Emanuele Filiberto di Savoia (1588-1624)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emanuele Filiberto ritratto da Antoon van Dyck.

Emanuele Filiberto di Savoia (Torino, 16 aprile 1588Palermo, 4 agosto 1624) era il terzo figlio del duca Carlo Emanuele I di Savoia e dell'infanta Caterina Michela d'Asburgo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Avviato alla carriera ecclesiastica, a 12 anni entrò nell'Ordine dei Cavalieri di Malta, in cui divenne priore di Castiglia e León; ma le sue inclinazioni lo portarono a occuparsi sempre prevalentemente di arte militare e di marina. Nel 1603 venne inviato con i fratelli maggiori, Filippo Emanuele e Vittorio Amedeo, a Madrid, per completare la sua educazione, da dove tornò nel 1606, quando Vittorio Amedeo, morto nel frattempo Filippo Emanuele, assunse il titolo di principe ereditario. Nel 1610 tornò a Madrid, entrando al servizio di Filippo III di Spagna, che lo nominò grande ammiraglio di Spagna. Sotto il suo successore, Filippo IV, Emanuele Filiberto venne nominato nel 1622 viceré di Sicilia, carica che mantenne fino alla morte. Fu principe di Oneglia, cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro, abate commendatario dell'Abbazia di San Michele della Chiusa.

Morì a Palermo durante un'epidemia di peste il 4 agosto 1624, all'età di 36 anni e venne sepolto nella Cripta Reale del Monastero dell'Escorial.

Iconografia[modifica | modifica wikitesto]

Di lui rimane un ritratto dipinto da Antoon van Dyck a Palermo nel 1624, dove il pittore era stato chiamato dallo stesso viceré nell'aprile di quell'anno: il quadro, conservato a Londra, è stato esposto in occasione della riapertura della Reggia di Venaria.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Malta
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Carlo III di Savoia Filippo II di Savoia  
 
Claudina di Bretagna  
Emanuele Filiberto I di Savoia  
Beatrice di Portogallo Manuele I del Portogallo  
 
Maria d'Aragona e Castiglia  
Carlo Emanuele I di Savoia  
Francesco I di Francia Carlo di Valois-Angoulême  
 
Luisa di Savoia  
Margherita di Francia  
Claudia di Francia Luigi XII di Francia  
 
Anna di Bretagna  
Emanuele Filiberto di Savoia  
Carlo V d'Asburgo Filippo d'Asburgo  
 
Giovanna di Castiglia  
Filippo II di Spagna  
Isabella di Portogallo Manuele I del Portogallo  
 
Maria d'Aragona e Castiglia  
Caterina Michela d'Asburgo  
Enrico II di Francia Francesco I di Francia  
 
Claudia di Francia  
Elisabetta di Valois  
Caterina de' Medici Lorenzo II de' Medici  
 
Madeleine de la Tour d'Auvergne  
 

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaudenzio Claretta, Il principe Emanuele Filiberto di Savoia alla corte di Spagna : studi storici sul Regno di Carlo Emanuele I, Torino, 1872
  • Luigi La Rocca, Il principe sabaudo Emanuele Filiberto, grande ammiraglio di Spagna e viceré di Sicilia: con documenti inediti , Torino, 1940
  • Maria Beatrice Failla , Il principe Emanuele Filiberto di Savoia. Collezioni e committenze fra ducato sabaudo, corte spagnola e viceregno di Sicilia, in Id. – C. Goria., Committenti d'età barocca, Torino, 2003, pp. 13–112.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN209130808 · LCCN (ENnr2003038578 · CERL cnp00652423 · WorldCat Identities (ENviaf-209130808