Foreman per non rovinarsi la carriera, Cameron le consiglia di tenere testa ad House affinché lui la rispetti.

Il team ritorna nella differenziale: i medici non riescono a trovare alcun danno strutturale all'occhio ma notano che il suo corpo si sta spegnendo lentamente. Tredici suggerisce una malattia autoimmune, ma i test sono negativi. House crede che Daniel abbia un'infezione ma la milza si sta ammalando e non ci sono globuli bianchi che indicano un'infezione.

Preoccupata sul fatto che Foreman non riesca a trovare facilmente lavoro, Tredici, propone ad House di riassumerlo al suo posto, ma Foreman va su tutte le furie quando viene a sapere che la sua ragazza sta facendo il gioco di House, che in realtà è un pretesto per avere il controllo sulle persone.

Durante la biopsia, House e Daniel discutono sulla perdita di fede che il prete spera di ritrovare e sfida il diagnosta sulla sua stessa ipocrisia: lui tratta le persone anche se dice di non preoccuparsene, poiché crede che House stia cercando qualcuno per dargli la speranza, ma il medico accantona la sua teoria e se ne va, imbattendosi in Cuddy che, dopo aver ricevuto l'ennesima presa in giro da House, annulla il suo invito al battesimo della figlia, dicendogli di non gradire persone che fomentano tanto odio in un'occasione speciale e di affetto.

Dopo aver effettuato dei test, Taub arriva a dire ad House che Daniel ha l'AIDS. Una volta riferita la diagnosi al paziente, il prete non crede sia vero e puntualizza ai dottori che non ha mai avuto rapporti, di conseguenza si rifiuta di fare altri test, ma House dà comunque il consenso al team per cominciare la terapia. Credendo che il paziente menta, Taub va segretamente dal ragazzo che Daniel avrebbe molestato, Ryan, e dopo averlo informato sulle condizioni del prete, gli consiglia di fare il test per l'AIDS, ma il ragazzo si rifiuta di collaborare.

Nella pausa pranzo Wilson discute con House. Quest'ultimo pensa che l'invito della Cuddy sia l'ennesima provocazione alla quale lui non vuole cedere, ma l'oncologo pensa che il diagnosta dovrebbe lasciarsi trascinare dai sentimenti e iniziare ad avere una relazione con la donna, poiché crede siano fatti per stare insieme. Di conseguenza gli consiglia di partecipare al battesimo della figlia perché sa che lei ci tiene alla presenza di House.

Foreman torna da House per essere riammesso, ma quando Tredici si intromette e capisce che sta per essere licenziata, i due cominciano a litigare e Foreman realizza che la ragazza abbia fatto la proposta ad House solo per non sentirsi in colpa.

Mentre Kutner fa un test anti-AIDS, Daniel subisce un rush cutaneo. Il team si riunisce per discutere sulla nuova diagnosi e tra le varie ipotesi Tredici e Foreman, essendo in conflitto, litigano per divergenze d'opinione. House pone fine alla discussione dicendo di fare dei test genetici su Daniel. Mentre Taub e Kutner fanno i test, Ryan piomba in ospedale e chiede di parlare con Daniel. Il ragazzo, pentitosi di averlo accusato per molestie, gli chiede scusa e il prete lo perdona.

House riesce a diagnosticare la malattia del paziente, ignorando l'allucinazione tra i sintomi. Dice a Daniel che ha la sindrome di Wiskott-Aldrich. È una malattia genetica, simile all'AIDS e compromette il sistema immunitario. House spiega al prete che l'allucinazione era dovuta al bere e che fosse solo una coincidenza, ma Daniel nota che proprio quella coincidenza (la visione di Gesù) l'ha portato ad House che l'ha curato.

Cuddy va da Cameron notano che House è riuscito di nuovo a risolvere il caso anche se ha violato i suoi stessi principi. Cameron capisce che Cuddy prova qualcosa per House e le consiglia di parlargli a cuore aperto. Così la donna fa un ultimo tentativo, ma il diagnosta scappa prima che lei possa aprire bocca.

Alla fine Tredici e Foreman tornano insieme; alla festa di Cuddy c'è un'atmosfera di grande allegria, anche se lei spera fino all'ultimo che House si presenti, ma che in realtà non verrà.

  • Ascolti Italia: telespettatori 4.235.000 - share 15,10%[9]

Il lato più tenero[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un medico informa due genitori, Melanie e Ben, che il loro figlio è affetto da mosaicismo genetico, cioè ha un DNA sia femminile che maschile. Comunque, il loro bambino può avere una vita normale una volta che subirà un intervento, ma dovranno scegliere loro il sesso. Una volta cresciuto, il piccolo Jackson sviene in preda a dolori pelvici mentre gioca a basket.

Cuddy affida il caso ad House e gli chiede di non rivelare al paziente del suo difetto genetico per volere dei genitori che tengono nascosto al figlio il trattamento per il testosterone, spacciandolo come vitaminico.

Nel frattempo Foreman e Tredici fingono di non stare insieme in modo che House non possa licenziarli, ma Taub e Katner sospettano il loro doppio gioco.

Tredici comunica ai genitori del paziente di interrompere il trattamento per il testosterone per effettuare dei test, ma loro non sono d'accordo poiché il ragazzo avrebbe riscontrato dei problemi nella pubertà. Mentre Tredici dà a Jackson il blocker per il testosterone, la dottoressa capisce che il ragazzo non vive bene la sua personalità e ad avvalorare la sua tesi è una poesia scritta da lui, trovata a seguito di un'ispezione nella sua stanza, che sembra mostrare istinti suicidi. Tredici si sente in dovere di avvisare i genitori affinché loro possano dire la verità al figlio, ma la madre è contraria. La dottoressa decide comunque di dare degli indizi a Jackson in modo tale che il ragazzo possa estorcere la verità ai genitori.

Intanto Wilson, Cuddy e il team notano che House è diventato improvvisamente gentile con tutti e, a seguito di un'insufficienza respiratoria, che House associa come conseguenza a un'overdose di Vicodin, cominciano a sospettare che faccia uso di eroina per attenuare meglio il dolore della gamba. Wilson lo mette alla prova offrendogli del bourbon: se la sua tesi è esatta, il distillato dovrebbe provocare ad House un altro attacco respiratorio. Il diagnosta però capisce le intenzioni di Wilson e subito dopo aver bevuto, esce dal locale e viene sorpreso a vomitare. Dopo esser stato scoperto, confessa a Wilson che fa uso di metadone, col quale anche se rischia esponenzialmente la mortalità, in compenso elimina del tutto il dolore alla gamba.

I genitori di Jackson, su consiglio della Cuddy, prendono coraggio per raccontare la verità al figlio che rimane deluso per aver vissuto una bugia. Tredici consola il ragazzo dicendogli di essere quello che lui vuole che sia.

Nel frattempo Cuddy viene a sapere che House fa uso di metadone e, preoccupato per lui, gli vieta di usarlo, ma lui risponde con le dimissioni. Di conseguenza viene sostituito da Foreman che continuerà a occuparsi del caso.

Il paziente comincia a vomitare sangue; la causa è una pancreatite necrotica. Il team pensa possa trattarsi di Zollinger-Ellison oppure di sclerodermia nel caso le cure della prima malattia non dovessero funzionare. Taub informa i genitori che Jackson non sta rispondendo alla Zollinger-Ellison; la madre del paziente è disperata poiché la sclerodermia è letale.

Wilson, preoccupato per House, va da lui e lo trova in gran forma, pronto per cominciare a lavorare in un altro ospedale. Dunque pensa che lui sia felice e cerca di convincere di questo anche la Cuddy, che sorpresa del suo cambiamento, propone ad House di riassumerlo e fornirgli le cure per il metadone.

Intanto Foreman nota che il trattamento di Jackson sta rallentando la progressione della malattia, il che indicherebbe che la sclerodermia non è la causa del suo malessere.

House ritorna nel suo ufficio e viene informato dal suo team che Jackson non ha la sclerodermia. Studiando le cause si scopre che il paziente era semplicemente disidratato, così lo sottopongono a una dialisi per stabilizzarlo.

Alla fine House si rende conto del danno che si sta facendo e rinuncia al metadone.

Il patto sociale[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo viene ricoverato in pronto soccorso perché affetto da una disinibizione del lobo frontale, cioè dall'incapacità di tenere per sé tutto ciò che pensa, anche le cose molto imbarazzanti, quindi Cameron decide di affidare il paziente a House.

La prima ipotesi di House è che il paziente abbia un cancro all'interno del naso che si è propagato fino al cervello, ipotesi che si rivela però sbagliata.

Nel frattempo House invita Wilson a vedere i Monster Truck, ma l'amico rifiuta dicendo inizialmente di essere già impegnato e poi sostenendo che a lui non sono mai piaciuti i Monster Truck e che andava a vederli solo perché piacevano a lui. Il diagnosta però non crede a questa affermazione e pensa che l'amico gli stia nascondendo qualcosa, così inizia ad indagare.

Foreman allora ipotizza una neuro-sarcoidosi, patologia che almeno è curabile, ma anche questa ipotesi si dimostra errata, poiché il paziente non risponde alla terapia con gli steroidi e inoltre si manifesta un nuovo sintomo, l'insufficienza renale.

Wilson confessa ad House che mercoledì sera andrà a giocare a racquetball con Taub, ma ancora una volta il diagnosta è sospettoso e non crede che sia la verità. L'amico dice di averlo nascosto ad House perché così Taub non sarebbe stato tormentato e inoltre perché voleva nascondere il fatto che farà con Taub ciò che House non è in grado di fare a causa del suo handicap.

Nel frattempo Kutner pensa che potrebbe trattarsi di un disturbo metabolico congenito e per ridurre il numero di test da fare chiede ai genitori l'autorizzazione a poter testare il funzionamento dei nervi periferici della figlia, causandole una scottatura alla mano.

House allora per smascherare la bugia di Taub e Wilson fa giocare il membro del suo staff a racquetball contro il muro dell'obitorio, mentre gli racconta ciò che è emerso dagli ultimi test. Dopo aver rovesciato uno scaffale e dimostrato di non saper giocare, il medico si arrende e confessa che non deve uscire con Wilson, ma che gli sarebbe stato utile che un primario gli dovesse un favore. Alla fine della scenetta House gli dice che quella che ha in mano è una racchetta da squash e gli ordina di fare il doppio gioco per scoprire dove va Wilson realmente mercoledì. Alla fine Taub stampa le e-mail di Wilson, anche quelle cancellate e così House scopre che il suo amico deve andare a trovare qualcuno al New York Mercy.

Kutner nel frattempo ipotizza una Leptospirosi, patologia che però causerebbe un danno permanente, poiché operare sarebbe troppo rischioso e potrebbe essere letale. Dopo una discussione si decide infine che il paziente dovrà essere operato e Chase riesce a convincere il suo capo a fare questo rischioso intervento, che però non porta a nessun miglioramento delle condizioni del paziente, che continua a parlare senza inibizioni.

Alla fine House scopre che mercoledì sera Wilson deve andare a fare visita a suo fratello, malato di schizofrenia, che non vede da nove anni. Danny infatti è scappato perché suo fratello non ha risposto a una sua chiamata perché stava studiando per l'esame del giorno dopo e questo ha causato a Wilson sensi di colpa per anni, ma ora il fratello è di nuovo sotto anti-psicotici e quindi è in grado di parlarci e rimediare al suo errore. Il primario di oncologia però rimane molto deluso da questo colloquio perché scopre che è un dialogo tra due estranei.

Vieni micina[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo caso di House è un'infermiera che lavora presso una casa di riposo e che è convinta di essere in pericolo di vita: nella casa di riposo vive infatti una gatta, Debbie, che sembra in grado di predire la morte delle persone, difatti quando va a dormire vicino ad un paziente questi poco dopo muore, e il giorno prima si era accucciata proprio vicino a lei. Per farsi curare dal diagnosta finge di avere una crisi epilettica, ma viene smascherata; House vuole tuttavia tenere il caso perché è deciso a dimostrare che la storia della gatta non è vera, così porta la bestiola in ospedale. Cuddy vorrebbe mandare via la gatta e dimettere la paziente, ma proprio prima di andarsene la donna ha un broncospasmo, in parte causato da House, quindi viene sottoposta ad altri accertamenti.
Taub ha delle preoccupazioni economiche, dovute al cambio di lavoro e di paga e ad alcuni investimenti sbagliati; inoltre ha dei problemi con House, che si vendica con lui perché ha confutato una sua teoria e lo ha accusato di essere stato raggirato dalla finta crisi della paziente, cosa in seguito rivelatasi vera. In ospedale incontra un paziente che sembra riconoscerlo e che dice di aver frequentato il suo stesso liceo, più avanti di lui di due anni: l'uomo afferma di soffrire di capogiri e di aver consultato altri tre dottori senza successo. Taub lo guarisce con una semplice manovra e lui gli offre una cena. In seguito l'uomo, che dichiara di essere l'amministratore delegato di una grande azienda produttrice di attrezzature mediche, offre a Taub un posto ben remunerato nella sua azienda e il medico accetta. Il medico prepara quindi il denaro necessario per entrare nella società e va da House per dare le dimissioni, ma questi lo ammonisce. Una volta presentatosi nell'azienda scopre però che il suo amico è un truffatore, in realtà era un semplice centralinista, e ha ingannato molte persone intascando i loro risparmi, ma è stato arrestato: tra lo sbalordito e lo spaventato, è contento di non aver ancora versato i soldi e ritorna da House.
Il geniale diagnosta, intanto, ridicolizza le credenze della giovane ragazza citando anche l'esempio del fondatore di un'importante religione (gli Avventisti del Settimo Giorno); per provare scientificamente l'inverosimiglianza dell'idea del gatto che predice la morte, porta Debbie vicino a dei pazienti in coma (causando una grave reazione allergica, prontamente fermata, ad uno di essi): la gatta si accoccola vicino al signor Limbert, che il giorno dopo muore. La diagnosi viene intervallata a scherzi tra gli stessi dottori: House esagera la credulità di Kurtner, di cui disprezza la superstizione, rovesciando sale, aprendo l'ombrello in ufficio e arrivando a fingere di star male dopo essere stato con la gatta, sputandogli in faccia con del sangue finto e lui risponde urinando sulla sua poltrona preferita.
House porta il felino nel suo studio e nota che questo si acciambella sul suo macBook. Egli intuisce così che è il calore ad attirare la gatta sui moribondi: di questi, infatti, tre erano febbricitanti e gli altri otto avevano un coperta termica. Grazie al caldo House arriverà ad un'altra brillante intuizione che gli consentirà di formulare la giusta diagnosi: un raro tumore dell'appendice produceva tutti i sintomi finora riscontrati più la vampata di calore sentita dalla gatta, ma in precedenza non rilevata dai dottori.

Intrappolato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo fa una brutta caduta in bici e rimane completamente paralizzato, può muovere solo le palpebre. Mentre il suo medico curante lo invita a rassegnarsi ad una vita da vegetale Gregory House (nel letto vicino al suo, a causa di un piccolo incidente motociclistico) insiste fino a conquistare l'esclusiva del caso, scoprendo inoltre che è stata la paralisi a causare l'incidente, e non il contrario. Intanto, House minaccia Taub, dicendo che, visto che voleva licenziarsi, probabilmente non tiene al proprio lavoro: se durante la diagnosi non avrà un'ottima idea, verrà licenziato.
Una volta avviato il trasferimento al Princeton Plainsboro Hospital scoprono un'insufficienza epatica, che ha rilasciato enzimi in maniera incontrollata (danneggiando così altri organi).
Ad un certo punto il paziente non riesce a muovere nemmeno le palpebre e comunica con i dottori attraverso un computer che interpreta gli impulsi cerebrali, grazie ad un'idea di Taub.
Dopo vari tentativi e grazie a domande serrate del tipo sì/no riescono a progredire scoprendo che il ragazzo, che prima impiegava un ruolo di responsabilità in un'azienda, ha fatto l'uomo delle pulizie per una ditta che produce batterie ricaricabili per cellulari, tenendo il tutto nascosto alla moglie. Essendo notevole la presenza di cadmio in polvere, diagnosticano un avvelenamento da metalli pesanti e cominciano a curarlo, ma ciò non risolve il problema; per un certo periodo il paziente vorrebbe lasciarsi morire, piuttosto che continuare una vita da vegetale e senza sapere cos'ha. Nel frattempo Wilson cerca di scoprire perché House è andato a Middletown, senza riuscirci.
La chiave illuminante del caso è l'eruzione cutanea che appare sul polso di Tredici a seguito di un fortuito contatto con l'urina del paziente al momento di estrarre il catetere: Kutner intuisce che potrebbe essere qualcosa di infettivo e trovano sul dito del paziente un taglio effettuato dalla carta.
Attraverso il taglio della carta è penetrata la leptospirosi: un goccio di urina di ratto basta per avviare l'infezione (che ora si è trasmessa anche a Tredici). La diagnosi si rivela, oltre che straordinariamente geniale, anche giusta, in quanto il paziente ritorna a muovere un dito e, a fine caso, vediamo un recupero ormai completo.
Si scopre anche il motivo della visita di House: si era recato a Middletown per vedere uno psichiatra e ciò rasserena Wilson, in quanto nota un cambiamento. House giura di non vederlo più e Wilson chiude l'episodio con un severo monito: "Rimarrai solo". L'episodio si interrompe mentre da una ripresa soggettiva, scopriamo che la vista di House si sta appannando.

  • Guest star: Mos Def
  • Peculiarità: Dato che il paziente non può comunicare con il mondo esterno, la maggior parte dell'episodio viene girato come se la cinepresa si trovasse al posto degli occhi del paziente e i suoi pensieri, che a causa della malattia non può pronunciare, sono espressi ad alta voce. Questa particolarità rende l'episodio molto simile, nella sua regia, al film Lo scafandro e la farfalla di Julian Schnabel.
  • Diagnosi finale: leptospirosi
  • Ascolti Italia: telespettatori 4.787.000 - share 16,85%[11]

Una spiegazione semplice[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Lawrence_Kutner § Effetti_della_morte_di_Kutner_sul_team_di_House.

Una donna viene colpita da un'insufficienza respiratoria mentre dice addio al marito che è quasi in fin di vita. Mentre il team comincia a studiare il caso, House prende continuamente in giro Taub per aver rubato i meriti dell'intuizione per la risoluzione dell'ultimo caso al collega Kutner, che però molto stranamente non è ancora arrivato a lavoro. House, molto insospettito, manda Tredici e Foreman a casa sua per scoprire come mai non si è presentato a lavoro. I due, arrivati a casa del collega sono sconvolti da un terribile scenario: Kutner giace senza vita disteso sul parquet del suo loft, con un fiotto di sangue che esce dal lobo temporale destro e una pistola a fianco. Tutto fa pensare che Kutner si sia suicidato.
Il caso della settimana è una coppia obesa: lui sta per morire ma ritrova vitalità e forza quando sta per morire la moglie. Nessuna diagnosi sembra combaciare e si stanno compromettendo le vite di entrambi i coniugi. Eddie, il marito, decide di sacrificarsi per fare un trapianto di fegato per poter salvare la moglie, ma insorgono nuove complicanze, date dal fatto di non capire cosa ha veramente colpito la donna; inoltre Taub denuncia la cosa, rendendo impossibile il trapianto.
L'insistenza di Cameron per i noduli alle dita del marito (Eddie) porta alla diagnosi per il marito: blastomicosi cardiaca, scatenata da una muffa rara ma curabile con l'itraconazolo.
House intanto, si ossessiona per la morte del collega e fa una diagnosi sui possibili moventi per l'omicidio (tesi che in realtà non regge nemmeno per un minuto): sulla lavagna usata per risolvere i casi medici troviamo: potere, droghe, soldi, gelosia e vendetta. Ha anche occasione di parlare con i genitori adottivi del ragazzo, ma invece di esprimere loro il proprio cordoglio, finisce per accusarli di non aver insistito abbastanza per fargli difendere le sue origini, la sua diversità.
Tornando ai pazienti House trova l'illuminazione: la moglie moriva dalla voglia di andare a Rio de Janeiro ma il marito non aveva mai il tempo di portarla: il diagnosta pensa che ci sia andata con un altro uomo (così avrebbe contratto la malattia dalle mosche della sabbia, ovvero la Leishmaniosi viscerale). La donna confessa tutto: per curarla servirebbe un fegato nuovo e l'antimonio. La diagnosi però, a causa delle troppe bugie, è arrivata tardi e per la donna non c'è più nulla da fare: il fegato inviato dal New York Mercy viene rispedito indietro.
Alla fine dell'episodio, la squadra, ad esclusione di Taub (che non accetta il suicidio dell'amico) ed House, presenzia al funerale del collega.

  • Diagnosi finale: blastomicosi cardiaca (marito), leishmaniosi viscerale (moglie)
  • Riferimenti: Quando House incontra Cameron lei gli dice che Kutner non è stato ucciso e lui risponde "Lo deduci togliendoti gli occhiali da sole su una canzone degli The Who": è un chiaro riferimento alla stereotipata mossa di Horatio Caine che avviene prima della sigla in ogni puntata della serie CSI: Miami che è appunto la canzone Won't Get Fooled Again della band inglese.
  • Ascolti Italia: telespettatori 4.073.000 - share 16,27%[11]

Salvatori[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un ambientalista, fervente attivista di varie partecipazioni e sit in per salvare il pianeta dalla distruzione umana, si sente male. In ospedale il team di House è ancora leggermente scosso dal suicidio di Kutner; intanto Chase, con Cameron, ha programmato una gita romantica al mare con la dolce dottoressa.

Lei però rimanda in continuazione a causa del nuovo caso e di un anello di fidanzamento trovato nel suo cassetto: non vuole sposare Chase perché crede che sia mosso dalla paura di perderla (visto il recente suicidio del collega). Accampa così scuse per non partire e la fiducia di Chase viene messa a dura prova, portandolo anche a dubitare dell'amore di Cameron per lui. Crede che lei sia ancora innamorata di House.

Mentre queste schermaglie amorose fanno da storia secondaria, il paziente sta morendo: le varie cure non hanno effetto e si scatenano varie reazioni in base ai singoli farmaci somministrati, addirittura vedremo una rottura del femore da seduto senza contusione (evento molto raro). House intanto deve occuparsi della nuova dieta di Wilson: così salutista non lo aveva mai visto e non gli ruba il cibo come al solito perché prova ribrezzo davanti a tutte quelle verdure. House ha paura di perdere il proprio dono, perché non riesce a scoprire la diagnosi, il motivo della dieta di Wilson e la scelta di Cameron.

La moglie del paziente ha anche un figlio ed è preoccupata per la salute del marito, lo invita a smettere queste dimostrazioni in posti tossici (discariche, segherie, foreste) per la sua salute. Alla fine la soluzione sarà cristallina: House crede che il fervente ambientalista sia entrato in contatto con delle rose, ma lui nega. Verrà poi fuori che, per farsi perdonare per una cena mancata, ha regalato proprio delle rose a sua moglie che aveva già fatto i bagagli e se n'era andata. L'uomo ha così cestinato le rose e preso gli orecchini. Nel mentre però si è punto con la spina della rosa e ha contratto la sporotricosi, malattia che attacca l'organismo compromettendolo seriamente: lesione all'ottavo nervo cranico, al nervo frenico e steroidi più stimolatori di crescita insulina-simili hanno diffuso la malattia al cuore e alle ossa.

Lui verrà curato senza problemi ma continuerà le sue attività ambientaliste, causando non pochi problemi alla moglie, che lo vorrebbe a casa con suo figlio.

A fine episodio vediamo la riappacificazione di Chase e Cameron, con la decisione di sposarsi e la comunicazione del lieto evento a Cuddy: House capisce che Wilson lo stava solo prendendo in giro, è stato il suo modo per fare uscire House dal trauma di Kutner.

Sullo sfondo vediamo il geniale diagnosta che suona il piano e l'armonica, quando improvvisamente i suoi occhi si spalancano e di fronte a lui, appoggiata al pianoforte, appare Amber che gli parla e si complimenta per avere risolto il caso e scoperto il gioco di Wilson.

  • Diagnosi finale: sporotricosi
  • Ascolti Italia: telespettatori 4.199.000 - share 15,08%[12]

House diviso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio inizia con una scena in cui si vede il futuro paziente, un ragazzo non udente, partecipare ad un incontro di lotta greco romana.

Nel frattempo House è in compagnia, ancora una volta, della sua allucinazione di Amber, con cui parla e cerca di capire le motivazioni della sua presenza. Durante la differenziale Amber aiuta House nella diagnosi e Taub sospetta che abbia qualcosa. Intanto House si impossessa dell'organizzazione dell'addio al celibato di Chase, con l'aiuto di Foreman e Tredici che, mentre cercano una spogliarellista per la festa, pensano ai motivi per cui House lo voglia organizzare. Durante un test si avvera una previsione di Amber e House capisce che lei ha accesso a tutto il suo cervello, per cui l'ascolterà durante il resto dell'episodio.

Durante una biopsia di conferma per un tumore, House fa inserire un impianto cocleare per far sentire il ragazzo. La mamma del giovane decide di far togliere l'apparecchio al ragazzo perché lui vuole così, anche se ella stessa è contraria. Il ragazzo se lo tira via appena la madre si allontana. Nel frattempo si ipotizza una diagnosi di sclerosi multipla.

Mentre sta preparando uno spettacolo con il fuoco per l'addio al celibato, House provoca un piccolo incendio in obitorio, domato senza pesanti conseguenze. L'organizzazione dell'addio al celibato di Chase è perfetta e con ottime coreografie, è stata organizzata di nascosto a casa di Wilson poiché lui diceva che non sarebbe andato. Durante la festa House resta chiuso in bagno parlando con la sua allucinazione di Amber, mentre tutto il resto del team si dà alla pazza gioia. Ad un certo punto Chase, leccando per gioco una spogliarellista, ha una crisi allergica causata dalla crema per il corpo alla fragola della ragazza: House sapeva di questa allergia di Chase e che la spogliarellista usava questa crema e, essendo stata Amber a suggerire di ingaggiarla, House pensa che il suo subconscio voglia che Chase e Cameron non si sposino e, ancor peggio, arrivi a tentare di uccidere Chase. Il medico viene portato d'urgenza al Princeton dove viene soccorso da Cameron. Il danno non è grave, grazie all'aiuto di uno dei presenti alla festa.

House tenta di disfarsi di Amber cercando di dormire e Tredici ha un'idea, far parlare il paziente per controllare lo stato della laringe allo scopo di verificare una diagnosi di polmonite eosinofila. Durante l'esame Foreman si accorge che i denti del paziente sono gialli, così scopre che fino a poco tempo prima il ragazzo masticava del tabacco, e questo gli permette di formulare la giusta diagnosi, ovvero sarcoidosi: il tabacco rilasciava infatti delle tossine che avevano soppresso il sistema immunitario e quando il ragazzo ha smesso di masticarlo si è scatenata la patologia dormiente. Infine, la madre del paziente decide che quest'ultimo deve mettere l'apparecchio anche contro la sua volontà.

House, bisognoso di sonniferi cerca Wilson che però è stato arrestato dopo l'addio al celibato di Chase perché camminava nudo per strada. Cuddy gli dà i sonniferi e House le confessa che non chiude occhio da quando Kutner si è suicidato: al termine dell'episodio House si sveglia dopo una dormita rilassante, soddisfatto perché non vede più Amber, ma dopo poco questa gli ricompare alle spalle.

  • Diagnosi finale: sarcoidosi
  • Ascolti Italia: telespettatori 3.548.000 - share 14,35%[12]

Sotto la mia pelle[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ad House e al suo team viene sottoposto il caso di una ballerina che ha avuto un collasso polmonare sul palcoscenico, mentre provava una coreografia. La paziente "perde" la pelle, e House capisce che ad averla provocata è stata una rara reazione agli antibiotici da lui somministratele senza avere conferma di un'infezione.
Durante i primi tentativi di diagnosi, House decide di rivelare a Wilson delle sue allucinazioni; una volta esclusa la mancanza di sonno, si ritroverà ad eliminare tutte le possibile cause esclusa la dipendenza da Vicodin. Durante i test per escludere le varie possibilità, House sospetta anche la sclerosi multipla, adducendo come prova il fatto che prova dei sensi di colpa per ciò che ha fatto alla ballerina, che non scompaiono nemmeno dopo che si è scusato.

Nel frattempo il problema della paziente viene individuato da House grazie ad una geniale intuizione, osservando cioè che il fidanzato le stava molto vicino, come oppresso da un senso di colpa per averla tradita; questi, però, una volta comunicatagli la diagnosi lascia la ballerina: la gonorrea, che non risultava dalle analisi poiché aveva formato un ascesso nel cuore, nascondendosi ai test. Durante l'operazione, però, la dopamina iniettatale per evitare eccessive emorragie causa la chiusura dei vasi sanguigni di mani e piedi, richiedendo un'amputazione a cui ella non si vuole sottoporre. La soluzione del caso dovrà essere nuovamente affrontata dal team senza l'aiuto di House. A Taub verrà in mente un'idea geniale evitare l'amputazione di mani e piedi della ballerina.

Nuovi problemi per Cameron e Chase: la prima, infatti, confessa al fidanzato di aver congelato lo sperma del marito morto, e di non volersene liberare per usarlo come ultima possibilità nel caso loro due dovessero divorziare. Non accettando il consiglio di Foreman di lasciarglielo tenere altrimenti sarebbe stato considerato da lei come "l'assassino dei suoi figli", Chase non riesce ad accettare la cosa, e dichiara a Cameron di voler rimandare il matrimonio ed attendere finché anch'ella non fosse stata certa del loro futuro insieme.

House, ormai fuori dal caso, chiederà l'aiuto di Cuddy per disintossicarsi dal Vicodin e per sorvegliarlo nella prima lunga nottata senza pillole. Dopo la notte passata tra i più atroci dolori, Amber sembra definitivamente sparita dalla mente di House, e Cuddy rivela al medico il suo interesse per lui. Al termine dell'episodio i due si lasceranno finalmente andare in un lungo e appassionato bacio.

Ora ambedue le parti[modifica | modifica wikitesto]

House mentre si dirige verso la clinica psichiatrica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

House e il suo team sono alle prese con Scott, un paziente ventenne che presenta problemi cardiaci. Scott inoltre ha i due emisferi del cervello che non comunicano e riesce a controllare soltanto l'emisfero sinistro (non controlla quindi la parte sinistra del corpo). La conseguenza è che i movimenti controllati dall'emisfero destro siano fuori dal controllo di Scott, ma sono proprio queste azioni apparentemente involontarie a far capire ad House e ai suoi collaboratori ciò che causa i problemi cardiaci del paziente. Taub e Tredici capiscono infatti che i danni al cuore sono dovuti alla composizione chimica del deodorante particolare utilizzato da Scott, cosa che viene segnalata dalla ragazza di Scott, che cerca di rimanere accanto al suo amato nonostante la parte "incontrollata" di quest'ultimo sembri respingerla. Durante la diagnosi differenziale House insisterà più volte sulla tesi che Scott sia affetto da un tumore al pancreas.

Il signor Eugene Schwartz (guest star Carl Reiner) è l'altro paziente di House. Utilizzato da Cuddy e House per stuzzicarsi a vicenda, dopo che House si è rifiutato di prestare servizio nelle ore di ambulatorio, il signor Schwartz sostiene di emettere dalla bocca un suono simile allo starnazzamento nelle situazioni più disparate. Quando Eugene dice ad House di accusare dolore alla pancia, il diagnosta lo palpa e capisce che è Eugene ad avere un tumore al pancreas, non Scott. Così House si rende conto che il suo cervello ha scambiato un paziente per l'altro e ricomincia a dubitare sulla propria salute mentale.

Nel frattempo la relazione tra Chase e Cameron rischia di essere messa in crisi dalle insicurezze della ragazza. Cameron si consiglia con House su come comportarsi con Chase, se chiudere la relazione o accettare le regole del futuro marito. House consiglia a Cameron di mentire a Chase, dicendogli che avrebbe fatto eliminare lo sperma dell'ex-marito. Cameron decide di seguire il consiglio di House ma Chase non le crede, tuttavia accetta che la fidanzata tenga lo sperma del defunto marito perché sa che Cameron ha bisogno di tenere qualcosa delle persone che ama ed ha amato.

Non va altrettanto bene tra House e Cuddy. La mattina dopo la disintossicazione dell'episodio precedente Cuddy dice ad House che il loro rapporto deve rimanere quello che c'è tra una dirigente ed un dipendente. House confida a Wilson di essere andato a letto con Cuddy dopo essersi disintossicato. Wilson è felice e insiste perché House cerchi di dare un seguito alla sua storia con Cuddy. House inizia ad infastidire Cuddy tramite vari espedienti ma la dirigente non sta al gioco. Così il diagnosta si rivolge ancora a Wilson per sapere come conquistare Cuddy. L'oncologo consiglia ad House di far arrabbiare seriamente Cuddy in modo da far venire fuori definitivamente ciò che lei prova per lui. House annuncia davanti a tutto il personale dell'ospedale di essere stato a letto con Cuddy, ma lei si arrabbia al punto di decidere di licenziarlo. House non si spiega perché Cuddy abbia reagito in quel modo, così si dirige nel suo ufficio per chiedere spiegazioni e lei gli dice di aver reagito male a ciò che lui le ha detto la sera prima, ma di essere stanca di non poter avere una relazione umana con House. Il diagnosta allora ricorda di aver offeso duramente Cuddy, la sera prima, e che lei se ne sia andata via dopo quell'insulto. House, grazie anche alle visioni di Amber e Kutner, si rende conto che tutto ciò che era avvenuto quella notte, dalla disintossicazione al rapporto sessuale con Cuddy, è stato solo un'allucinazione partorita dalla sua mente, e che il rossetto che credeva di averle rubato era in effetti un barattolino di metadone. House allora ammette di non stare molto bene e le chiede aiuto.

Alla fine Cameron e Chase si sposano, mentre Wilson porta House nella clinica psichiatrica Mayfield di Philadelphia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]